Quali sono le aree di protezione della flora e della fauna

Le attività umane di solito hanno un grande impatto sull'ambiente, specialmente negli ecosistemi in cui sono svolte. Per evitare e contrastare i suoi effetti, vengono lanciati diversi programmi di protezione e, uno di questi, che è anche uno dei più importanti, consiste nella realizzazione e nello sviluppo di aree di protezione della flora e della fauna.

Tuttavia, non tutte queste aree sono uguali e hanno le stesse priorità quando si tratta di proteggere la biodiversità che ospitano. Se vuoi sapere quali sono le aree di protezione della flora e della fauna e approfondire un po 'il suo ruolo ambientale, continua a leggere e scoprilo.

Quali sono le aree di protezione della flora e della fauna: semplice definizione

Le aree di protezione della flora e della fauna sono territori geografici specifici in cui è necessario rispettare un regolamento specifico al fine di proteggere la biodiversità dell'area in questione. Uno dei fattori che tengono conto di questi territori è limitare gli usi che le attività umane possono fare delle risorse naturali lì presenti.

In questo modo, a seconda del tipo di area di protezione della flora e della fauna in cui ci troviamo, è possibile sviluppare un tipo di attività o un altro. Oppure, possiamo anche trovare territori in cui l'attività umana è considerevolmente limitata, diventando limitata solo alle attività di studio scientifico e poco altro.

Principali tipi di aree di protezione della flora e della fauna

È importante tenere presente che le aree di protezione della flora e della fauna che possono essere trovate sono molto varie. In tutti i casi troveremo aree di elevato valore ecologico che dovranno essere protette. Tuttavia, è anche vero che, in ciascun caso, questo tipo di protezione si focalizzerà su un aspetto specifico o su un altro. Questi sono i principali tipi di aree di protezione della flora e della fauna :

Riserva Nazionale

Questo tipo di area di protezione della flora e della fauna è caratterizzata dall'essere un'area denominata riserva naturale ed essere controllata dall'autorità nazionale in ogni caso e, allo stesso tempo, da un uso relativamente permissivo delle risorse naturali dell'area delimitata. Pertanto, sebbene sia richiesta la protezione della fauna e della flora presenti nell'area, saranno consentite attività umane commerciali. Anche se, per essere eseguiti, sarà necessario avere l'approvazione dell'autorità nazionale, incaricata di proteggere l'area in questione.

Parco Nazionale

In questo caso, siamo di nuovo in un'area di protezione della flora e della fauna. Ma, diversamente da quanto accaduto con la riserva nazionale, i protocolli di protezione saranno più severi. Con ciò si cerca la protezione della flora e della fauna dei parchi naturali e di alcuni ecosistemi particolarmente sensibili alla presenza e all'attività umana. Queste sono aree in cui qualsiasi attività umana è molto controllata dalle autorità, il che limita notevolmente lo sfruttamento delle risorse naturali in qualsiasi sua forma.

Santuario Nazionale

Quando si parla di un santuario nazionale, viene fatto riferimento a un'area di protezione della flora e della fauna che ha un livello piuttosto elevato di domanda ma, a differenza di ciò che accade con il parco nazionale, è un tipo di protezione focalizzata su specie specifiche . In tal modo, alcune specie, che possono essere sia flora che fauna, godono di tale protezione più dell'ecosistema nel suo insieme, che ha la sua importanza e protezione fintanto che è legata alla sopravvivenza delle specie protette.

Zona di recupero

In questo caso, stiamo anche affrontando un'area di protezione della flora e della fauna. Tuttavia, nel caso delle aree di recupero, si dovrebbe notare la natura transitoria di questo spazio di protezione. È un'area protetta che ha la funzione di recuperare l'ecosistema danneggiato da un disastro di origine naturale o umana. Un buon esempio sarebbero gli incendi.

Zona selvaggia

In questo caso, è un'area protetta ma a causa del suo alto valore ecologico e dell'assenza storica di presenza e attività umana. Sono aree protette ma consentono determinate attività umane quando non interferiscono troppo con l'ambiente.

Zona di protezione rigorosa

È un'area simile a quella selvaggia ma, in questo caso, con un protocollo di protezione molto più rigoroso. Ciò è generalmente dovuto al suo altissimo valore ecologico e di biodiversità. Queste sono aree in cui l'attività umana è molto limitata.

Perché le aree di protezione della flora e della fauna sono importanti

L' importanza delle aree di protezione della flora e della fauna si trova nell'impatto che l'attività umana ha sull'ambiente. Indipendentemente dal livello di protezione stabilito, la semplice presenza di esseri umani implica un impatto sull'ambiente. Questo impatto può essere distruttivo (come abbattere una foresta), come uno squilibrio (ad esempio, nutrire gli animali selvatici). Ciò comporta il degrado degli ecosistemi e, l'unico modo per evitarlo, è creare aree protette in cui l'attività umana è limitata o ridotta al minimo.

Ciò consente di preservare la biodiversità e la ricchezza ambientale di quegli ambienti di particolare importanza o particolarmente sensibili all'attività umana. Pertanto, la creazione e la protezione di aree di protezione della flora e della fauna è il modo migliore per preservare il patrimonio naturale del nostro pianeta, sia per le generazioni presenti che per quelle future.

Se hai ancora dubbi sul perché devi essere piuttosto severo in alcune aree e limitare così tanto l'attività che abbiamo in esse, ti consigliamo di leggere questo altro articolo su Come la società influenza l'ambiente.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Quali sono le aree di protezione della flora e della fauna, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Altro ambiente.

Raccomandato

10 motivi per avere un cane
2019
L'importanza di rimuovere le foglie dal terreno del giardino
2019
Principali ecosistemi del Messico e loro caratteristiche
2019