Storia del Golden Retriever

File di animali: Golden Retriever o Golden Retriever

La storia del golden retriever è la storia di una razza con una stella, di una razza che ha superato con successo l'immaginazione di coloro che hanno osato sognare il perfetto cane da caccia. È anche la storia di gioia, amore, resa e solidarietà, incarnata nella devozione del cane per l'essere umano. In poche parole, è la storia di un cane da caccia che è diventato un cane umanitario.

In questo articolo di milanospettacoli.com ti diremo come è nata questa razza incrociandone molte altre, fino a quando non è diventata una delle più conosciute. Se ti piacciono questi cani, potresti anche essere interessato alla cura dei capelli del golden retriever o ai nomi dei cani golden retriever.

Alla ricerca del cane perfetto

Gli aristocratici europei del diciannovesimo secolo che amavano la caccia erano diventati ossessionati dalla ricerca del cane perfetto . Stavano cercando un cane multifunzionale in grado di svilupparsi in diversi campi e svolgere diversi compiti. Nel Regno Unito, l'ossessione si era concentrata sui cani da riporto, dal momento che il puntatore e il setter non avevano dato buoni risultati come cani da collezione (coloro che recuperavano la preda per i cacciatori).

Pertanto, molti nobili europei del diciannovesimo secolo erano impegnati, tra le altre cose, nell'allevamento di cani da caccia. Hanno effettuato incroci tra diverse razze di cani nella speranza di raggiungere le qualità che ognuno cercava. Sfortunatamente, hanno tenuto segrete le croci che hanno fatto, senza lasciare traccia di ciò che stavano facendo. Sebbene molti dei recuperatori attuali siano il risultato di questi programmi di allevamento non sistematici, la maggior parte di questi nobili fallì nel tentativo di ottenere un cane adatto alla caccia.

Sir Dudley Marjoribanks, che in seguito fu chiamato Lord Tweedmouth, era uno dei sognatori che cercavano il perfetto cane da caccia degli uccelli nelle foreste scozzesi di Guisachan. Fortunatamente, Lord Tweedmouth era un uomo ordinato e meticoloso, che seguiva programmi di allevamento ben pianificati e teneva un registro di tutti gli incroci effettuati e delle razze impiegate. Nel 1865, Tweedmouth acquisì "Nous", un documentalista giallo ondulato da una cucciolata non registrata. Quel cane fu incrociato con uno spaniel d'acqua di Tweed chiamato "Belle", anch'esso di proprietà di Tweedmouth, e la prole era il pilastro fondamentale per lo sviluppo della razza che ora conosciamo come Golden Retriever.

Il retriever rivestito ondulato, ora estinto, erano cani da raccolta comuni nel Regno Unito a quel tempo e provenivano da incroci tra la Terranova di San Giovanni e gli insediamenti. Pertanto, erano cani con grandi qualità per segnalare la caccia e raccoglierla, sia a terra che in acqua. Questi cani sono gli antenati più diretti del documentalista con rivestimento piatto e, dal momento che costituivano un importante contributo al documentalista dorato, non sorprende che oggi vi sia una grande somiglianza fisica tra il mantello piatto e il dorato. Il tweed di spaniel d'acqua, anche oggi estinto, erano piccoli cani spaniel che provenivano da incroci tra cani da acqua e spaniel di campo. Pertanto, avevano anche la capacità di raccogliere in acqua, mentre erano bravi a sollevare il gioco.

Durante i successivi 20 anni, Lord Tweedmouth realizzò diverse croci tra i discendenti di quella prima cucciolata e i cani di altre razze, sempre alla ricerca del perfetto cane da caccia. Ha introdotto il sangue di setter irlandese nella razza che stava creando e ha modificato la proporzione in cui ha usato lo spaniel di acqua di Tweed e il retriever con rivestimento ondulato. Dopo "Nous", tuttavia, tutti gli impiegati del retriever rivestito ondulato erano neri. Dopo 20 anni di allevamento selettivo, i cani di Lord Tweedmouth hanno già presentato l'aspetto generale del golden retriever. Sebbene ci fossero ancora molte variazioni individuali nella trama e nel colore della pelliccia, e sebbene non avesse ancora il nome attuale, si può dire che nel 1889 nacque la razza golden retriever.

Miti sull'origine del golden retriever

Inizialmente si pensava che l'origine del golden retriever fosse in una truppa di otto cani da circo russi che Lord Tweedmouth aveva visto esibirsi a Brighton nel 1858 e che era stato colpito dalla sua obbedienza.

Tuttavia, nel 1952, il sesto Conte di Ilchester, un parente di Lord Tweedmouth, storico e allevatore di golden retriever, negò tale teoria presentando la documentazione genealogica che il suo antenato aveva lasciato. In essa c'era la documentazione completa dei cani usati per creare la razza del golden retriever e non si faceva riferimento ai cani da circo.

Presentazione del golden retriever nella società

Il Golden Retriever iniziò a guadagnare notorietà nella citofilia britannica (hobby per cani) e nella società britannica, all'inizio del XX secolo. Durante i primi anni di quel secolo, i primi esemplari di golden retriever furono registrati al Kennel Club nel Regno Unito, sotto il nome di "yellow flat coated retriever".

Pochi anni dopo la registrazione dei primi cani di questa razza, nel 1908, le prime copie furono presentate in una mostra organizzata dal Kennel Club del Regno Unito. Quei cani appartenevano all'unico espositore della razza a quel tempo, Lord Harcourt, e venivano presentati in una classe per qualsiasi varietà di retriever. Naturalmente, sono stati presentati con il nome di "documentalista giallo", ma si dice che Lord Harcourt avesse già pensato al nome del golden retriever per la razza. Il golden ha attirato l'attenzione del pubblico durante quella mostra e molte persone volevano avere uno di quei cani così rari per l'epoca. Pertanto, la popolarità del Golden ha iniziato a decollare dal momento in cui la razza è stata presentata in un singolo show canino. Già nel 1910 c'era un altro espositore oltre a Lord Harcourt, un grande fan della razza, soprannominato Charlesworth. Charlesworth dedicò gran parte della sua vita all'istituzione e alla promozione della razza Golden Retriever ed è impossibile pensare a cosa sarebbe oggi questa razza senza la partecipazione di quella donna tenace e laboriosa.

Nel 1911, Charlesworth organizzò il primo club di golden retriever, scrisse lo standard di razza e iniziò una campagna affinché il golden retriever fosse riconosciuto come razza indipendente. A quel tempo il nome attuale della razza era già stato deciso, apparentemente sotto l'influenza di Lord Harcourt.

Il Kennel Club del Regno Unito ha riconosciuto il golden retriever come razza indipendente nel 1913, solo due anni dopo la fondazione del primo club della gara. È da quel momento che la popolarità dell'oro cominciò a crescere in modo esponenziale, ottenendo aderenti tra gli esperti cinefili, cacciatori e proprietari di cani.

L'avvento della prima guerra mondiale troncò tutte le attività organizzate dal Kennel Club, ma a quel punto il golden retriever si era già posizionato saldamente nei circoli degli esperti di cani e nelle menti del pubblico in generale. Pertanto, sebbene la guerra abbia avuto un impatto sull'allevamento di questa razza, questo impatto è stato molto inferiore rispetto ad altre razze canine. Negli anni '20, il golden retriever viene portato in America, riconosciuto dall'American Kennel Club nel 1925. È interessante notare che la popolarità della razza cresce in America durante gli anni della seconda guerra mondiale, che non avvenne con altre razze di cani. Dalla sua incursione in America e dalla sua maggiore diffusione in Europa, il golden retriever ha guadagnato notorietà in tutto il mondo grazie alle sue qualità di cane da compagnia, da lavoro e da caccia, ed è diventato uno dei cani più popolari al mondo.

Eroi d'oro

Sebbene il golden retriever rimanga un cane da caccia molto efficiente, la sua grande capacità di apprendimento e versatilità lo hanno portato a svolgere i compiti più diversi a beneficio dell'umanità. Attualmente questo cane può essere visto sui binari della mostra, abbagliante con la sua bellezza ed eleganza. Può anche essere trovato accompagnando i cacciatori nelle lunghe giornate di caccia o divertendosi con la loro guida in divertenti e dinamici sport canini. O semplicemente divertirti con la tua famiglia, condividendo i momenti di risate e lacrime di coloro che ti offrono una famiglia in cambio della tua gioia e lealtà.

Ma la storia ha riservato a questi cani una sfida molto più grande, la sfida di essere eroi di tutti i giorni che salvano vite umane, supportano i bisognosi, distruggono le reti criminali e persino diagnosticano malattie. Tra i diversi compiti che i Golden Retriever svolgono oggi, sono la ricerca e il salvataggio di vittime di catastrofi e persone perse, il rilevamento di stupefacenti ed esplosivi, l'assistenza alle persone con disabilità, il supporto emotivo come i cani da terapia e persino, ancora sperimentale, il rilevamento di cellule tumorali. Non si può negare che i golden retriever siano eroi d'oro che ci aiutano a superare le difficoltà e comprendere le gioie della vita.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Golden Retriever History, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Cosa devi sapere.

Raccomandato

Estrazione artigianale e suoi effetti sull'ambiente
2019
La più grande medusa del mondo
2019
Deworming nei cani
2019