Quali sono le caratteristiche dei pipistrelli

I pipistrelli o i chirotteri (ordine C hiroptera ) sono un ordine di mammiferi che possono essere trovati praticamente in regioni del mondo, ad eccezione delle aree polari. Tuttavia, all'interno dei pipistrelli troviamo molte specie con caratteristiche diverse, come le dimensioni, e alcune comuni, come i mammiferi che possono volare.

Poiché sono animali molto interessanti e generano curiosità per molte persone, in questo articolo vedremo quali sono le caratteristiche dei pipistrelli . Li conoscevi tutti?

Come sono i pipistrelli: caratteristiche principali

I pipistrelli sono l'unico ordine di mammiferi che hanno la capacità di volare . Nell'immagine qui sotto puoi vedere i dettagli dell'ala di un pipistrello.

La dimensione delle diverse specie di pipistrelli è variabile. La più piccola specie di pipistrello conosciuta, la specie di pipistrello moscarbon, misura solo circa 30 mm di lunghezza e pesa circa 2 grammi, mentre la più grande specie identificata, la cosiddetta volpe filippina, può misurare poco più di 1, 5 m di lunghezza e pesa circa 1, 2 kg.

Diverse specie di pipistrelli apportano benefici ecologici così come impollinatori, disperdenti di semi, aiutano la riproduzione di alcune piante tropicali o fungono da controllo di diversi parassiti di insetti come l'aragosta, che colpisce migliaia di ettari di colture ogni anno.

Dove vivono i pipistrelli

I pipistrelli hanno diversi habitat, anche se preferiscono grotte, alberi, tronchi, crepe e altri luoghi vuoti e umidi. In generale, qualsiasi habitat che abbia abbastanza cibo, una temperatura adeguata e un posto per dormire e ibernare senza pericolo.

Cosa mangiano i pipistrelli: cibo

L'alimentazione del pipistrello è onnivora e molto varia e dipende dalla specie, potendo nutrirsi di insetti, rettili, uccelli, anfibi, ragni e altri artropodi, mammiferi, polline, nettare, foglie, frutti, carogne o persino sangue (noto solo tre specie ematofagiche). Di solito, i pipistrelli si nutrono di notte e riposano durante il giorno. Di solito lo fanno in gruppi, lasciando le loro caverne, caverne o buchi in gruppi fino a 50 milioni di individui per cercare prede. Questo accade, ad esempio, nel caso della mazza di coda del mouse.

I pipistrelli, come i delfini e alcuni cetacei, usano il metodo dell'ecolocalizzazione per rilevare ostacoli, orientarsi, localizzare le prede in modo più efficace o per comunicare tra loro. L'ecolocalizzazione consiste nell'emissione di suoni che generano echi e nella rilevazione del loro ritorno, che rilevano con un sistema uditivo abbastanza sviluppato. Una volta ricevuto questo suono, elaborano le informazioni per orientarsi nello spazio. Sebbene abbiano un sistema uditivo altamente sviluppato, il loro senso della vista non lo è.

Riproduzione di pipistrelli

I pipistrelli raggiungono la maturità sessuale intorno ai 12 mesi . Il comportamento riproduttivo dei pipistrelli varia a seconda della specie. In alcune specie, sono raggruppate in alberi e si accoppiano con diversi membri vicini, altre specie formano harem con alcune femmine, altre optano per la monogamia e altre specie di pipistrelli si accoppiano mentre la femmina è in letargo.

I pipistrelli sono animali vivipari e il periodo di gestazione è molto variabile e dura da 40 giorni a 10 mesi. Dopo questo, di solito danno alla luce un giovane, anche se a volte possono essere due. Di solito hanno una cucciolata all'anno, ad eccezione del genere Lasiurius, che può raggiungere quattro cucciolate all'anno.

Questi sono animali che vanno in letargo durante l'inverno nelle zone fredde. Prima di andare in letargo, aumentano di peso per avere abbastanza riserve di cibo per sopravvivere durante questo periodo. Durante il letargo, l'animale può ridurre la temperatura corporea a -5 ° C, a seconda della specie, e diminuire alcune delle sue funzioni metaboliche. Inoltre, questi animali non migrano verso altre regioni, quindi quando il cibo è scarso e le temperature scendono troppo basse (non supportano temperature molto basse), vanno in letargo fino alla primavera. Ci sono specie che possono svegliarsi ogni 10 giorni e altre possono durare fino a 90 giorni.

Minacce e predatori di pipistrelli

Esistono diversi motivi che rappresentano una minaccia per questi animali. Uno di questi è una malattia nota come sindrome del naso bianco, causata da funghi bianchi, che attacca le orecchie, il muso e le ali di questi animali mammiferi volanti.

Un'altra minaccia per questi animali è l' uso di turbine eoliche o mulini a vento, le cui pale sono in pericolo di provocare incidenti quando i pipistrelli si scontrano con loro. L' uso di insetticidi in agricoltura, il loro uso come cibo, abusi o l'interruzione del loro stadio di letargo da parte degli esseri umani, sono altri fattori che contribuiscono a ridurre le loro popolazioni.

Per quanto riguarda i predatori di pipistrelli, i più importanti sono serpenti, gufi, lucertole, gatti selvatici o volpi.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Quali sono le caratteristiche dei pipistrelli, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di animali selvatici.

Raccomandato

20 animali in via di estinzione a Panama
2019
La sansevieria cilindrica
2019
Differenze tra ecologia e ambiente
2019