Soluzioni per l'inquinamento delle acque

Uno dei maggiori problemi che l'umanità dovrà affrontare nei prossimi decenni sarà la carenza di acqua potabile a causa dei cambiamenti climatici, che aumenteranno i periodi di siccità, nonché l'alto tasso di inquinamento di cui soffrono molti dei principali fonti di acqua potabile. A causa di questa situazione, sta diventando sempre più urgente implementare soluzioni per l'inquinamento delle acque, poiché è una delle risorse naturali più importanti, poiché, di fatto, la maggior parte delle attività umane dipendono da essa. Se vuoi conoscere alcune delle misure più importanti da adottare per proteggere l'acqua, leggi Green Ecology e ti parleremo delle soluzioni all'inquinamento delle acque .

Inquinamento delle acque: cause

La prima cosa da tenere a mente è che l'inquinamento delle acque può provenire da molti luoghi e assumere varie forme. In questo modo, l'inquinamento delle acque può essere diviso in due grandi gruppi, l'inquinamento fisico e l'inquinamento chimico:

  • Inquinamento fisico : quando parliamo di inquinamento fisico ci riferiamo principalmente alla spazzatura che può essere vista ad occhio nudo, come la plastica che viene consumata regolarmente.
  • Inquinamento chimico : d'altra parte, quando parliamo di contaminazione chimica, ci riferiamo a quegli inquinanti che, essendo presenti nell'acqua, non possono essere visti ad occhio nudo, ma ciò significa che l'acqua non può essere potabile. In questo senso, stiamo parlando ad esempio di pesticidi chimici o batteri fecali, sottoprodotti dell'industria o, persino, della plastica nella sua dimensione più piccola, i cosiddetti nanoplastici.

Da dove viene l'inquinamento delle acque

Che si tratti di inquinamento fisico o chimico, l'inquinamento dell'acqua proviene sempre dall'attività umana . In questo senso, non esiste una notevole differenziazione tra contaminazione chimica o fisica. In effetti, se pensiamo all'inquinamento prodotto da un cittadino medio, possiamo pensare alla spazzatura che produce quotidianamente, che sarebbe inquinamento fisico; o nell'uso di prodotti cosmetici o di igiene, che rilasciano agenti chimici inquinanti nell'acqua, con conseguente contaminazione chimica dell'acqua.

Allo stesso modo, oltre all'inquinamento prodotto dal cittadino medio, le grandi aziende meritano una menzione speciale. Poiché il loro volume di attività è molto maggiore, anche l'uso dell'acqua che fanno è, e con esso il loro livello di inquinamento. In effetti, l' agricoltura e l'industria sono due dei settori che inquinano maggiormente l'acqua insieme ai trasporti. In questo modo, poiché sono attività di cui non possiamo fare a meno, è necessario riformulare le loro attività e il loro modo di lavorare in modo da ridurre il più possibile l'impatto che hanno sull'ambiente nel suo insieme e sulle risorse idriche in cemento.

Soluzioni per l'inquinamento delle acque

Come è evidente, l'unico modo per risolvere il problema dell'inquinamento delle acque proviene da due lati: non contaminarlo e pulire quello che è già contaminato. In questo modo, l'inquinamento che finisce per distruggere sia le falde acquifere che le altre riserve d'acqua può essere evitato e minimizzato, quindi è una battaglia che deve essere combattuta allo stesso tempo su tutti i fronti. Alcune delle azioni più importanti che possono essere eseguite al riguardo sono le seguenti:

Riduzione di nutrienti e pesticidi chimici

I fertilizzanti chimici e i pesticidi sono due degli elementi che inquinano maggiormente l'acqua se utilizzati in agricoltura intensiva. Queste sostanze chimiche finiscono nel terreno e passano nelle falde acquifere, il che porta alla contaminazione di una delle fonti d'acqua più importanti che abbiamo. Invece, è sufficiente fare uso di nutrienti e pesticidi naturali, che consente lo sviluppo di un'agricoltura ecologica e sostenibile. Allo stesso modo, nel caso in cui i prodotti naturali non possano essere completamente optati, l'opzione migliore sarà quella di ridurre al minimo il danno di questi prodotti chimici, almeno bypassando il più dannoso per le risorse idriche.

Riduzione e trattamento delle acque reflue

D'altra parte, una delle principali fonti di inquinamento delle acque proviene dalle acque reflue che vengono scaricate nei fiumi e nei mari senza essere trattate adeguatamente. Questo è uno dei maggiori problemi che l'inquinamento delle acque presenta, dal momento che le acque reflue portano a un'elevata contaminazione fisica delle acque (un buon esempio sono le salviette igieniche), nonché un'altissima contaminazione chimica derivata da tutti i prodotti chimici biologico che porta con sé queste acque. Il modo migliore per ridurre queste acque reflue è fare un uso efficiente dell'acqua, ridurre il più possibile l'uso di sostanze chimiche che possono contaminarla e, soprattutto, che le amministrazioni pubbliche implementano l'infrastruttura necessaria affinché queste acque vengano restituite all'ambiente essendo stato precedentemente purificato. Queste sono alcune strategie efficaci per catturare l'acqua ambientale.

Ridurre la deforestazione

Uno degli elementi più importanti nella riduzione dell'inquinamento idrico è evitare i processi di deforestazione. Questo perché le foreste sono uno dei principali depositi d'acqua, sia a livello di atmosfera che sotterraneo. Aumentando le masse forestali, si ottiene una maggiore presenza di acqua dolce in questi ambienti, il che aumenta le riserve idriche delle falde acquifere. Inoltre, le foreste fungono da depuratori per molti degli inquinanti che riversiamo nell'ambiente, quindi la loro presenza aiuta a contrastare l'inquinamento chimico nel suo insieme.

Riduzione del consumo di acqua in agricoltura e industria

L'agricoltura e l'industria sono due delle attività umane che consumano più acqua nel loro sviluppo . Entrambi i settori sono fondamentali per la vita umana. Pertanto, poiché non possono essere eliminati, è necessario attuare azioni che aumentino l'efficienza dell'uso delle loro risorse, compresa l'acqua. In questo senso, una buona opzione è l'uso di acqua grigia purificata per l'agricoltura. Queste acque non sono valide per il consumo umano perché non sono potabili, ma sono utili quando si innaffiano le colture. Nel caso dell'industria, macchinari più efficienti, nonché processi che non richiedono l'uso di così tanta acqua, ne consentono la riduzione, poiché il volume di acqua contaminata è inferiore. Allo stesso modo, è anche essenziale che le acque reflue provenienti dall'industria vengano trattate prima di essere restituite all'ambiente.

Implementazione del trasporto sostenibile

Un altro dei settori che maggiormente inquina l'acqua è il trasporto. Abbiamo un buon esempio di questo problema nella pioggia acida presente nella maggior parte delle città, il cui inquinamento proviene principalmente dalla combustione di combustibili fossili. Optando per le versioni di trasporto sostenibile, riduciamo l'inquinamento che viene riversato nell'ambiente e che inevitabilmente finisce per contaminare l'acqua. In questo senso, la migliore opzione disponibile è il trasporto pubblico, poiché riduce al minimo l'inquinamento in quanto è un trasporto che risponde a molte persone allo stesso tempo.

Riduzione dei rifiuti

D'altra parte, non dobbiamo dimenticare la spazzatura che si verifica quotidianamente sia nei lavori che nelle case. In questo senso, la scelta di prodotti con pochi imballaggi, nonché la corretta classificazione e il riciclaggio dei rifiuti è uno degli elementi che possono aiutare a ridurre l'inquinamento.

Riduzione di agenti particolarmente pericolosi: oli e batterie

Sebbene questo aspetto rientri nella riduzione della spazzatura in generale, è due degli inquinanti dell'acqua più dannosi, quindi meritano uno spazio separato. Gli oli inquinano l'acqua in molti modi ma, tra questi, evitando la corretta ossigenazione dei fiumi, comporta un danno particolarmente importante alla biodiversità. La cosa corretta da evitare sarà conservare l'olio usato e portarlo in un punto pulito quando il contenitore è pieno. Inoltre, le batterie e le batterie sono costituite da molti minerali pesanti che inquinano particolarmente l'acqua. Infatti, metalli pesanti come il cromo e il mercurio, attualmente presenti in molti dei pesci che vengono solitamente consumati, provengono da questi residui. Pertanto, è essenziale portarli in un punto pulito in cui possano essere gestiti correttamente.

Ridurre l'uso di materie plastiche

Inoltre, un altro degli inquinanti dell'acqua che meritano una menzione speciale è la plastica. La plastica è un materiale che si degrada a una velocità molto bassa e rimane nell'ambiente per centinaia di anni, passando infine attraverso la catena alimentare e inquinando fiumi e mari. Possiamo trovare da grandi plastiche a microplastiche (plastiche molto piccole ma visibili) o nanoplastiche (plastiche microscopiche che non sono visibili ma che contaminano l'acqua). Il modo migliore per evitare questa contaminazione è fare a meno della plastica usa e getta e, quando usiamo la plastica, riciclarla sempre.

Leggi più restrittive

Infine, non possiamo ignorare l' importanza degli organi legislativi in materia di prevenzione dell'inquinamento di ogni tipo, compresi quelli che colpiscono l'acqua. In questo senso, leggi più restrittive che vietano l'uso di inquinanti (pesticidi come il glifosato, uso di salviette da toilette, posate di plastica, ecc.), Nonché leggi che richiedono la depurazione delle acque reflue di ciascun settore prima Se restituiti all'ambiente, sono essenziali per prevenire la contaminazione dell'acqua. Nel seguente articolo puoi vedere gli effetti negativi dell'erbicida glifosato.

Se desideri leggere altri articoli simili a Soluzioni per l'inquinamento delle acque, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Inquinamento.

Raccomandato

Dermatite atopica nei cani - Sintomi e trattamento
2019
Le salamandre sono velenose?
2019
Fotografie di animali che vivono a Chernobyl
2019