In quale contenitore si trova il tappo?

La Spagna è il secondo produttore mondiale di sughero, dopo il Portogallo, e possiede la quarta parte mondiale delle querce da sughero. Il riciclaggio del sughero sarebbe un ottimo modo per sostenere questo settore, che è in pericolo a causa della sostituzione di materiali sintetici e delle minacce ambientali subite dalle querce da sughero (l'albero da cui si ottiene il sughero). Inoltre, il riciclaggio offrirebbe anche vantaggi ambientali.

Ma in quale contenitore viene gettato il tappo per un trattamento adeguato? In questo articolo ti diciamo.

In quale contenitore viene gettato il sughero naturale?

Come assicurano da Ecoembes (il sistema che gestisce il riciclaggio dei contenitori in Spagna), il consumatore deve depositare i prodotti realizzati con sughero naturale nel contenitore organico, il contenitore marrone, in modo da non ostacolare il riciclaggio dei contenitori, ma assicurarsi che ricevano Pochissimi tappi. Successivamente, le società di recupero sono responsabili della loro gestione e della loro spedizione in discariche controllate o in alcuni sistemi di recupero dell'energia.

I tappi che sono già stati utilizzati non possono essere riutilizzati, soprattutto se hanno contenuto liquidi o sono stati a contatto con alimenti o altri materiali organici o inorganici che lasciano residui, poiché sono danneggiati o con resti di prodotti e le industrie non possono riammetterli . Anche se sarebbe possibile riciclare, cioè sfruttare il materiale dopo averlo trattato correttamente. Tuttavia, manca un sistema di recupero come vetro o imballaggi e, sebbene vi sia esperienza in tal senso, al momento non esiste una buona struttura per il riciclaggio del sughero e farlo, per il momento, sarebbe costoso e potrebbe contaminare di più .

Il riciclaggio del sughero inutilizzato presenta vantaggi per l'ambiente ed economici. Significa risparmio di risorse, trasformazione o trasporto. Inoltre, quando è possibile riciclare persino il sughero naturale usato, oltre ai vantaggi sopra menzionati, si genererebbero anche lavori ecologici in questo settore.

Anche se non puoi ancora riciclare il sughero naturale usato, ti diamo diverse idee per riutilizzare i tappi di sughero, uno dei prodotti più usati realizzati con questo materiale.

Il sughero bianco, il poliespán o il porexpan

Il sughero bianco o il polistirene espanso (EPS), chiamato anche polistirene o porexpan, è un materiale plastico espanso, derivato dal polistirolo e utilizzato per realizzare contenitori e imballaggi o come isolamento termico e acustico nelle costruzioni.

Tra le sue caratteristiche ci sono la sua leggerezza, igiene, resistenza all'umidità, ai sali, agli acidi o ai grassi e la sua capacità di assorbire gli impatti, il che lo rende un materiale ideale per condizionare i prodotti fragili. Inoltre, poiché non è un substrato nutritivo per i microrganismi, non marcisce, non si modella né subisce decomposizione. Questo lo rende un materiale ideale per il confezionamento di prodotti freschi, quindi possiamo facilmente trovarli sotto forma di un vassoio di verdure, frutta, macellai, pescherie o gelati.

Nei supermercati lo troviamo facilmente sotto forma di un vassoio nelle sezioni di pescherie, macellerie, frutta, verdura e gelati.

Come viene riciclato il sughero bianco

Il sughero bianco o il poliestere sono un materiale completamente riciclabile e riutilizzabile al 100% . Con esso puoi formare blocchi dello stesso materiale e fabbricare materie prime per l'uso in altri prodotti. Dopo l'uso, deve essere depositato nel contenitore giallo destinato ai contenitori in plastica.

Sono noti tre metodi principali per il riciclaggio del sughero bianco :

  • Il principale metodo di riciclaggio, utilizzato da decenni, è quello di strappare meccanicamente il materiale e successivamente mescolarlo con nuovo materiale per formare blocchi EPS contenenti fino al 50% di materiale riciclato.
  • Un'altra tecnologia attualmente applicata per il riciclo è la densificazione meccanica, che consiste nell'applicare energia termica e meccanica alle schiume per trasformarle in particelle più compatte che possono essere maneggiate più facilmente.
  • Nuovi metodi sono anche allo studio per dissolvere le schiume in diversi solventi e quindi gestirle più facilmente.

Il settore del sughero in Spagna

Come abbiamo detto, la Spagna è uno dei principali produttori mondiali di sughero e le principali querce da sughero si trovano lungo la costa mediterranea, l'Estremadura e l'Andalusia. Il settore del sughero è un'industria particolare che è favorevole anche per la biodiversità, perché la scomparsa delle querce da sughero causerebbe gravi danni all'ambiente. Ad esempio, la biodiversità di centinaia di animali e piante ne risentirebbe, l'ambiente naturale sarebbe più esposto all'erosione e alla desertificazione, la capacità di assorbimento di CO2 verrebbe persa, l'occupazione rurale verrebbe ridotta o il meraviglioso paesaggio mediterraneo verrebbe danneggiato.

Secondo i responsabili, questo settore impiega circa 3.000 persone e che oltre a produrre tappi (85% del fatturato), diverse industrie usano il sughero per le sue proprietà isolanti, galleggiabilità e leggerezza.

Se vuoi leggere altri articoli simili a In quale contenitore si trova il tappo?, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di riciclaggio e gestione dei rifiuti.

Raccomandato

Come si formano le nuvole e i loro tipi
2019
Inquinamento luminoso: definizione, cause e conseguenze
2019
Perché il mio cane ha croste cutanee?
2019