Un gatto può essere vegetariano o vegano?

Vedi file Cats

Molte persone vegane e vegetariane prendono in considerazione l'idea di iniziare i loro animali con questo stesso tipo di dieta. Tuttavia, si deve tener conto in precedenza che il gatto è un animale strettamente carnivoro, quindi non sembra essere l'opzione più appropriata.

Sempre sul mercato possiamo trovare alimenti e lattine di cibo vegano per gatti. Quindi è una buona opzione? Un gatto può essere vegano o vegetariano? In questo nuovo articolo di milanospettacoli.com risolviamo i tuoi dubbi, tenendo conto di numerosi studi scientifici, continua a leggere:

Differenze tra cibo vegetariano e vegano

L'iniziazione a diete vegane e vegetariane aumenta notevolmente, anche tra la popolazione più giovane [1], sia a causa della sofferenza animale, della salute o della contaminazione.

Prima di entrare in questo articolo, sarà interessante sapere come distinguere correttamente cos'è una dieta vegana e vegetariana, sottolineando le caratteristiche di base di entrambi:

  • Dieta vegetariana : esclude il consumo di carne e pesce, nonché tutti i derivati ​​di origine animale, come latte, miele e uova. Vi sono alcune eccezioni, come gli "apop vegetariani" che consumano miele, gli "ovo vegetariani" che consumano uova e i "latticini vegetariani" che consumano latte. Ci sono anche combinazioni, come "ovo-dairy-vegetarian".
  • Dieta vegana : la dieta vegana è più di una forma di cibo, in quanto considerata uno stile di vita. I vegani respingono qualsiasi alimento di origine vegetale, l'uso di prodotti derivati ​​da animali e svolgono, per quanto possibile, uno stile di vita sostenibile, rispettoso degli animali e dell'ambiente in generale.

Un gatto può essere vegetariano o vegano da solo?

Come accennato nell'introduzione, i gatti domestici sono animali carnivori . E sebbene a volte possano essere attratti da un determinato frutto o verdura, non sono onnivori opportunisti, come nel caso dei cani o dei ratti. [2]

La morfologia del felino lo predispone all'alimentazione carnivora: le papille gustative dei gatti prediligono gli aminoacidi, presenti in carne, pesce, uova o crostacei. Al contrario, respingono i monosaccaridi e i disacarcaridi, presenti in frutta, verdura, noci o cereali. [2]

A causa di tutti questi fattori, un gatto non può essere vegetariano o vegano da solo, è una scelta che i suoi proprietari prendono per lui.

Se i gatti sono carnivori, può morire un gatto vegano?

I gatti hanno determinati requisiti nutrizionali [3] come carboidrati, fibre, grassi, acidi grassi, proteine, vitamine e aminoacidi. Alcuni sono più necessari di altri, ma dopo tutto, tutti sono vitali per la loro sopravvivenza. In caso di carenze nutrizionali, un gatto potrebbe morire.

C'è cibo vegano per gatti?

Pur sapendo che i gatti sono animali carnivori, nel mercato possiamo facilmente trovare alimenti vegetariani e alimenti vegani per gatti, come è possibile?

Questi tipi di alimenti sono specificamente formulati con ingredienti gratuiti di origine animale ma allo stesso tempo forniscono al felino tutte le esigenze nutrizionali di cui ha bisogno. Cioè, un gatto che consuma un alimento vegano o vegetariano etichettato "nutrizionalmente completo" ogni giorno non soffrirà di problemi di salute.

In generale, vengono utilizzati integratori e additivi che rendono questo alimento più appetibile, cioè più appetibile. Tuttavia, non tutti i gatti lo accetteranno positivamente. Pertanto, se stai pensando di iniziare il tuo gatto con questo tipo di dieta, ti consigliamo di valutare le opinioni dei mangimi per gatti vegani prima di acquistarlo e di monitorare bene qualsiasi mangime vegano economico, poiché potrebbe non essere completo dal punto di vista nutrizionale.

Il cibo per gatti vegano fatto in casa è buono?

Come abbiamo spiegato, i mangimi commerciali sono generalmente formulati in modo che il gatto li accetti in modo positivo, cosa che di solito non si verifica con diete vegane o vegetariane fatte in casa. La stessa morfologia li spinge a rifiutare questo tipo di cibo . [2]

Inoltre, nel caso desideriamo preparare da soli la dieta del nostro gatto, possiamo creare carenze nutrizionali senza volerlo. Sono comuni carenze di calcio, taurina o determinate vitamine, che possono causare anemia e altre patologie.

Follow-up veterinario

In genere si consiglia a un gatto in buona salute di visitare il veterinario ogni 6 o 12 mesi per eseguire un controllo generale, ma nel caso di seguire diete vegetariane o vegane, è importante andare più frequentemente, ogni 2 o 3 mesi .

Lo specialista eseguirà un'osservazione generale e un esame del sangue per rilevare rapidamente qualsiasi problema di salute. Non andare dallo specialista può far ammalare il nostro migliore amico senza saperlo. Ricorda che i gatti sono animali molto riservati e di solito non mostrano sintomi di malattia fino a quando non è troppo tardi.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Può un gatto essere vegetariano o vegano?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione sui problemi di alimentazione.

riferimenti
  1. Perry CL, Mcguire MT, Neumark-Szainer D., Story M., Caratteristiche degli adolescenti vegetariani in una popolazione urbana multietnica Journal of Adolescent Health Volume 29, Numero 6, Dicembre 2001, Pagine 406-416
  2. Bradshaw JWS, Goodwin D., Legrand-Defétin V., Nott HMR, Selezione di cibo da parte del gatto domestico, un carnivoro obbligato Biochimica comparata e fisiologia Parte A: Fisiologia Volume 114, Numero 3, Luglio 1996, Pagine 205-209
  3. Requisiti nutrizionali per cani e gatti - Consiglio nazionale delle ricerche delle Accademie nazionali

Raccomandato

Etologia canina
2019
Come tagliare i peli di un cane a casa?
2019
Idee per riciclare mobili antichi
2019