Semina e pianta la cipolla: quando e come farlo

La cipolla, di nome scientifico Allium cepa, è una verdura molto apprezzata in tutto il mondo come ingrediente di cottura, poiché il suo bulbo ha un sapore intenso che lo rende un ottimo condimento per un'enorme quantità di piatti e salse. È anche molto apprezzato in medicina per le grandi proprietà che ha per la nostra salute.

Se vuoi sapere quando e come seminare e piantare cipolle a casa, in un frutteto, in un giardino o in una terrazza, unisciti a noi in questo articolo.

Quando e come seminare la cipolla

Se decidi di seminare cipolle dai semi, dovrebbe essere fatto in un semenzaio o in un germinatore. A differenza di molte altre piante a bulbo e radici, la cipolla ammette e apprezza persino il trapianto, quindi piantare nelle piantine ci aiuterà a garantire un'abbondante germinazione. Il momento migliore per seminare è alla fine dell'autunno, se possibile con la luna in fase calante.

Per seminare semi di cipolla in un letto di semina, preparando tu stesso il substrato, segui queste linee guida:

  1. Per il substrato del semenzaio si consiglia di utilizzare la torba mescolata con humus di lombrico, che è anche possibile arricchire con perlite e vermiculite. Qui ti diciamo come fare l'humus di lombrico.
  2. Mescola i semi di cipolla con la fibra di cocco, cercando di non aggiungerne troppi. Sono molto piccoli, ma è molto probabile che quasi tutti germinino.
  3. Distribuire la miscela di fibre e semi sul substrato preparato e sull'acqua per fornire umidità, sebbene assicurarsi che vi sia un drenaggio adeguato nel letto di semina.
  4. Tra poco più di una settimana dovresti iniziare a vederli germogliare.

Quando e come piantare la cipolla

Entro la fine dell'inverno e l'inizio della primavera, le cipolle dovrebbero già essere piantine pronte per il trapianto all'estero. Se vivi in ​​una zona con un clima particolarmente freddo, attendi il passaggio delle gelate per il trapianto della piantina.

È meglio preparare fori di una profondità approssimativa di 15 centimetri, che dovresti coprire bene una volta che hai finito di piantare il bulbo di cipolla già germinato. In questo altro articolo puoi imparare altre nozioni su quando e come trapiantare una pianta.

Coltiva la cipolla - cure di base

La cura di base delle cipolle in crescita è:

Terreno per cipolle in crescita

Il più importante per quanto riguarda la coltivazione della cipolla è il terreno. Questa pianta è molto esigente per quanto riguarda i nutrienti e, pertanto, richiede terreni molto ricchi di materia organica. Preferisce terreni sciolti, preferibilmente sabbiosi. Può svilupparsi nell'argilla, sebbene con difficoltà, e quelle molto sabbiose daranno origine a piccoli bulbi mal formati, dal sapore troppo intenso.

Luce e posizione

Per quanto riguarda la luce, la cipolla è grata e ha bisogno di un grande contributo della luce solare, quindi si consiglia di piantarla in un'area in pieno sole, dove riceve più luce possibile.

Irrigazione per cipolle

Per quanto riguarda l'irrigazione, questa pianta richiede pochissima acqua, soprattutto dopo aver formato i bulbi. Durante la sua crescita nel semenzaio puoi annaffiarli ogni volta che noti il ​​substrato secco, ma una volta che il bulbo si è formato devi fare molta attenzione con l'irrigazione in eccesso. Se la pianta riceve troppa umidità, il bulbo marcirà, quindi dovresti cercare di annaffiare il meno possibile.

Pulizia e rimozione dello stelo

Infine, presta particolare attenzione alla pulizia di piante o erbe infestanti avventizie. Questi tendono ad avere una grande capacità di drenaggio dei nutrienti dal terreno, essendo in grado di esaurire le cipolle. Inoltre, se le tue cipolle arrivano a fiorire, dovresti smussare lo stelo del fiore, altrimenti i bulbi potrebbero non svilupparsi correttamente.

Prendersi cura di cipolle in vaso

Se hai intenzione di piantare le cipolle in una pentola, assicurati che il contenitore abbia fori di drenaggio e una profondità sufficiente, oltre a posizionare la pentola in un'area con la massima incidenza della luce solare diretta possibile.

Quando raccogliere le cipolle

Il primo e più importante segnale a cui dovresti prestare attenzione per sapere quando puoi raccogliere le tue cipolle, lo troverai nelle foglie della pianta. Quando i vertici delle foglie iniziano a ingiallire, rompi gli steli o i colli della pianta, torcendoli e lasciandoli sullo stesso terreno, senza portarli via.

In questo modo facciamo iniziare la fase di maturazione della cipolla stessa. Una volta fatto, usa una forchetta o un altro strumento simile per, con grande cura per non danneggiare la pelle dei bulbi, sollevare un po 'le cipolle, anche se senza scavarle. Quindi, iniziamo il processo di asciugatura del bulbo.

Pochi giorni dopo aver rotto il collo delle piante e sollevato i bulbi, puoi scavare le cipolle e lasciarle asciugare al sole per circa 2 settimane . È fondamentale che i bulbi si asciughino completamente se vuoi goderti delle buone cipolle, quindi dopo queste due settimane al sole si consiglia di raccoglierle, legarle e lasciarle in un luogo fresco e asciutto per la loro conservazione e asciugatura finale.

Ora non ti resta che goderteli nelle tue salse e piatti preferiti!

Se vuoi leggere altri articoli simili a Piantare e piantare cipolla: quando e come farlo, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Olio di fegato di merluzzo per cani - Dosaggio e proprietà
2019
Come preparare il riso per i cani?
2019
Piante d'appartamento economiche e resistenti
2019