Quali tipi di carta vengono utilizzati per creare libri

La carta è uno dei materiali più utilizzati da secoli e, nonostante il fatto che l'era digitale stia cambiando usi e costumi, è ancora uno dei media più comuni per la lettura o la stampa. Il documento fu inventato in Cina, intorno al 200 a.C. In seguito, avrebbe raggiunto l'Europa attraverso gli arabi e, infine, si sarebbe diffuso in tutto il mondo, diventando il materiale che è oggi. Tuttavia, il modo di fare la carta fatta a mano è lontano dai metodi usati oggi.

Se vuoi sapere quali tipi di carta vengono utilizzati per creare libri, continua a leggere perché lo spiegheremo di seguito.

La cellulosa è la base di qualsiasi documento

Il materiale di base con cui viene fabbricato qualsiasi tipo di carta è la cellulosa . La cellulosa è un materiale che si ottiene dalle verdure (è presente anche in alcune specie del regno protista). Pertanto, la cellulosa è una molecola principalmente presente nelle piante e che, una volta separata e isolata, si ottiene una pasta che può essere utilizzata per realizzare oggetti diversi o materiali più lavorati, compresa la carta. Per questo motivo, la maggiore quantità di materiale che compone qualsiasi carta o cartone è composta da cellulosa, comprese anche le diverse carte utilizzate per la fabbricazione dei libri .

All'interno delle piante, la cellulosa è una molecola molto abbondante. In realtà, costituisce la sostanza organica più abbondante nelle aree terrestri. Questo perché la cellulosa è una delle molecole che compongono il muro delle cellule vegetali. Cioè, è presente in gran parte nelle piante, poiché è responsabile della protezione e dell'isolamento di ciascuna delle sue cellule.

Tipi di carta per fare libri

Tuttavia, sebbene la cellulosa sia la base di qualsiasi carta o cartone, oggi è possibile trovare molti tipi di carta. Questo perché, sebbene la base sia in cellulosa, grazie a varie sostanze e ai successivi trattamenti, è possibile dargli una finitura diversa a seconda dei casi. Un esempio di questi trattamenti si trova nello sbiancamento della carta . La cellulosa non è bianca, ma piuttosto grigiastra o marrone. Per farlo assumere il colore bianco così caratteristico della carta, vengono utilizzate varie sostanze, tra cui il cloro, specialmente inquinante se viene rilasciato nell'ambiente.

Allo stesso modo, si deve anche tener conto del fatto che, quando si creano libri, esistono molti tipi diversi di carta, poiché ognuno di essi soddisfa al meglio le esigenze specifiche di ciascun libro. Alcuni dei tipi di carta per la creazione di libri più comuni sono i seguenti:

  • Carta offset: è il white paper standard, è uno dei più comuni, dal momento che è abbastanza economico da produrre e viene utilizzato in generale per quasi ogni tipo di libro o rilegatura.
  • Carta cava o avorio: è una carta con alcuni tocchi giallastri e qualcosa di più ruvido al tatto. È un documento che consente una lettura confortevole, quindi viene utilizzato principalmente per la stampa di libri di letteratura, come storie, romanzi o poesie.
  • Carta patinata: questo tipo di carta ha una finitura più luminosa a causa dell'uso di sostanze chimiche che fissano il colore. In effetti, è il più utilizzato nei libri stampati a colori o anche per le riviste.

Perché è importante riciclare la carta

Ci sono molte persone che pensano che, poiché la grande base della carta è la cellulosa, una molecola organica e biodegradabile, la carta non inquina. Ciò sarebbe vero se il presente documento fosse composto esclusivamente da questa sostanza. Tuttavia, la carta utilizzata oggi, sia per la preparazione di libri che per riviste, opuscoli, fogli, quaderni, alcuni cartoni e molte altre cose, è composta da cellulosa e dozzine di sostanze chimiche sintetiche che sono il che gli danno il finale finale. Inoltre, oltre alla carta stessa, gli inchiostri utilizzati sono composti in molti casi da sostanze chimiche sintetiche. Pertanto, se la carta si decompone nell'ambiente, queste sostanze chimiche di sintesi finiscono per disperdersi anche nell'ambiente, quindi è un tipo di materiale inquinante nonostante la sua bassa resistenza al degrado. Inoltre, il processo di fabbricazione della carta comporta anche l'inquinamento ambientale (ad esempio, l'emissione di gas).

Pertanto, la cosa giusta da fare quando si smaltisce la carta o il cartone è di depositarla in un contenitore per il riciclaggio della carta (quelli blu). In questo modo, le fibre di cellulosa possono essere scomposte in modo controllato e riutilizzate per la produzione di nuova carta, in modo che i rifiuti potenzialmente inquinanti vengano trasformati in materia prima che può essere riutilizzata senza dover tagliare di più alberi per ottenere cellulosa vergine.

Espandi queste informazioni con questo altro articolo in cui parliamo del perché è importante riciclare carta e cartone e in questo altro su Qual è l'impatto ambientale del consumo di carta.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali tipi di carta vengono utilizzati per creare libri, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Altre ecologie.

Raccomandato

Come far crescere la catnip
2019
I conigli dormono?
2019
Rapaci notturni - Nomi ed esempi
2019