Rizomi: definizione ed esempi di piante

Sappiamo tutti o abbiamo una nozione delle parti di base che compongono una pianta: radice, stelo e foglie. Tuttavia, sicuramente quando si identificano i diversi tipi e strutture esistenti non abbiamo idee così chiare. In effetti, è molto comune visualizzare o immaginare uno stelo, come quella parte della pianta che cresce verticalmente e da cui emergono nuovi rami e foglie, ma sapevi che possono anche crescere orizzontalmente?

Vi diciamo tutto su questo tipo di steli, rizomi, la loro definizione ed esempi di piante che hanno questo tipo di stelo e si riproducono bene, tra le altre forme. Continua a leggere!

Cos'è un rizoma: definizione

Il rizoma è chiamato lo stelo che cresce sottoterra e orizzontalmente, quindi è considerato uno stelo sotterraneo proprio come bulbi e tuberi, essendo in grado di immagazzinare sostanze nutritive, quindi fungono da organi di riserva per quando la pianta deve affrontare condizioni estreme o carenza di nutrienti. Inoltre, la crescita orizzontale può anche supportare la pianta.

Le piante che hanno questo tipo di stelo sono generalmente perenni, quindi mentre perdono le foglie e le parti superficiali durante i mesi più freddi, mantengono i rizomi e immagazzinano i nutrienti di cui la pianta ha bisogno per sopravvivere. Questa capacità rende i rizomi molto interessanti per l'uso e il consumo umani, come lo zenzero, apprezzati per le sue proprietà e usati sia per il consumo che per il trattamento di alcune malattie.

Rizomi: crescita e riproduzione

I rizomi possono crescere e coprire vaste aree del territorio, poiché la loro crescita è indefinita . Con il passare del tempo e l'aumento della lunghezza del rizoma, le parti più antiche possono morire. In questi casi, se gli scoppi di quella che originariamente era la stessa pianta sono separati da una zona morta e quindi, verranno prese in considerazione due diverse piante.

Ciò significa che la riproduzione dei rizomi è asessuata . Da un frammento (purché abbia un tuorlo) del rizoma spuntano germogli, radici e nuove piante . Pertanto, nel giardinaggio viene applicata la tecnica del trapianto per promuoverne la riproduzione e la crescita. Una volta che il rizoma è stato trapiantato, utilizzerà i nutrienti immagazzinati per lo sviluppo del nuovo individuo. Pertanto, la sua divisione e semina di solito avvengono durante i mesi che presentano condizioni più favorevoli, come l'inizio della primavera, l'estate e persino durante l'autunno.

Tipi di rizomi

A seconda del tipo di ramificazione e crescita che presentano i rizomi, possono essere divisi in due diversi tipi :

  • Rizomi definiti o sipoidali: la loro crescita è definita, il che implica che la pianta originale potrebbe morire quando ne sorgono altre troppo vicine ad essa. I rizomi simloidi di solito hanno nodi corti e spessi, essendo a loro volta in grado di immagazzinare una grande quantità di nutrienti.
  • Rizoma indefinito o monopodiale: la sua crescita è considerata indefinita, poiché la pianta originale non muore mai, dando origine a un gran numero di nuove piante. È caratterizzato dal fatto che i suoi nodi sono più allungati rispetto a quelli dei rizomi definiti e che i nuovi nodi e rizomi vengono continuamente generati.

Piante con rizomi: esempi

Come abbiamo detto prima, le piante che si riproducono dai rizomi sono perenni, ecco alcuni esempi:

  • Zenzero: è una delle piante di rizoma più popolari, appartenente alla famiglia Zingiberáceas, per i suoi molteplici usi e proprietà.
  • Grama: o erba bianca. Ha un rizoma sottile e allungato.
  • Caña de las indias: è una pianta di origine tropicale e, nonostante abbia rizomi, che ne favoriscono lo sviluppo e la crescita, ha bisogno di molta attenzione e cura per il suo mantenimento e conservazione.
  • Menta piperita: è una delle piante che hanno rizomi più apprezzati, come lo zenzero, per le sue proprietà, l'olfatto e il gusto particolare.
  • Giglio: è una delle piante con rizomi che hanno steli folti e frondosi, che consente loro di sopravvivere a temperature estreme e inverni rigidi.
  • Sigillo di Salomone: è caratterizzato dalla presenza di fiori tubolari bianchi. Per la sua crescita e sviluppo richiede un grande contributo di nutrienti, quindi la presenza di rizomi favorisce l'assorbimento, la conservazione e lo smaltimento di questi.
  • Bambù: tutte le specie di bambù riprodotte dai rizomi, che hanno un grande interesse soprattutto per il giardinaggio, al fine di creare barriere che ci forniscono una separazione, protezione o maggiore privacy nelle nostre case.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Rizomi: definizione ed esempi di piante, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Vomito nei cani - Cause e trattamento
2019
Hairballs nei gatti - Sintomi e trattamento per eliminarli
2019
Differenze tra pappagallino maschio e femmina
2019