Zone umide: cosa sono, tipi e caratteristiche

Per più di 20 anni, la Giornata mondiale delle zone umide viene celebrata ogni 2 febbraio. Questo ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità e l'obbligo di conservare questi preziosi ecosistemi. Ogni anno, un motto diverso accompagna la Wetland Day, sottolineando l'importanza delle zone umide per il nostro futuro in termini di mezzi di sussistenza sostenibili (2016), zone umide e gestione delle acque (2013) o zone umide, biodiversità e cambiamento climatico (anno 2010), tra gli altri slogan. Fonte di innumerevoli ricchezze naturali, le zone umide appaiono in luoghi remoti come l'Isola Margarita del Venezuela o la Valle dei Laghi al confine tra Mongolia, Cina e Russia; così come sull'isola con il più alto rilievo montuoso del Mediterraneo (Corsica) e l'estuario del fiume Sierra Leone.

Non perdere questo interessante articolo in cui scoprirai tutto su cosa sono le zone umide, i loro tipi e caratteristiche .

Cosa sono le zone umide?

Le zone umide sono tutti quegli ecosistemi i cui terreni appaiono permanentemente o periodicamente allagati, sia in ambienti di acqua dolce che in quelli con un certo grado di salinità.

In questo modo, le zone umide naturali sono incluse negli ecosistemi delle zone umide, come ampie paludi, paludi e torbiere, nonché quelle zone umide antropiche progettate dall'uomo e che trattengono artificialmente l'acqua, sia permanentemente che temporaneamente, adattandosi alle condizioni ambientali.

Nelle prossime sezioni vedremo più in dettaglio i diversi tipi di zone umide esistenti nonché le principali caratteristiche di questi ecosistemi di grande ricchezza naturale.

Tipi di zone umide

Le zone umide sono classificate, in primo luogo, in base al tipo di acqua di cui sono composte, quindi zone umide d'acqua dolce esistenti e zone umide salate o salate. A loro volta, le zone umide possono essere naturali o artificiali (create dall'uomo). In questo modo, i diversi tipi di zone umide esistenti sono inclusi nei seguenti gruppi:

  • Zone umide fluviali o fluviali: sono acque dolci e naturali, formate da fiumi, torrenti e cascate.
  • Lacustri: laghi e lagune d'acqua dolce naturali.
  • Paustres tropicali: comprende sorgenti, oasi, foreste paludose, foreste alluvionali, paludi e paludi permanenti o stagionali. Tutti di origine naturale e d'acqua dolce.
  • Zone umide marine: queste zone umide naturali di acqua salata comprendono tutti gli ambienti con acque di mare poco profonde, nonché spiagge rocciose, sabbiose e ghiaiose.
  • Estuari: l' acqua salata di estuari di origine naturale a volte forma paludi d'acqua salata e aree di mangrovie.
  • Zone umide lacustri / paludose: comprende laghi salmastri e lagune costiere di origine naturale.
  • Zone umide artificiali: queste zone umide sono il risultato di lavori antropici effettuati con l'obiettivo di immagazzinare o controllare un determinato volume di acqua, come bacini e dighe.

Caratteristiche delle zone umide

Queste sono le principali caratteristiche delle zone umide :

  • Le zone umide sono considerate aree di transizione o cambiamento progressivo tra i sistemi acquatici e terrestri, vale a dire ecosistemi misti . Qui puoi saperne di più su Cos'è un ecosistema misto.
  • Costituiscono zone di inondazione in modo che possano essere temporanee o permanenti.
  • Le acque delle zone umide possono essere stagnanti, scorrevoli, fresche, salmastre o salate, comprese quelle aree marine la cui profondità con la bassa marea è inferiore a sei metri.
  • Il limite di qualsiasi zona umida è determinato dal tipo di vegetazione idrofila (con una buona predisposizione all'acqua) che appare sul terreno, in modo che cambiando il tipo di vegetazione in una non idrofila, possiamo distinguere come finisce e dà l'ecosistema delle zone umide Inizio un altro ecosistema con un ambiente esclusivamente terrestre.
  • Le zone umide sono l'habitat ideale per un'ampia varietà di specie, compresi gli uccelli migratori che raggiungono le zone umide di tutto il mondo per nutrirsi, così come i mammiferi, gli anfibi, i rettili e, naturalmente, i pesci e gli insetti, che scelgono le acque delle zone umide come rifugio.

Importanza delle zone umide

Le zone umide sono uno degli ecosistemi più importanti nel corretto funzionamento della natura. E non è da meno, perché sono responsabili dell'alloggiamento di un'incredibile biodiversità di specie di uccelli, pesci e altri gruppi di animali, nonché di una varietà di specie vegetali caratterizzate dal loro sviluppo idrofilo, dipendente dall'acqua.

D'altra parte, in termini di valore all'interno del mondo antropico, le zone umide spesso servono come aree per la produzione di cibo che richiedono grandi quantità di acqua per la loro coltivazione, come il riso. Altre volte vengono utilizzate come aree per ottenere materie prime, come legno e canne.

Vi sono ancora altri fattori per i quali la conservazione delle zone umide è di vitale importanza, poiché sono direttamente coinvolte nella regolazione del ciclo delle acque superficiali e delle falde acquifere, fungendo da agenti di controllo per possibili alluvioni; oltre a partecipare al controllo dell'erosione, alla regolazione del ciclo dei nutrienti, all'elevata produttività biologica, alla ritenzione di anidride carbonica nei loro suoli e, in generale, alla stabilità dell'ecosistema.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Wetlands: cosa sono, tipi e caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ecosistemi.

bibliografia
  • Castellanos, CA (2005) Ecosistemi di zone umide in Colombia. Università industriale di Santander .
  • Rodríguez, H. (10/7/2016) Zone umide del mondo viste dallo spazio. National Geographic Magazine Spagna .
  • Schnack, J. et al., (2000) Zone umide antropiche: il loro contributo alla conservazione della biodiversità nei domini subtropicali e pampasici dell'Argentina. Associazione argentina di ecologia, Magazine Ecology Austral, Volume 10, pp: 63-68.

Raccomandato

Prenditi cura di un cane senza milza
2019
Le 5 libertà del benessere degli animali
2019
Come sapere se la mia tartaruga terrestre è incinta
2019