Tipi di squali - Specie e loro caratteristiche

Diffusi nei mari e negli oceani del mondo, ci sono più di 350 specie di squali, sebbene non sia nulla di paragonabile alle oltre 1.000 specie fossili che conosciamo. Gli squali preistorici sono comparsi sul pianeta Terra 400 milioni di anni fa, da allora molte specie sono scomparse e altre sono sopravvissute ai grandi cambiamenti che il pianeta ha subito. Gli squali come li conosciamo oggi sono apparsi 100 milioni di anni fa.

La varietà di forme e dimensioni, rende gli squali classificati in diversi gruppi e all'interno di questi gruppi troviamo decine di specie. Ti invitiamo a sapere, in questo articolo di milanospettacoli.com, quanti tipi di squali ci sono, le loro caratteristiche e diversi esempi.

Squatiniformes

Squali dell'ordine Gli squatiniformi sono comunemente noti come "squali angelo". Questo gruppo è caratterizzato dal fatto di non avere una pinna anale, un corpo appiattito e pinne pettorali altamente sviluppate . Il suo aspetto è molto simile a quello di una linea, ma non lo sono.

L' angelo spinoso ( Squatina aculeata ) abita la parte orientale dell'Oceano Atlantico, dal Marocco e dalle coste del Sahara occidentale alla Namibia, passando per Mauritania, Senegal, Guinea, Nigeria e Gabon a sud dell'Angola. Si trovano anche nel Mediterraneo. Nonostante sia il più grande squalo del suo gruppo (lungo quasi due metri), la specie è gravemente minacciata a causa della pesca intensiva. Sono animali vivipari aplacentali.

Nel nord-ovest e nel centro-ovest del Pacifico troviamo un'altra specie di squalo angelo, lo squalo ocellato ( Squatina Tergocellatoides ). Si sa molto poco su questa specie poiché ci sono pochi esemplari catalogati. Alcuni dati indicano che vivono sul fondo del mare a profondità comprese tra 100 e 300 metri, poiché la pesca a strascico viene di solito catturata accidentalmente.

Altre specie di squali Squatiniformes sono:

  • Squalo angelo orientale ( Squatina albipunctata )
  • Squalo angelo argentino ( Squatina argentina )
  • Squalo angelo cileno ( Squatina armata )
  • Squalo angelo australiano ( Squatina australis )
  • Squalo angelo del Pacifico ( Squatina califórnica )
  • Squalo angelo atlantico ( Squatina dumeril )
  • Squalo angelo taiwanese ( Squatina formosa )
  • Angelo giapponese ( Squatina japonica )

Nell'immagine possiamo vedere una copia di un angelo giapponese :

Pristiophoriformes

L'ordine dei Pristiophoriformes è formato dagli squali di montagna . Il naso di questi squali è allungato con bordi seghettati, da cui il loro nome. Come il precedente gruppo di squali, i pristiophoriformes non hanno pinne anali . Cercano la loro preda sul fondo del mare, per questo hanno due lunghe appendici vicino alla bocca che servono a rilevare la loro preda.

Nell'Oceano Indiano, a sud dell'Australia e della Tasmania, troviamo lo squalo trompudo ( Pristiophorus cirratus ). Vivono in zone sabbiose, a profondità che variano tra 40 e 300 metri, dove trovano facilmente la loro preda. Sono animali ovovivipari.

Più in profondità e nel Mar dei Caraibi, troviamo la sega di squalo delle Bahamas ( Pristiophorus schroederi ). Questo animale, fisicamente molto simile al precedente e al resto degli squali di montagna, vive tra i 400 e i 1.000 metri di profondità.

In totale ci sono solo sei specie descritte di squalo sega, le altre quattro sono:

  • Six gill saw shark ( Pliotrema warreni )
  • Squalo sega giapponese ( Pristiophorus japonicus )
  • Squalo sierra meridionale ( Pristiophorus nudipinnis )
  • Squalo sega occidentale ( Pristiophorus delicatus )

Nella foto vi mostriamo uno squalo sega dal Giappone :

Squaliformes

L'ordine di Squaliformes comprende oltre 100 specie di squali. Gli animali di questo gruppo sono caratterizzati dall'avere cinque paia di aperture e spiracoli di branchie, che sono buchi legati al sistema respiratorio. Non hanno membrana nittitante o terza palpebra, né pinne anali .

In quasi tutti i mari e gli oceani del mondo possiamo trovare squali di rovo ( Echinorhinus brucus ), noto anche come pesce chiodo di garofano. Quasi nulla si sa sulla biologia di questa specie. Sembra che abitino a una profondità compresa tra 400 e 900 metri, sebbene siano stati trovati anche molto più vicini alla superficie. Sono animali ovovivipari, relativamente lenti e con una dimensione massima di 3 metri di lunghezza.

Un altro squalo più noto è il maiale marino spinoso o il pesce spinoso cucciolo ( Oxynotus bruniensis ). Vive nelle acque dell'Australia meridionale e della Nuova Zelanda, nel Pacifico sud-occidentale e nell'India orientale. È stato avvistato in una gamma molto ampia di profondità, tra 45 e 1.067 metri. Sono piccoli animali, poiché raggiungono una dimensione massima di 76 centimetri. Sono luoghi ovovivipari con oofagia.

Altre specie conosciute di squali squaliformi sono:

  • Mielga soft ( Mollisquama parini )
  • Tollo pigmeo dagli occhi piccoli ( Squaliolus aliae )
  • Denti scricchiolanti Tollo ( Miroscyllium sheikoi )
  • Quelvacho blight ( Aculeola nigra )
  • Strega dalla coda bianca ( Scymnodalatias albicauda )
  • Tollo nero ( Centroscyllium fabricii )
  • Squalo plunket ( Centroscymnus plunketi )
  • Strega giapponese ( Zameus ichiharai )

Nella fotografia è possibile osservare un esemplare di tollo pigmeo oculare :

Immagine: //www.naviri.org/2018/10/squaliolus-aliae.html

Carcharhiniformes

Questo gruppo comprende circa 200 specie di squali, tra cui alcuni ben noti come lo squalo martello ( Sphyrna lewini ). Gli animali appartenenti a questo ordine e seguenti hanno già una pinna anale . Questo gruppo, inoltre, è caratterizzato da un naso piatto, una bocca molto ampia che supera il limite degli occhi, la cui palpebra inferiore funge da membrana nittitante e nel suo sistema digestivo hanno una valvola intestinale a spirale .

Lo squalo tigre ( Galeocerdo cuvier ) è uno degli squali più conosciuti, inoltre, secondo le statistiche degli attacchi di squalo, questo, insieme allo squalo toro e allo squalo bianco, sono quelli che registrano il maggior numero di attacchi. Lo squalo tigre vive in oceani e mari con temperature tropicali o temperate in tutto il mondo. Si trova sulla piattaforma continentale e scogliere. Sono vivipari di oofagia.

Il dogfish ( Galeorhinus galeus ) abita le acque che bagnano l'Europa occidentale, l'Africa occidentale, il Sud America, la costa occidentale degli Stati Uniti e la parte meridionale dell'Australia. Preferisce le aree poco profonde. Sono vivipari aplacental con cucciolate tra 20 e 35 figli. Sono squali relativamente piccoli, tra 120 centimetri e 135.

Altre specie di carcharhiniformes sono:

  • Squalo grigio ( Carcharhinus amblyrhynchos )
  • Squalo barbuto ( Leptocharias smithii )
  • Harlequin colossus tollo ( Ctenacis fehlmanni )
  • Tolip dentiplano ( Scylliogaleus quecketti )
  • Denti arpione gallare ( Chaenogaleus macrostoma )
  • Mezzaluna galeo ( Hemigaleus microstoma )
  • Gáleo allungato ( Hemipristis elongata )
  • Squalo pinna bianca ( Carcharhinus albimarginatus )
  • Squalo della barriera corallina caraibica ( Carcharhinus perezi )
  • Squalo borneo ( Carcharhinus borneensis )
  • Squalo nervoso ( Carcharhinus cautus )

La copia dell'immagine è uno squalo martello :

Lamniformes

Gli squali lamniformi hanno due pinne dorsali e una pinna anale . Non hanno palpebre nittitanti, hanno cinque fessure e spiracoli di branchia . La valvola intestinale ha la forma di un anello. La maggior parte ha un muso allungato e l'apertura della bocca li raggiunge dietro gli occhi.

Lo strano squalo goblin ( Mitsukurina owstoni ) ha una distribuzione globale ma irregolare, non si diffondono attraverso gli oceani in modo omogeneo. Questa specie può essere trovata in più luoghi, ma i dati provengono da catture accidentali nelle reti da pesca. Vivono tra 0 e 1.300 metri di profondità, possono superare i 6 metri di lunghezza. Il tipo di riproduzione e la sua biologia non sono noti.

Lo squalo elefante ( Cetorhinus maximus ) non è un grande predatore come gli altri squali di questo gruppo, è una specie di acqua fredda molto grande, che è alimentata dalla filtrazione, è migratoria ed è ampiamente distribuita in tutti i mari e gli oceani del pianeta. Le popolazioni di questo animale che si trovano nel Nord Pacifico e nell'Atlantico nord-occidentale sono in pericolo di estinzione.

Altre specie di squali lamniformi:

  • Squalo toro ( Carcharias Taurus )
  • Toro Bambaco ( Carcharias tricuspidatus )
  • Squalo coccodrillo ( Pseudocarcharias kamoharai )
  • Squalo Boquiancho ( Megachasma pelagios )
  • Volpe pelagica ( Alopias pelagicus )
  • Ojón o volpe nera ( Alopias superciliosus )
  • Squalo bianco ( Carcharodon carcharias )
  • Marrajo ( Isurus oxyrinchus )

Nell'immagine puoi vedere un'immagine dello squalo elefante :

Orectolobiformes

Gli squali orectolobiform vivono in acque tropicali o calde. Sono caratterizzati dall'avere una pinna anale, due pinne dorsali senza spine, la piccola bocca in relazione al corpo, con le narici (simili alle narici) comunicate con la bocca, il muso corto, proprio di fronte agli occhi. Esistono circa trentatre specie di squali orectolobiformi.

Lo squalo balena ( Rhincodon typus ) vive in tutti i mari tropicali, subtropicali e caldi, compreso il Mediterraneo. Si trovano dalla superficie a quasi 2000 metri di profondità. Possono raggiungere i 20 metri, pesando più di 42 tonnellate. Per tutta la sua vita, uno squalo balena si nutrirà di diverse prede, in base alla propria crescita. Man mano che cresce, anche la diga deve essere più grande.

Lungo la costa meridionale dell'Australia, a una profondità ridotta (meno di 200 metri), troviamo lo squalo tappeto ( Orectolobus halei ). Di solito vive su barriere coralline o aree rocciose, dove può facilmente mimetizzarsi. Sono animali notturni, lasciano la loro tana solo al crepuscolo. È una specie vivipara con oofagia.

Altre specie di squalo orectolobiform:

  • Falso rosso barbuto ( Cirrhoscyllium expolitum )
  • Squalo tappeto arrugginito ( Parascyllium ferrugineum )
  • Arabian coltarga coltarga ( Chiloscyllium arabicum )
  • Coltarga grigia ( Chiloscyllium griseum )
  • Squalo cieco ( Brachaelurus waddi )
  • Squalo nutrice grifone ( Nebrius ferrugineus )
  • Zebra o acebrado ( Stegostoma fasciatum )

La fotografia mostra un esemplare di tappeto di squalo :

Heterodontiformes

Gli squali eterodontiformi sono piccoli animali, hanno una spina dorsale nella pinna dorsale, pinna anale. Sopra gli occhi hanno una cresta e non hanno una membrana nittitante. Hanno cinque fessure di branchia, tre delle quali sulle pinne pettorali. Hanno due diversi tipi di denti, quelli anteriori sono affilati e conici, mentre quelli posteriori sono piatti e larghi, che servono a schiacciare il cibo. Sono squali ovipari.

Lo squalo corno ( Heterodontus francisci ) è una delle 9 specie esistenti di questo ordine di squali. Vivono principalmente sulla costa meridionale della California, anche se la specie si estende in Messico. Possono essere trovati a profondità superiori a 150 metri, ma la cosa normale è che sono profondi tra 2 e 11 metri.

Il sud dell'Australia e la Tanzania abitano lo squalo di Port Jackson ( Heterodontus portusjacksoni ). Come il resto degli squali eterodontiformi, vive in acque superficiali, riuscendo a trovare fino a 275 metri di profondità. È anche notturno, durante il giorno è nascosto nelle scogliere o nelle aree rocciose. Misurano circa 165 centimetri di lunghezza.

Le altre specie di squali eterodontiformi sono:

  • Grande squalo cornuto ( Heterodontus galeatus )
  • Squalo cornuto giapponese ( Heterodontus japonicus )
  • Squalo cornuto messicano ( Heterodontus mexicanus )
  • Squalo cornuto dell'Oman ( Heterodontus omanensis )
  • Grande squalo cornuto delle Galapagos ( Heterodontus quoyi )
  • Grande squalo cornuto africano ( Heterodontus ramalheira )
  • Grande zebra cornuta ( zebra di Heterodontus )

Lo squalo immagine è un esemplare di squalo corno :

Hexanchiformes

Finiamo questo articolo di tipi di squalo con esanchiformi. Questo ordine di squali comprende le specie viventi più primitive, che sono solo sei specie. Sono caratterizzati dall'avere una singola pinna dorsale con una spina dorsale, da sei a sette aperture di branchia e non hanno membrana nittitante negli occhi.

Lo squalo anguilla o mollusco ( Chlamydoselachus anguineus ) abita gli oceani Atlantico e Pacifico, in modo molto eterogeneo. Vivono a una profondità massima di 1.500 metri e un minimo di 50 metri, sebbene siano generalmente compresi tra 500 e 1.000 metri. È una specie vivipara e si ritiene che la gestazione possa durare tra 1 e 2 anni.

Lo squalo mucca dagli occhi grandi ( Hexanchus nakamurai ) è ampiamente distribuito su tutti i mari e gli oceani caldi e temperati ma, come nel caso precedente, la distribuzione è molto eterogenea. È una specie di acque profonde, tra 90 e 620 metri. Di solito raggiungono i 180 centimetri di lunghezza. Sono ovovivipari e hanno circa 13 e 26 figli.

Il resto degli squali esanchiformi sono:

  • Squalo anguilla sudafricano ( Chlamydoselachus africana )
  • Seven gill shark ( Heptranchias perlo )
  • Canabota grigio o squalo pettine ( Hexanchus griseus )
  • Squalo mucca dal naso corto o squalo macchiato ( Notorynchus cepedianus )

Nella fotografia c'è un esemplare di squalo anguilla o squalo mollusco:

Se vuoi leggere altri articoli simili a Tipi di squali - Specie e loro caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Carlisle, AB 2015. Heterodontus francisci. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T39333A80671300.
  • Ebert, DA, Serena, F. & Mancusi, C. 2009. Hexanchus nakamurai. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2009: e.T161352A5404404.
  • Ferreira, LC & Simpfendorfer, C. 2019. Galeocerdo cuvier. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2019: e.T39378A2913541.
  • Finucci, B. & Duffy, CAJ 2018. Mitsukurina owstoni. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T44565A2994832.
  • Finucci, B. e Kyne, PM 2018. Oxynotus bruniensis. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T41840A68639645.
  • Heupel, MR 2006. Pristiophorus schroederi. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2006: e.T60226A12328495.
  • Huveneers, C., Pollard, DA, Gordon, I., Flaherty, AA & Pogonoski, J. 2015. Orectolobus halei. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T161709A68638176.
  • Huveneers, C. & Simpfendorfer, C. 2015. Heterodontus portusjacksoni. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T39334A68625721.
  • Morey, G., Serena, F., Mancusi, C., Coelho, R., Seisay, M., Litvinov, F. & Dulvy, N. 2007. Squatina aculeata. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2007: e.T61417A12477164.
  • Paul, L. (Workshop regionale di SSG Australia e Oceania, marzo 2003) 2003. Echinorhinus brucus. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2003: e.T41801A10563978.
  • Pierce, SJ e Norman, B. 2016. Rhincodon typus. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2016: e.T19488A2365291
  • Smart, JJ, Paul, LJ e Fowler, SL 2016. Chlamydoselachus anguineus. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2016: e.T41794A68617785.
  • Walker, TI, Cavanagh, RD, Stevens, JD, Carlisle, AB, Chiaramonte, GE, Domingo, A., Ebert, DA, Mancusi, CM, Massa, A., McCord, M., Morey, G., Paul, LJ, Serena, F. & Vooren, CM 2006. Galeorhinus galeus. La Lista Rossa IUCN di Threate

Raccomandato

Cos'è l'agricoltura biologica?
2019
Prendersi cura della pianta di banane indoor
2019
Toelettatura cani Patusos
2019