Vaccini per cavalli

Vedi i file del cavallo

I cavalli sono animali che affascinano facilmente chiunque per la sua grande bellezza e portamento, senza tener conto di altri attributi altrettanto notevoli come l'intelligenza. Tuttavia, per avere questo aspetto esterno che attira l'attenzione in modo così positivo, è essenziale godere di un buono stato di salute, che senza dubbio si rifletterà nell'aspetto.

Poche risorse proteggono le varie malattie comuni nei cavalli con la stessa efficacia dei vaccini, preparati biologici che contengono una parte attenuata o inerte di un particolare virus o batterio e che svolgono l'importante funzione di stimolare il sistema immunitario dell'animale, favorendo quindi la creazione di anticorpi che lo proteggeranno dalle devastazioni di malattie pericolose.

In questo articolo di milanospettacoli.com parleremo dei vaccini per cavalli che dovrebbero essere seguiti in Spagna, Messico, Argentina e Cile . Dobbiamo sempre seguire le istruzioni del nostro veterinario, le condizioni climatiche, lo stato di salute dell'individuo e molti altri fattori che lo specialista ci consiglierà.

Piano di vaccinazione per cavalli in Spagna

La Spagna non ha una legislazione specifica sul programma di vaccinazione a cui i cavalli dovrebbero essere sottoposti, né alcuna legge che obbliga i proprietari a amministrare questi preparati biologici. Ma esiste un regolamento da parte di diverse associazioni e federazioni equine, specialmente quando i cavalli sono destinati alla competizione, quindi è molto importante essere informati su tale regolamento.

In questi casi si raccomanda la somministrazione di 3 vaccini :

  • Vaccino contro l' influenza equina : l' influenza equina o l'influenza equina è causata da un agente virale ( ortomixovirus ). È una malattia molto contagiosa che viene trasmessa attraverso l'aria attraverso l'espettorazione di altri animali e presenta sintomi simili a quelli che potremmo riscontrare quando ci ammaliamo di influenza. I cavalli di età inferiore ai 5 anni corrono il rischio di contrarre l'influenza equina e, inoltre, per questa malattia non esiste un trattamento specifico, ma sintomatico, quindi la vaccinazione è di grande importanza. Il primo vaccino deve essere somministrato tra i 4 e i 6 mesi di età, sarà necessaria una seconda dose dopo un mese e una dose di richiamo ogni 6 mesi. Nelle fattrici in gravidanza deve essere somministrato tra 4 e 6 settimane prima del parto.
  • Vaccino contro il tetano : in questo caso la malattia non è contagiosa, ma tutti i cavalli sono suscettibili di contrarla, inoltre la prognosi del tetano è sempre grave, quindi la vaccinazione acquisisce grande importanza. È causato dal batterio Clostridium Tetani, che produce una neurotossina che colpisce il sistema muscolare causando la morte per soffocamento. Il primo vaccino deve essere somministrato tra i 4 e i 6 mesi di età, offrendo una seconda dose nel mese successivo e una dose di richiamo ogni 6 mesi. Nelle fattrici in gravidanza deve essere somministrato 4 o 6 settimane prima del parto.
  • Vaccino contro la rinoneumonite equina : è una malattia contagiosa causata dall'herpesvirus equino di tipo 1 e 4 e viene trasmessa attraverso le vie aeree dall'espettorazione di un animale malato. Colpisce acutamente i giovani cavalli e può essere raccontato nei cavalli adulti. Produce febbre, riluttanza, secrezione nasale e tosse e può causare aborti in cavalle gravide. Il primo vaccino viene somministrato tra i 4 e i 6 mesi di età, la seconda dose deve essere somministrata un mese dopo e una dose di richiamo è richiesta ogni 6 mesi. Nelle fattrici in gravidanza deve essere somministrato nel quinto, settimo e nono mese di gestazione.

Vaccini per cavalli in Argentina

A differenza della Spagna, l' Argentina contempla una legislazione specifica per la vaccinazione dei cavalli, due vaccini e un test sono considerati obbligatori: vaccino contro l'influenza equina, encefalomielite equina e test di anemia infettiva equina. La differenza nella vaccinazione contro l'influenza equina è la frequenza delle dosi, poiché in questo paese è stabilito che il vaccino debba essere somministrato 4 volte all'anno, ogni dose coincidente con i cambiamenti stagionali.

Diamo un'occhiata agli aspetti specifici dell'altro vaccino obbligatorio e al test:

  • Vaccino contro l'encefalomielite equina : è una malattia grave causata da un virus del genere alphavirus, provoca disturbi della coscienza, irritazione motoria e paralisi, essendo in grado di raggiungere una paralisi completa che provoca la morte dell'animale in un periodo da 2 a 4 giorni . Nelle aree tropicali il vaccino richiede un'applicazione ogni 6 mesi, in altre aree geografiche è sufficiente una somministrazione annuale.
  • Test di anemia infettiva equina : l' anemia infettiva equina è causata da un tipo di lentivirus che provoca una condizione cronica caratterizzata da una significativa diminuzione dei globuli rossi e dell'emoglobina che provoca una significativa mancanza di ossigeno, portando alla morte di animale per un quadro acuto della malattia o per l'eutanasia. Questa malattia si manifesta con febbre alta, respiro rapido e depressione. La prova deve essere eseguita ogni 6 mesi e ogni 2 mesi se il cavallo non è permanentemente in una stalla, cioè se è in transito.

Vaccini per cavalli in Cile

Il Cile ha anche una legge che regola efficacemente il piano di vaccinazione per i cavalli, considerando obbligatori i seguenti vaccini:

  • Vaccino contro l'encefalomielite equina : viene applicato ai puledri e inizialmente sono necessarie 2 dosi, con una separazione di 30 giorni. Successivamente, è necessaria una rivaccinazione annuale durante il mese di settembre o ottobre.
  • Vaccino contro l'influenza equina : la prima dose viene somministrata a 3 o 4 mesi di vita, una seconda dose è necessaria nelle 2 o 6 settimane successive e infine un booster annuale.

Come in Argentina, anche il test dell'anemia infettiva equina è obbligatorio.

Vaccini per cavalli in Messico

In Messico non esiste un programma di vaccinazione standardizzato sebbene le seguenti raccomandazioni siano formulate dal programma di prevenzione delle malattie nei cavalli:

  • Vaccino contro la rinoneumonite equina : la prima dose viene somministrata tra 2 e 4 mesi, la dose di richiamo viene applicata 3 mesi dopo e da questo momento l'applicazione è necessaria ogni anno.
  • Vaccino contro l'influenza equina : la prima dose viene somministrata a 6 mesi di età, dando una seconda dose un mese dopo. La terza dose viene somministrata a 8 mesi e le dosi di richiamo saranno necessarie ogni 4 o 6 mesi.
  • Culla contro il tetano : nelle cavalle gravide deve essere somministrata tra le 4 e le 6 settimane prima del parto. Negli altri casi, richiede una prima dose e una dose di richiamo, dopodiché la vaccinazione verrà effettuata ogni anno.
  • Vaccino contro l'encefalite equina venezuelana : è una malattia virale che coinvolge febbre, prostrazione, malessere, debolezza, nausea, diarrea e perdita di appetito, la malattia può evolversi per dare sintomi neurologici che indicano infiammazione del cervello come convulsioni o sonnolenza, nei casi più gravi può causare la morte. La prima dose del vaccino viene somministrata a 4 mesi e successivamente il booster è annuale, il vaccino viene somministrato durante la primavera.
  • Vaccino antirabbico : è una malattia neurologica mortale di origine virale che può anche essere trasmessa all'uomo e provoca una significativa infiammazione cerebrale. Non è normale vederlo nei cavalli, ma nelle aree endemiche si raccomanda la vaccinazione annuale, tranne nel caso di donne in gravidanza.
  • Vaccino contro gurma o papera equina : è una malattia batterica che colpisce il tratto respiratorio superiore ed è altamente contagiosa, manifestandosi infine attraverso ascessi purulenti che compaiono nella regione della trachea. Il vaccino deve essere somministrato ogni anno, anche se in caso di epidemia possono essere fatte varie applicazioni.
  • Vaccino contro il virus del Nilo occidentale : è una malattia virale che provoca l'encefalite e si manifesta attraverso sintomi neurologici come l'anoressia, l'incapacità di deglutire, la paralisi facciale e i disturbi comportamentali. Può essere letale. La prima dose viene somministrata a 6 mesi e per l'immunizzazione completa sono necessarie 1 o 2 dosi in più, quindi deve essere somministrata ogni 6 mesi.

Scopri anche su milanospettacoli.com pronto soccorso per cavalli!

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Vaccini per cavalli, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Vaccinazioni.

Raccomandato

Perché il mio cane ha molti gas?
2019
Clinica veterinaria Río Rosas
2019
La gravidanza della cagna settimana per settimana
2019