Quali sono i fenomeni meteorologici più comuni?

I fenomeni meteorologici sono fenomeni naturali che si verificano nell'atmosfera e che, a seconda del loro grado di intensità, possono avere effetti positivi o negativi sugli ecosistemi e, quindi, sulle società umane. Esiste una grande varietà di fenomeni meteorologici ma, nonostante ciò, molte volte non sapremmo catalogarli o identificarli al di là di pioggia, neve o tempesta. Se vuoi sapere quali sono i fenomeni meteorologici più comuni, così come alcune delle loro caratteristiche più sorprendenti, continua a leggere e te lo diremo.

Quali sono i fenomeni meteorologici?

Di solito cade nell'errore di considerare un fenomeno meteorologico come qualsiasi tipo di fenomeno naturale che si verifica in un dato spazio. Tuttavia, la chiave per identificare un fenomeno meteorologico è che, è solo un tipo di fenomeno naturale, e sono quelli che si verificano nell'atmosfera o, in una certa misura, sono propiziati dall'attività o dall'inattività di questo .

In questo modo verrebbero esclusi dai fenomeni meteorologici, ad esempio i terremoti che, sebbene sia vero che costituiscono un tipo di fenomeno naturale, non potrebbero essere classificati come "meteorologici" in quanto non hanno alcun tipo di relazione con l'attività del atmosfera.

Tipi di fenomeni meteorologici

All'interno dei fenomeni meteorologici troveremo due grandi tipi di fenomeni: quelli normali e gli estremi. I fenomeni meteorologici normali sono quelli che, indipendentemente dal danno che possono causare, si manifestano su una scala e in un momento che sono considerati normali dell'attività meteorologica dello spazio in cui si verificano.

Al contrario, quando parliamo di fenomeni meteorologici estremi, ci riferiamo a fenomeni che si manifestano in modo eccessivo e al di fuori di ciò che è considerato normale nel modo in cui l'atmosfera si comporta per un determinato luogo e tempo. Da questa categoria di eventi meteorologici estremi troveremmo uragani e tornado più grandi, siccità, inondazioni o ondate di freddo o caldo estremi.

I fenomeni meteorologici più comuni

Tuttavia, gli eventi meteorologici estremi, per fortuna, non sono i più comuni nella vita quotidiana della nostra atmosfera. Mentre è vero che il cambiamento climatico rende fenomeni sempre più comuni, la verità è che i soliti fenomeni meteorologici sono di solito di media o moderata intensità e, a seconda del luogo e del periodo dell'anno in cui manifest, non dovrebbero avere effetti particolarmente dannosi sugli ambienti che colpiscono. Questi sono i più comuni:

pioggia

La pioggia è il fenomeno meteorologico più noto di tutti. Si manifesta quando le nuvole passano da uno stato gassoso a uno stato liquido dopo la condensazione, il che provoca la precipitazione dell'acqua sotto forma di gocce sulla superficie terrestre, quindi evaporano di nuovo e formano le nuvole.

temporale

Il temporale è un tipo di fenomeno naturale legato alla pioggia, poiché di solito si manifestano insieme, sebbene non sia sempre così. Il temporale è prodotto da un tipo di nuvole di cemento che, oltre a produrre pioggia, generano altri fenomeni tipici dei temporali come fulmini, tuoni e fulmini.

vento

Il vento è caratterizzato dallo spostamento dell'aria atmosferica a velocità e direzioni specifiche. I venti possono venire da qualsiasi direzione e anche in qualsiasi direzione. In questo modo, parleremo di venti da nord, sud, est, ovest o una qualsiasi delle loro combinazioni.

nebbia

La nebbia è uno dei fenomeni atmosferici più comuni in inverno. È caratterizzato dalla presenza di nuvole ma, in questo caso, si trovano sulla superficie del pianeta, più vicino al suolo del normale. Ciò significa che la visibilità e la temperatura diminuiscono considerevolmente, poiché la luce solare non può penetrare nella sua interezza attraverso la presenza di nuvole.

neve

La neve è simile alla pioggia ma, in questo caso, si verifica a temperature inferiori a 0 ° C, il che significa che lo stato della pioggia non è liquido ma solido, producendo fiocchi di neve anziché gocce di pioggia.

arcobaleno

È un effetto meteorologico che deriva dalla frammentazione della luce solare mentre attraversa le gocce di pioggia sospese nell'atmosfera, il che si traduce nello spettro dei colori della luce visibile che viene visto in un arco. in un punto specifico dell'atmosfera. Di solito si manifesta dopo pioggia o tempesta.

gelate

Il gelo si svolge nelle notti invernali a causa del forte calo delle temperature. Nonostante si manifesti come uno strato di ghiaccio o brina sulle superfici, ciò non implica necessariamente che si siano verificati pioggia o altri eventi meteorologici simili. In questo caso, il ghiaccio proviene dall'acqua naturalmente presente nell'ambiente, che a causa delle basse temperature si congela di notte.

anticiclone

È un fenomeno meteorologico che a volte può passare inosservato a causa, appunto, del fatto che è caratterizzato dall'assenza di attività meteorologica ma che, dopo tutto, è anche un modo di manifestare l'atmosfera. In questo caso, stiamo parlando dell'assenza di nuvole di qualsiasi tipo, che di solito è anche accompagnata dall'assenza di venti. Il risultato è un'atmosfera chiara e una temperatura molto fredda in inverno e molto calda in estate, così come quella che viene comunemente chiamata "giornata di sole".

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono i fenomeni meteorologici più comuni, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di fenomeni meteorologici.

Raccomandato

Jupiter Tree Care
2019
Allergia al morso delle pulci nei gatti
2019
Cura del cardellino
2019