Rabbia Rabbia - Sintomi e trattamento

Vedi Token di conigli

Ci sono malattie terrificanti che, anche oggi, con tutti i progressi scientifici che abbiamo, continuano a causare paura solo citando il loro nome. Tra queste malattie che fanno paura c'è la rabbia e, sebbene sia una condizione che tutti conoscono, ci sono ancora dubbi sulla sua trasmissione, forme di infezione o trattamento. Pertanto, questo articolo di milanospettacoli.com ha lo scopo di spiegare in cosa consiste la rabbia, in particolare nei conigli, poiché di solito si parla di questa malattia, in particolare dei cani, con ciò che i custodi di questi piccoli animali Continuano a sollevare dubbi. Pertanto, se vivi con conigli, devi continuare a leggere per scoprire i sintomi della rabbia nei conigli e qual è il trattamento.

Cos'è la rabbia e come si diffonde?

La rabbia è una malattia virale che può colpire il sistema nervoso centrale di qualsiasi animale a sangue caldo. È particolarmente descritto nei cani, nell'uomo, nei bovidi, nei pipistrelli, negli equidi o nei gatti e può anche colpire volpi, procioni, conigli o topi. Una volta che il virus entra nel corpo, può rimanere per un po 'nel punto di entrata e quindi viaggiare attraverso i nervi fino al cervello, causando l'encefalite e avviando il quadro clinico. Dal cervello ritorna alla bocca, in particolare alle ghiandole salivari, anche seguendo i nervi. Ma come si diffonde la rabbia? Attraverso la saliva, penetrando attraverso i morsi o entrando da ferite o mucose (bocca, naso, occhi). L'infezione può verificarsi anche per inalazione.

L'animale colpito dalla rabbia rimarrà asintomatico per un periodo di incubazione variabile (che può durare per mesi). Una volta che i sintomi iniziano, è impossibile evitare la morte. È importante sapere che è molto improbabile che la rabbia si verifichi nei conigli. Anche così, vedremo i suoi sintomi più comuni nella prossima sezione.

Sintomi della rabbia nei conigli

Prima di tutto, dovrebbe essere noto che questa malattia può verificarsi in due presentazioni: rabbia furiosa e rabbia paralitica o muta. Inizia con una fase iniziale o prodromica che dura alcuni giorni in cui i sintomi saranno sottili. I segni della rabbia nei conigli secondo le loro modalità sono i seguenti:

  • Rabbia furiosa : quando il virus provoca l'encefalite, la prima cosa che si manifesta è un cambiamento nel comportamento dell'animale. Coloro che erano timidi perdono la paura, mentre l'affettuoso presenterà ostilità e persino aggressività, il che costituisce il comportamento più pericoloso, poiché attacca e morde poiché saranno in grado di infettare altri animali. Gli attacchi sono innescati senza alcuno stimolo. Questa ansia e aggressività possono alternarsi a periodi di depressione . L'animale malato può anche avere un coinvolgimento dei muscoli facciali, il che gli renderà difficile mangiare e bere, debolezza o convulsioni. Quando il disturbo paralizza i muscoli respiratori, l'animale muore.
  • Rabbia paralitica o muta : gli animali colpiti appaiono depressi e stranamente docili . In questi casi si osserva la paralisi di viso, gola e collo, la bocca appare aperta e la lingua pende. L'animale non è in grado di deglutire o nutrire. Pertanto, si osserva che il coniglio sbava costantemente. Inoltre, la paralisi può colpire le zampe posteriori, estendendosi al resto del corpo e infine causando coma e morte. A volte la paralisi è l'unico sintomo della rabbia nei conigli.

Occasionalmente, l'animale morde al punto di entrata del virus. Si deve sapere che, prima di tutto, una volta che uno di questi sintomi si manifesta, la morte è inevitabile, infatti la rabbia e anche la rabbia nei conigli non viene curata. In secondo luogo, a volte l'animale non sviluppa l'intero quadro clinico, ma muore direttamente, quindi, a quanto pare, il coniglio muore improvvisamente.

Trattamento della rabbia nei conigli

Gli animali nei quali viene confermata la diagnosi di rabbia non vengono curati, in primo luogo perché non esistono farmaci che eliminano i virus e, inoltre, perché la rabbia è una malattia che può essere trasmessa all'uomo (è una zoonosi), perché ciò che gli animali malati che possono trasmetterlo sono eutanizzati ed è obbligatorio denunciare il caso alle autorità corrispondenti. Sebbene in Europa sia considerata una malattia eradicata, in Asia e in Africa la rabbia è responsabile di migliaia di morti di persone ogni anno, principalmente infettate da morsi di cane, in paesi in cui non vi sono programmi di vaccinazione o igiene (pulizia profonda del morso può prevenire lo sviluppo della rabbia), né la popolazione può accedere alla profilassi dopo il morso a causa del suo prezzo proibitivo rispetto ai loro stipendi. In America, è considerata una malattia controllata. Pertanto, l'unico modo per combattere la rabbia è la prevenzione attraverso la vaccinazione. Nel caso della rabbia nei conigli, di solito non viene vaccinato per i seguenti motivi:

  • La rabbia è molto improbabile nei conigli . Il suo contagio, come diciamo, è causato da un morso ed è difficile per un coniglio sopravvivere all'attacco di un predatore, quindi non svilupperà la malattia.
  • I nostri conigli abitualmente vivono al chiuso o hanno un accesso controllato all'esterno, quindi è molto difficile per loro essere morsi da altri animali. Pertanto, i loro vaccini considerati obbligatori sono solo contro la mixomatosi e la febbre emorragica, dal momento che queste condizioni potrebbero essere contratte anche quando vivono al chiuso.
  • Il vaccino antirabbico nei conigli potrebbe causare effetti collaterali che, sebbene la malattia non sia diffusa in questi animali, non vi è motivo di causarlo. Con i vaccini, come con qualsiasi farmaco, è sempre necessario valutare i pro ei contro.

Pertanto, non è obbligatorio vaccinare i conigli dalla rabbia.

Cosa fare in caso di rabbia nei conigli?

Se, nonostante l'improbabilità, sospettiamo che il nostro coniglio possa avere rabbia, dovremmo andare dal nostro veterinario, poiché sarà lui a confermare o confutare la diagnosi. Se la rabbia si verifica in un coniglio, il veterinario deve informare le autorità competenti e sacrificare l'animale. Dovremmo consultare le misure da adottare se abbiamo altri animali in casa. Se il coniglio ci avesse morso, oltre a lavare accuratamente la ferita con acqua e sapone, dovremo andare al pronto soccorso per somministrare misure profilattiche. Queste raccomandazioni sono particolarmente rilevanti nelle aree in cui la rabbia è endemica. In Europa e in America sarebbe molto raro che si verificasse un contagio.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Rabbia nei conigli - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione sulle malattie virali.

Raccomandato

Perché il mio cane ha molti gas?
2019
Clinica veterinaria Río Rosas
2019
La gravidanza della cagna settimana per settimana
2019