Tipi di leoni - Nomi e caratteristiche

Il leone è in cima alla catena alimentare. Le sue dimensioni imponenti, la forza dei suoi artigli e mascelle e il suo ruggito lo rendono un avversario difficile da superare negli ecosistemi in cui vive. Nonostante ciò, ci sono alcuni leoni e leoni estinti in pericolo di estinzione.

Esatto, ci sono stati e ci sono diverse specie di questo enorme gatto. Pensandoci, in questo articolo di milanospettacoli.com parleremo dei tipi di leoni e condivideremo un elenco completo con le caratteristiche di ciascuno di essi. Continua a leggere!

Quanti tipi di leoni ci sono nel mondo?

Al momento sopravvive un tipo di leone ( Panthera leo ), da cui derivano 7 sottospecie, sebbene ce ne siano state molte altre. Alcune specie si sono estinte migliaia di anni fa, mentre altre sono scomparse a causa dell'essere umano. Inoltre, tutte le specie di leoni sopravvissute sono in pericolo di estinzione.

Questo numero corrisponde ai leoni appartenenti alla famiglia dei gatti, ma sapevi che esistono anche tipi di leoni marini ? Esatto! Per quanto riguarda questo animale marino, ci sono 7 generi con diverse specie.

Ora che sai quanti tipi di leoni ci sono nel mondo, ti invitiamo a incontrarli. Andiamo lì!

Caratteristiche dei leoni

Per iniziare questo elenco completo con funzionalità, parliamo del leone come specie. Panthera leo è la specie da cui discendono le diverse sottospecie di leoni. In effetti, la Lista Rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) riconosce solo questa specie e indica Panthera leo persica e Panthera leo leo come l'unica sottospecie. Tuttavia, altri elenchi tassonomici, come ITIS, identificano più varietà.

Il leone vive in branchi e abita nelle praterie, nelle savane e nelle giungle dell'Africa. Questi branchi, in generale, sono composti da uno o due maschi e diversi leoni femmine. Vive in media 7 anni ed è considerato il "re della giungla" per la sua furia e la sua grande capacità di caccia. In questo senso, va notato che si tratta di un animale carnivoro, che può nutrirsi di antilopi, zebre, ecc. E che le femmine sono responsabili della caccia e dell'alimentazione della mandria. Per maggiori dettagli, vedi il seguente articolo: "L'alimentazione del leone".

Un'altra caratteristica dei leoni più importanti è il loro marcato dimorfismo sessuale . I maschi tendono ad essere più grandi delle femmine e hanno peli abbondanti, mentre le femmine hanno tutta la loro pelliccia corta e uniforme.

Tipi di leoni e loro caratteristiche

Le sottospecie di leoni attualmente esistenti e riconosciute dalle varie organizzazioni ufficiali sono:

  • Leone Katanga
  • Congo Lion
  • Leone del Transvaal
  • Leone dell'Atlante
  • Leone Nubiano
  • Leone asiatico
  • Leone dell'Africa occidentale

Vediamo di seguito le caratteristiche di ciascun tipo di leone.

1. Leone di Katanga

Tra i tipi di leoni e le loro caratteristiche, il leone di Katanga o Angola ( Panthera leo bleyenberghi ) è distribuito nell'Africa meridionale . È una sottospecie di grandi dimensioni, in grado di raggiungere fino a 280 chili nei maschi, sebbene la media sia di 200 chili.

Per quanto riguarda il suo aspetto, evidenzia il caratteristico colore della sabbia e una criniera spessa e imponente. L'area più esterna della criniera può apparire in una combinazione di marrone chiaro con caffè.

2. Leone del Congo

Il leone del Congo ( Panthera leo azandica ), chiamato anche il leone dell'Africa centrale, è una sottospecie che viene distribuita nelle pianure del continente africano, in particolare in Uganda e nella Repubblica del Congo.

Si caratterizza per la misurazione tra 2 metri e 50 centimetri e 2 metri 80 centimetri. Inoltre, pesa tra 150 e 190 chili. I maschi hanno la criniera caratteristica, sebbene meno frondosa rispetto ad altre varietà di leoni. Il colore del mantello spazia dalla caratteristica sabbia al marrone scuro .

3. Transvaal Lion

Il Panthera leo krugeri, chiamato Transvaal, dal Sudafrica o leone africano, è una varietà della parte meridionale dell'Africa, sorella del leone di Katanga, sebbene la superi di dimensioni. I maschi di questa specie raggiungono fino a 2 metri e 50 centimetri di lunghezza.

Sebbene abbiano il tipico colore sabbia nella pelliccia, questo raro leone bianco proviene da questa varietà. Il leone bianco è una mutazione del krugeri, quindi la pelliccia bianca appare come risultato di un gene recessivo. Nonostante la loro bellezza, sono vulnerabili in natura, perché il colore chiaro è difficile da camuffare nella savana.

4. Leone dell'Atlante

Chiamato anche leone di Barberia ( Panthera leo leo ), è una sottospecie che si estinse intorno al 1942. Si sospetta che ci siano diversi esemplari negli zoo, come quelli trovati a Rabat (Marocco). Tuttavia, l'incrocio con altre sottospecie di leoni complica il compito di allevare individui puri del leone dell'Atlante.

Secondo i registri, questa sottospecie sarebbe una delle più grandi, caratterizzata da una criniera grande e rigogliosa. Ha vissuto sia nelle savane che nelle giungle africane.

5. Leone di Nubia

Un altro dei tipi di leoni ancora esistenti è la Panthera leo nubica, una varietà che abita nell'Africa orientale. Il suo peso corporeo è compreso tra la media della specie, cioè tra 150 e 200 chili . Il maschio di questa sottospecie ha una criniera abbondante e più scura all'esterno.

Un fatto curioso di questa specie è che è uno dei felini utilizzati per il famoso logo Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) un leone nubiano.

6. Leone asiatico

Il leone asiatico ( Panthera leo persica ) è originario dell'Africa, anche se oggi può essere trovato in giardini zoologici e riserve in varie parti del mondo.

Questa varietà è più piccola rispetto ad altri tipi di leoni e ha un mantello più leggero, con criniera rossastra nei maschi. Attualmente, è tra i tipi di leoni in via di estinzione a causa della riduzione del loro habitat, bracconaggio e rivalità con gli abitanti delle aree in cui vivono.

7. Leone dell'Africa occidentale

L'ultimo di questo elenco di tipi di leoni e le loro caratteristiche è la Panthera leo senegalensis o leone dell'Africa occidentale. Vive in branchi e misura circa 3 metri, compresa la coda.

Questa varietà è in via di estinzione a causa del bracconaggio e dell'espansione delle città, che riduce la quantità di prede disponibili.

Tipi di leoni in pericolo di estinzione

Tutti i tipi di leoni sono in pericolo di estinzione, alcuni in uno stato più critico di altri. Nel corso degli anni, le popolazioni selvatiche sono diminuite e anche le nascite in cattività sono scarse.

Tra i motivi che minacciano il leone e la sua sottospecie sono:

  • Espansione di aree commerciali e residenziali che riducono l'habitat naturale del leone.
  • Diminuzione delle specie che nutrono il leone.
  • Introduzione di altre specie o rivalità con altri predatori per le prede.
  • Bracconaggio.
  • Espansione dell'agricoltura e del bestiame.
  • Conflitti bellici e militari nell'habitat del leone.

Questo elenco completo con caratteristiche include anche quelle specie mancanti. Successivamente, incontra i leoni estinti.

Tipi di leoni estinti

Sfortunatamente, diverse specie di leoni hanno cessato di esistere per vari motivi, alcuni a causa dell'azione dell'essere umano. Questi sono i tipi di leoni estinti:

  • Leone nero
  • Leone delle caverne
  • Leone primitivo della caverna
  • Leone americano

1. Leone nero

Panthera leo melanochaitus, chiamato black o Cape lion, è una sottospecie dichiarata estinta nel 1860 . Prima di scomparire, ha abitato nel sud-ovest del Sudafrica. Sebbene si sappia poco su di lui, pesava tra i 150 e i 250 chili e viveva da solo, contrariamente ai comuni pacchi di leoni.

I maschi avevano una criniera nera che dava loro il nome. Sono scomparsi dal continente africano durante la colonizzazione inglese, mentre venivano minacciati attaccando frequentemente le popolazioni umane. Nonostante la sua estinzione, si ritiene che i leoni nella regione del Kalahari abbiano un carico genetico da questa specie.

2. Leone delle caverne

Panthera leo spelaea era una specie che è stata trovata nella penisola iberica, in Inghilterra e in Alaska. Abitò sulla Terra durante il Pleistocene, 2, 60 milioni di anni fa. Ci sono prove della sua esistenza grazie alle pitture rupestri di 30.000 anni fa e ai fossili trovati.

In generale, le sue caratteristiche erano simili a quelle dell'attuale leone: tra 2, 5 e 3 metri di lunghezza e 200 chili di peso.

3. Leone primitivo delle caverne

Il primitivo leone delle caverne ( Panthera leo fossilis ) è un altro tipo di leoni estinti che si sono estinti nel Pleistocene. Raggiunse i 2, 50 metri di lunghezza e visse in Europa . Fa parte dei più antichi fossili felini estinti trovati.

4. Leone americano

La panthera leo atrox fu distribuita in tutto il Nord America, dove è possibile che arrivasse attraverso lo stretto di Bering prima che avvenisse la deriva dei continenti. Potrebbe essere stata la più grande specie di leoni della storia, si ritiene che misurasse quasi 4 metri e pesasse tra 350 e 400 chili.

Secondo i dipinti rupestri trovati, questa sottospecie mancava di criniera o era molto scarsa. È scomparso durante l'estinzione di massa della megafauna, avvenuta nel Quaternario.

Altre sottospecie di leoni estinti

Queste sono altre varietà di leoni che sono anche estinte:

  • Leone di Beringia ( Panthera leo vereshchagini )
  • Leone dello Sri Lanka ( Panthera leo sinhaleyus )
  • Leone europeo ( Panthera leo europaea )

Se vuoi leggere altri articoli simili a Tipi di leoni - Nomi e caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Otariidae. Rapporto ITIS.
  • Bertola, LD; Van Hooft, WF; Vrieling, K .; Uit De Weerd, DR; York, DS; Bauer, H.; Prins, HHT; Funston, PJ; Udo De Haes, HA; Leirs, H.; Van Haeringen, WA; Sogbohossou, E.; Tumenta, PN; Da Iongh, HH (2011). Diversità genetica, storia evolutiva e implicazioni per la conservazione del leone (Panthera leo) nell'Africa occidentale e centrale (PDF). Journal of Biogeography. 38 (7): 1356–1367.
  • Sarah K. Haas, Virginia Hayssen e Paul R. Krausman. Panthera Leo Mammalian Species 2005 (762), 1-11, (15 luglio 2005).
  • Cajus G. Diedrich. Pleistocene superiore Panthera leo spelaea (Goldfuss, 1810) resti delle Grotte di Bilstein (Carso Sauerland) e contributo alla tafonomia del leone delle steppe, alla paleobiologia e al dimorfismo sessuale. Annales de Paléontologie, Volume 95, Numero 3, 2009, pagg. 117-138.
  • Chernova, OF (2016). Identificazione morfologica e genetica e studio isotopico dei capelli di un leone delle caverne (Panthera spelaea Goldfuss, 1810) dal fiume Malyi Anyui (Chukotka, Russia) . Recensioni di scienze quaternarie. Volume 142: pagine 61-73.
  • Burger, Joachim e Helmut Hemmer. Richiesta urgente di ulteriore riproduzione della popolazione di zoo delle reliquie del leone di Barbary in pericolo di estinzione (Panthera leo leo Linnaeus 1758) . European Journal of Wildlife Research (2006), vol. 52, n. 1, 54-58.
  • Yamaguchi, N. (2000). Il leone di Barbary e il leone di Capo: i loro luoghi filogenetici e la loro conservazione . African Lion Working Group Notizie 1: 9-11.
  • Breitenmoser, U., Mallon, DP, Ahmad Khan, J. & Driscoll, C. 2008. Panthera leo ssp. persica. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2008: e.T15952A5327221. .
  • Panthera Leo Rapporto ITIS. co

Raccomandato

Il maiale come animale domestico
2019
Qual è il più grande alligatore del mondo?
2019
I 10 migliori genitori del regno animale
2019