Stress idrico: acqua in pericolo

Lo stress idrico è un fenomeno sempre più diffuso che provoca un deterioramento delle risorse di acqua dolce in termini di quantità (falde acquifere sfruttate eccessivamente, fiumi secchi, laghi contaminati) e qualità (eutrofizzazione, contaminazione della materia organica, intrusione salina). In questo articolo, spieghiamo in dettaglio che cos'è lo stress idrico.

Che cos'è lo stress idrico?

Succede quando la domanda di acqua è superiore alla quantità disponibile per un certo periodo di tempo o quando il suo uso è limitato dalla sua bassa qualità. Gran parte della Spagna ha un alto rischio di deterioramento della quantità e della qualità dell'acqua, tenendo conto del fatto che la domanda di acqua in Spagna tra il 1975 e il 2006 è aumentata dal 50% al 70%. Nel 2030, il 65% della popolazione spagnola subirà le conseguenze dello stress idrico.

La nostra società non è consapevole dei problemi che può causare una carenza idrica e il suo uso è sproporzionato con un enorme spreco nella sfera domestica. La Spagna è il paese in Europa che consuma più acqua nelle case, con una media di 250 litri a persona al giorno. La spesa prudente e l'uso di sistemi efficienti impedirebbero il peggioramento del problema. In tal senso, dobbiamo continuare a promuovere una nuova cultura dell'acqua che consenta la gestione sostenibile di questa preziosa risorsa tra tutti. L'Europa ha aumentato il consumo di acqua in media di circa 50 millimetri cubi per ettaro all'anno.

Se vuoi leggere altri articoli simili allo stress idrico: acqua in pericolo, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di energie rinnovabili.

Raccomandato

Differenza tra biotico e abiotico
2019
Impedisci al mio gatto di urinare a casa
2019
Cosa fare con le batterie usate in modo che non contaminino
2019