Rabbia nei gatti - Sintomi, contagio e trattamento

Vedi file Cats

Sicuramente hai mai sentito parlare della rabbia nei cani, una malattia che colpisce tutti i mammiferi e può persino infettare l'uomo. Sebbene la rabbia non sia una malattia molto comune nei gatti, è molto pericolosa, poiché non ha cura e provoca la morte dell'animale .

Se il tuo gatto esce spesso di casa ed è in contatto con altri animali, dovresti prendere in considerazione questa malattia, informarti e prendere le misure necessarie per prevenirla. Tieni presente che un morso di un animale infetto è sufficiente per il contagio. Scopri in milanospettacoli.com tutto sulla rabbia dei gatti, i sintomi e il trattamento .

Che cos'è la rabbia felina?

La rabbia felina è una malattia infettiva virale che può colpire tutti i mammiferi ed è causata da un virus della famiglia Rhabdoviridae . È una patologia grave, in quanto provoca la morte dell'animale infetto, colpendo il sistema nervoso centrale causando l'encefalite acuta. È anche una malattia zoonotica, cioè può essere diffusa nell'uomo, a parte altri animali, come cani o conigli.

Come si diffonde la rabbia nei gatti?

La rabbia nei gatti si diffonde principalmente attraverso il morso di un animale infetto, tuttavia, è anche possibile trasmetterlo attraverso graffi o leccate di una ferita aperta. È importante notare che questa patologia non si manifesta spontaneamente nell'ambiente, ma viene trasmessa da un animale infetto a un altro. Il virus della rabbia felina è presente nelle secrezioni e nella saliva di questi animali, quindi è sufficiente un semplice morso per trasmetterlo e infettare un animale sano.

È di vitale importanza garantire che i nostri animali domestici non vengano a contatto con animali selvatici o che si nutrano di cadaveri infetti. Allo stesso tempo, dobbiamo fornire loro un'adeguata medicina preventiva attraverso la vaccinazione.

Sebbene sia una malattia sempre più controllata, la rabbia è presente in alcuni animali selvatici, come volpi e pipistrelli, sebbene il rischio epidemiologico sia molto più comune nei mammiferi terrestri, come cani e gatti, poiché sono più frequenti del morso. ai nostri gatti o a venire in contatto con loro rispetto agli animali selvatici.

La rabbia nelle spese è diffusa agli umani?

Sì, può verificarsi un'infezione umana della rabbia felina. Come abbiamo avanzato nella prima sezione, la rabbia è una malattia zoonotica, quindi è molto importante prevenirla e identificarla in tempo in caso di contagio. Inoltre, la rabbia felina può essere diffusa ad altri animali domestici, come i cani.

Fasi della rabbia nei gatti

Per comprendere meglio la rabbia felina e i suoi effetti sui felini, ti consigliamo di informarti sulle fasi della rabbia nei gatti:

  • Periodo di incubazione : è asintomatico, il gatto non ha sintomi evidenti. Questo periodo varia notevolmente e può durare da una settimana a diversi mesi. Il più comune è che inizia a mostrare i sintomi dal mese successivo all'infezione. In questo periodo la malattia si diffonde in tutto il corpo.
  • Periodo prodromico : in questa fase si verificano già cambiamenti nel comportamento. Il gatto è stanco, con vomito ed eccitabilità. Questa fase può durare tra due e 10 giorni.
  • Fase di eccitazione o fase furiosa : è la fase più caratteristica della rabbia felina. Il gatto è molto irritabile, con bruschi cambiamenti di comportamento, essendo in grado di mordere e attaccare.
  • Fase paralitica : paralisi generalizzata, spasmi, coma e infine morte.

Il periodo tra le fasi è modificabile, per questo motivo non è facile sapere per quanto tempo un gatto vive di rabbia, perché può variare a seconda dell'individuo . È comune osservare i cambiamenti comportamentali inizialmente fino a quando il sistema nervoso è molto colpito e iniziano le convulsioni e altri problemi nervosi.

Sintomi della rabbia nei gatti

I sintomi della rabbia nei gatti sono variabili e non tutti i gatti hanno lo stesso. Tuttavia, i più comuni e che possono mostrarci come sapere se un gatto ha la rabbia sono i seguenti:

  • Miagolio anomalo
  • Comportamento atipico
  • irritabilità
  • Eccesso di salivazione (sbavando)
  • febbre
  • vomita
  • Perdita di peso e appetito
  • Avversione all'acqua
  • convulsioni
  • paralisi

Alcuni gatti non soffrono di vomito, altri non sbavano eccessivamente e altri possono avere un quadro nervoso e morire improvvisamente. D'altra parte, l'avversione o la paura dell'acqua è un sintomo degli animali che soffrono di rabbia, quindi la malattia è anche conosciuta come "idrofobica". Tuttavia, ai gatti non piace l'acqua in generale, quindi non sarà un sintomo evidente di questa malattia.

Molti dei sintomi della rabbia felina, specialmente nelle prime fasi, possono essere confusi con altre malattie . Se il tuo gatto presenta uno di questi sintomi e ha subito una rissa di recente, vai dal veterinario il prima possibile per eseguire i test necessari.

Diagnosi della rabbia nei gatti

Con il sospetto che un gatto possa soffrire di rabbia felina, l'animale deve essere isolato e contattato rapidamente da un veterinario. Lo specialista eseguirà test sierologici e altri test pertinenti per determinare se l'animale soffre o meno di questa malattia infettiva virale.

In caso di morte, il veterinario eseguirà un test di colorazione diretta degli anticorpi fluorescenti (DFA) dei tessuti cerebrali, che mostra gli agenti virali. Tra poche ore riceveremo i risultati che determineranno se l'animale ha sofferto o meno di rabbia.

Trattamento della rabbia nei gatti

Come curare la rabbia nei gatti ? Sfortunatamente, la rabbia non ha alcun trattamento . Agisce rapidamente ed è letale per i gatti, per questo motivo, se il tuo gatto è stato infettato, la prima cosa che farà il tuo veterinario è isolarlo per evitare che infetti altri gatti o animali. A seconda del progresso della malattia, l'unica opzione è l'eutanasia del gatto.

Poiché la rabbia felina non ha cura, la prevenzione è molto importante, poiché è l'unico modo per proteggere i nostri gatti da questa malattia. Presta particolare attenzione al tuo gatto se esce di casa ed è in contatto con altri animali. Ricorda che la rabbia colpisce cani, gatti, furetti, pipistrelli e volpi. Qualsiasi combattimento del tuo gatto con questi animali può causare un contagio.

Vaccino contro la rabbia di gatto

Il vaccino contro la rabbia è l'unico metodo di prevenzione della rabbia reale. La prima dose viene applicata a tre mesi e quindi vengono applicati rinforzi annuali. In generale, i cani vengono vaccinati periodicamente ma non i gatti, quindi dovresti considerare se il tuo gatto è esposto ad aree a rischio o se viene a contatto con animali selvatici. In tal caso, è meglio seguire il programma di vaccinazione felina.

Esistono regioni del mondo con un rischio maggiore rispetto ad altre. In Europa la rabbia viene praticamente sradicata, ma a volte sorge un caso isolato. Scopri la presenza della malattia nel tuo paese per essere vigile e impedire al tuo gatto di contrarre la rabbia. La vaccinazione antirabbica è obbligatoria in alcuni paesi.

Questo vaccino è obbligatorio per uscire con il tuo gatto nel paese o per partecipare a competizioni o mostre in Spagna. Ma se il tuo gatto non esce mai, il veterinario potrebbe non ritenere necessario somministrarlo.

Effetti collaterali del vaccino contro la rabbia nei gatti

È importante notare che il vaccino contro la rabbia nei gatti contiene adiuvante, una sostanza molto aggressiva che rafforza gli effetti del componente principale del vaccino e Thiomersal, un composto di mercurio molto tossico. Per questo motivo, l'abuso di questo vaccino può causare gravi effetti collaterali, come lo sviluppo di un tumore. Quindi, quando dovresti vaccinarti contro la rabbia? Quando è strettamente necessario, cioè quando l'animale sta per lasciare il paese o quando vive in aree in cui la rabbia non viene sradicata ed è in pericolo di infezione. Se la rabbia è controllata nel tuo luogo di residenza, non è necessario vaccinare ogni anno contro questa malattia.

Quanto dura il vaccino contro la rabbia nei gatti?

Oggi esistono vaccini contro la rabbia felina con una durata fino a 4 anni .

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla rabbia nei gatti - Sintomi, contagio e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione sulle malattie virali.

bibliografia
  • ABCD. Rabbia felina Comitato consultivo europeo per le malattie dei gatti. Disponibile su: //www.abcdcatsvets.org/wp-content/uploads/2015/09/ES_R_La_rabia_felina.pdf
  • Rodríguez, EF Rabia, rischi e controllo. Analisi della situazione in Spagna . Illustre Consiglio Generale delle Scuole veterinarie.
  • Ziegler, J. (2018). Il libro nero dei veterinari. La medicina che fa ammalare gli animali . Editoriale: Macro.

Raccomandato

Stomatite nei gatti - Sintomi e trattamento
2019
Che cos'è l'erosione del suolo: cause e conseguenze
2019
È possibile avere un drago di Komodo come animale domestico?
2019