Vantaggi e svantaggi degli alimenti transgenici

Sempre più persone sentono parlare degli alimenti transgenici e della loro divulgazione in gran parte della catena alimentare (sia umana che zootecnica). Tuttavia, nonostante ciò, rappresentano ancora un tipo di cibo che molte persone non finiscono di identificare correttamente quando si tratta di rispondere a domande semplici come cosa sono o come sono fatte?

In larga misura, il problema sorge perché il loro aspetto e sapore non differiscono troppo dagli alimenti naturali e, di conseguenza, se l'etichettatura non lo dice, è difficile trovare differenze tra di loro. Se vuoi saperne di più sui vantaggi e gli svantaggi degli alimenti transgenici, cosa sono realmente e quali effetti hanno sulla salute di chi li consuma, continua a leggere e te lo diremo.

Cosa sono gli alimenti geneticamente modificati?

Cosa è "transgenico"? Cosa significa essere un cibo? Bene, prima di questi dubbi e prima di entrare in questioni di vantaggi e svantaggi, vogliamo chiarire che gli alimenti transgenici, chiamati anche alimenti geneticamente modificati, sono alimenti che sono stati modificati nel loro DNA del primo stadio per favorire alcune caratteristiche o altri durante la crescita Questo viene fatto combinando il DNA di due diverse specie, uno sarà il cibo che verrà modificato e l'altro "donerà" i geni che verranno trasferiti al primo, che sarà chiamato transgeni.

Il processo attraverso il quale viene eseguito viene eseguito in laboratorio attraverso l'ingegneria genetica. Se prendiamo il pomodoro come esempio di un alimento transgenico, il processo di sintesi sarebbe il seguente:

  1. Il nucleo di una cellula di pomodoro verrebbe estratto, da cui verrebbero estratti i cromosomi all'interno del nucleo (che sono il modo in cui è organizzato il DNA) e, infine, il DNA del pomodoro originale verrebbe ottenuto.
  2. Inoltre, questo stesso processo verrebbe eseguito con una pianta che sarebbe il donatore del DNA transgenico (ad esempio un cactus, che supporta molto bene la siccità).
  3. Quindi i geni del cactus che lo supportano dovrebbero essere selezionati, tagliati e isolati (avremmo già i transgeni).
  4. Successivamente, il DNA del pomodoro originale verrebbe tagliato e, in quel buco, verrebbero inseriti i transgeni del cactus che lo rendono resistente alla siccità. Tutte le parti sarebbero unite e il risultato sarebbe un pomodoro che resiste molto bene alla mancanza di acqua.
  5. Infine, quel DNA di pomodoro transgenico verrebbe introdotto in un seme di pomodoro originale a cui il DNA originale era stato precedentemente rimosso e, quando si piantava quel seme, il risultato sarebbe una pianta di pomodoro transgenica molto resistente alla mancanza di acqua.

Questa tecnica ha usi specifici, l'obiettivo di creare alimenti geneticamente modificati è quello di rendere gli alimenti che presentano maggiori vantaggi rispetto a quelli originali, come, nel caso del pomodoro, una varietà resistente alla siccità. Ma, almeno in teoria, le applicazioni sono molto più varie, dalla creazione di alimenti resistenti alla siccità o ai parassiti, alla creazione di alimenti che crescono molto più velocemente, con una maggiore presenza di nutrienti o addirittura con nutrienti che nella loro versione originale non esistevano .

Come sapere se un alimento è transgenico

L'unico modo per sapere con assoluta certezza è attraverso le informazioni offerte dal produttore, ovvero l'etichetta dovrebbe essere letta . Tuttavia, va tenuto presente che, a causa della dubbia fama degli alimenti transgenici, i produttori non aggiungono tali informazioni di propria iniziativa, ma piuttosto attraverso la legislazione che le autorità competenti hanno creato appositamente per questi casi. In altre parole, se la legge richiede e garantisce la libertà di scelta dei consumatori, gli alimenti geneticamente modificati devono dichiarare di essere in etichetta. Mentre, nel caso di leggi più lassiste che limitano la libertà di scelta dei consumatori, può sembrare "mascherato" da eufemismi o semplicemente non apparire in nessun punto dell'etichetta.

Nel caso dell'Unione Europea, gli alimenti contenenti più dello 0, 9% di prodotti GM devono essere indicati sull'etichetta. Questo dovrebbe apparire usando espressioni come "geneticamente modificato", "cibo modificato" o semplicemente aggiungendo l'aggettivo "modificato" dopo uno degli ingredienti elencati sull'etichetta.

In questo altro articolo ti diciamo di più su Cosa sono gli alimenti GM con un elenco di esempi.

Vantaggi dei cibi geneticamente modificati

I cibi geneticamente modificati sollevano dubbi e, di fatto, c'è un intenso dibattito tra i loro detrattori e difensori. I principali vantaggi degli alimenti transgenici sono diversi:

Aumentare la produzione alimentare

Uno dei vantaggi degli alimenti transgenici è che sono più efficienti in termini produttivi . Se pensiamo a un ettaro di coltivazione, ci renderemo conto che si tratta di uno spazio di produzione limitato. Tuttavia, facendo uso di alimenti geneticamente modificati, la produzione può essere aumentata senza la necessità di espandere l'area di coltivazione, il che non solo porterà benefici all'agricoltore avendo una coltura più ampia da un punto di vista quantitativo, ma ridurrà anche la necessità di stanziare di più suolo all'attività agricola.

Possibilità di risolvere la fame nel mondo

Inoltre, aumentando la produzione e avendo cibi più resistenti, i problemi della carestia e della fame potrebbero essere risolti in alcune aree in cui la malnutrizione è una vera emergenza sociale, ad esempio alcune aree dell'Africa.

Se vuoi aiutare contribuendo con il tuo granello di sabbia a risolvere questo problema, uno dei modi migliori è iniziare non sprecando cibo. In, ti mostriamo informazioni sullo spreco alimentare: cause, conseguenze e come evitarlo e circa 5 semplici gesti per ridurre lo spreco alimentare.

Possono essere modificati per migliorare la salute

D'altra parte, almeno in teoria, gli alimenti transgenici potrebbero essere progettati in modo tale da aumentare i loro nutrienti. In questo modo, sarebbero gli alimenti a favorire la salute dei consumatori, ad esempio, fare di un ortaggio una maggiore quantità e qualità di vitamine, o fare ad esempio cibi di origine animale e che sono pazzi a causa dell'elevato contenuto nei grassi saturi (ad esempio il maiale) producono grassi sani "naturali" come l'omega-3.

Svantaggi degli alimenti geneticamente modificati

Tuttavia, dati i vantaggi molto interessanti degli alimenti geneticamente modificati, dobbiamo anche parlare degli inconvenienti. Pertanto, tra gli svantaggi degli alimenti transgenici troviamo quanto segue:

Possibili effetti negativi a lungo termine sulla salute

Il principale svantaggio dell'uso di questi alimenti è la vera e completa ignoranza dei loro effetti a lungo termine . Il problema presentato da questi alimenti è che, allo stesso modo in cui una serie di caratteristiche viene modificata utilizzando transgeni, è possibile che anche altri elementi che erano stati precedentemente conteggiati possano essere modificati. In effetti, vi è una crescente consapevolezza del grande potere di alcuni geni.

Ciò significa che, proprio come cambiare un gene in un pomodoro può renderlo più resistente alla siccità, può anche perdere parte della sua concentrazione di nutrienti, produrre enzimi specifici che favoriscono l'accumulo di liquidi, ecc.

Possibile relazione con lo sviluppo della malattia

Ciò non significa che gli alimenti transgenici debbano sempre portare a questo tipo di "danno collaterale", ma la realtà è che non sappiamo fino a che punto la modifica di geni specifici influenzi solo determinate caratteristiche del cibo in questione. Inoltre, oggi, ci sono sempre più voci nell'ambiente scientifico che affermano che esiste una relazione tra il consumo di alimenti transgenici e lo sviluppo di allergie, intolleranze e malattie autoimmuni nel caso degli esseri umani, il che confermerebbe che gli effetti collaterali del consumo di alimenti transgenici costituiscono un campo che sfugge ancora al nostro controllo.

Invasione di ecosistemi

D'altra parte, oltre agli inconvenienti legati alla salute, c'è un altro grosso problema che presenta l'uso di alimenti geneticamente modificati, ed è la loro relazione con gli alimenti naturali. Il problema sorge quando si riproducono senza controllo da parte dell'agricoltore, poiché invadono il resto degli ecosistemi e, essendo più resistenti, finiscono per eliminare le specie originali.

Alcuni produttori di alimenti geneticamente modificati hanno voluto risolvere questo problema sterilizzando i loro prodotti. Tuttavia, la realtà oggi è che non è chiaro come questi alimenti transgenici interagiscano con le specie alimentari originali, dal momento che non tutti gli alimenti transgenici sono sterili e una volta che si verifica una "contaminazione genetica" "Tra le specie non è possibile tornare indietro.

Se desideri leggere altri articoli simili a Vantaggi e svantaggi degli alimenti GM, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria GM.

Raccomandato

Chemioterapia nei cani - Effetti collaterali e farmaci
2019
Suggerimenti per il trapianto di palme in base alle loro dimensioni
2019
Origine ed evoluzione dei primati
2019