Quanto dura un gatto con rabbia?

Vedi file Cats

In generale, la rabbia è associata ai cani, tuttavia, i gatti possono anche essere colpiti e persino trasmessi all'uomo. Nonostante sia meno comune, la rabbia nei gatti è ugualmente preoccupante, poiché una volta contratto l'animale non può riprendersi e muore in un breve periodo di tempo.

Se sei interessato a saperne di più su questa malattia che colpisce tutti i tipi di mammiferi, in particolare per quanto tempo un gatto vive con la rabbia, continua a leggere questo articolo da milanospettacoli.com.

Rabbia nei gatti

Il termine " rabbia " deriva dal latino Rabidus, che significa pazzo, probabilmente a causa dell'aspetto aggressivo che gli animali che soffrono di questa malattia infettiva virale di solito mostrano. Ma i gatti trasmettono rabbia? La verità è che sì, è anche una malattia zoonotica, cioè può influenzare l'essere umano.

Come viene trasmessa la rabbia dei gatti agli umani?

Questa malattia è causata dai virus della famiglia Rhabdoviridae, che colpiscono il sistema nervoso centrale e che si diffondono e si accumulano in grandi quantità nelle ghiandole salivari, causando una produzione di saliva infetta. Viene trasmesso principalmente attraverso il morso di un animale infetto, di solito dopo un combattimento. D'altra parte, essendo meno comune, la rabbia può anche essere diffusa leccando una ferita aperta o graffiando le mucose, come nella bocca e negli occhi.

In che modo i gatti ottengono la rabbia?

Il numero di animali infetti è stato controllato grazie alle campagne di vaccinazione attiva nei paesi di tutto il mondo, tuttavia le cifre attuali continuano a destare preoccupazione, poiché persiste la presenza della rabbia, in particolare tra gli animali selvatici, come Pipistrelli o volpi. Tuttavia, il rischio epidemiologico è molto più elevato nei mammiferi terrestri che vivono nei nuclei urbani, come cani e gatti, che negli animali selvatici, poiché il contatto con essi è molto raro e di solito accidentale.

Quindi, la rabbia può essere curata nei gatti?

La rabbia non ha cura e nella maggior parte dei casi provoca la morte del gatto infetto. Pertanto, lo strumento migliore per combatterlo è la prevenzione. Seguire rigorosamente il programma del vaccino per i gatti è essenziale per prevenire questa e altre malattie. Inoltre, dovresti fare attenzione se il tuo gatto esce di casa senza supervisione e si scontra con una lotta (una delle principali fonti di infezione) o se il tuo gatto porta a casa animali morti.

Ma poi, per quanto tempo vive un gatto con rabbia? Per rispondere a questa domanda spiegheremo un po 'come funziona e si sviluppa la malattia.

Fasi della rabbia nei gatti

Mentre si verifica il morso, il virus della rabbia presente nella saliva penetra direttamente nei muscoli e nei tessuti, quindi inizia a moltiplicarsi in quel sito. Il virus si diffonde attraverso le strutture circostanti e quelle più vicine al tessuto nervoso, poiché ha una certa affinità per le fibre nervose (è neurotropica) e non usa il sangue come mezzo di diffusione.

Fasi della rabbia:

  • Incubazione : inizia quando il gatto riceve il morso e termina con la comparsa dei primi sintomi. In effetti, l'animale sembra completamente sano e non ha sintomi di malattia. Può durare da una settimana a diversi mesi fino alla manifestazione della malattia.
  • Prodomic : in questa fase possiamo iniziare ad osservare alcuni cambiamenti comportamentali. Il gatto può essere più nervoso, spaventato, ansioso, stanco e introverso. Questa fase può durare da 2 a 10 giorni .
  • Aggressività : questa è la fase che caratterizza la malattia. Il gatto diventa aggressivo, irritabile e può mordere e graffiare. È necessario prestare particolare attenzione.
  • Paralisi : è la fase finale della malattia, in cui osserviamo paralisi, spasmi, coma e, infine, la morte dell'animale.

Sintomi della rabbia nei gatti

Successivamente ti mostreremo quali sono i sintomi della rabbia nei gatti più comuni, ma dovresti sapere che non sempre manifestano tutti:

  • febbre
  • aggressività
  • apatia
  • Salivazione eccessiva
  • vomita
  • Difficoltà a deglutire
  • Avversione alla luce (fotofobia)
  • Avversione all'acqua (idrofobia)
  • convulsioni
  • paralisi

Questi segni sono facilmente confusi con altre malattie neurologiche, per questo motivo, ogni volta che abbiamo la necessità di rilevare la rabbia in un gatto, dovremmo consultare un veterinario, soprattutto se abbiamo osservato uno dei suddetti sintomi e se si aggira anche per le strade e / o portare animali morti.

Quanto dura un gatto con rabbia?

Come abbiamo già spiegato, questa malattia non ha cura e, pertanto, l'eutanasia nei gatti è l'opzione più dignitosa nella diagnosi, poiché la progressione della malattia è rapida, irreversibile e mortale . Inoltre, provoca anche gravi sofferenze nell'animale.

L' aspettativa di vita di un gatto con rabbia è relativamente breve. Il periodo delle frasi sopra descritte può variare da un individuo all'altro, ma una volta raggiunto il sistema nervoso centrale e iniziata la manifestazione dei sintomi clinici, la malattia si evolve rapidamente e la morte si verifica entro 7 o 10 giorni .

Di solito, quando si sospetta che un gatto soffra di rabbia, viene posto in quarantena per eseguire l'osservazione per almeno 10 giorni. Alla fine di questo periodo si valuta se il gatto sta bene o, al contrario, che soffre di rabbia.

Se sospetti che il tuo gatto possa soffrire di questa malattia, vai immediatamente dal veterinario in modo che possa isolarlo ed evitare il contagio per altri animali e persone, oltre a ridurre al minimo il dolore. Inoltre, se sei stato in grado di identificare il corriere della rabbia che ha infettato il tuo gatto, devi informare lo specialista, in modo che altri animali non siano infetti.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Quanto dura un gatto con la rabbia?, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione di malattie infettive.

bibliografia
  • Babboni, SD, Modolo, JR (2011) rabbia: origine, importanza e aspetti storici, Dipartimento di Igiene veterinaria e sanità pubblica, Scuola di medicina veterinaria e zootecnica, Università statale Paulista Julio de Mesquita Filho, SP Brasile
  • ENG, TR, Fishbein, DB (1990) fattori epidemiologici, risultati clinici e stato di vaccinazione contro la rabbia in cani e gatti negli Stati Uniti nel 1998, J AM Vet Med Assoc. 197 (2): 201-9
  • Nelson, rw, Couto, cg (2008) medicina interna di piccoli animali, 4a edizione, Division of Health Sciences di Elsevier, Masby, Stati Uniti
  • Tepsumethanon, v., Lumlertdacha, b., Mitmoonpitak, c., Sitprija, v., Morcajo (tranquillion), FX, Wilde, h. (2004) sopravvivenza di cani e gatti rabbiosi naturalmente infetti. Clin infetta lo schema 39 (2): 278-80

Raccomandato

Come prendersi cura dello strato di ozono
2019
Escola Yogavida
2019
Perché il mio cane vomita e ha la diarrea?
2019