Qual è la sedimentazione dell'acqua potabile

L'acqua contiene naturalmente molte particelle disciolte e sospese che potrebbero mettere in pericolo la nostra salute se le ingeriamo. Prima di consumare l'acqua che si trova nelle fonti naturali, deve passare attraverso un processo noto come purificazione .

Questo processo di purificazione dell'acqua prevede una serie di passaggi che ne consentono la purificazione. Uno dei più importanti è la sedimentazione di queste particelle che l'acqua ha e che non dovremmo consumare. Se vuoi sapere di più su quale sia la sedimentazione dell'acqua potabile, leggi perché scopriamo la risposta.

Purificazione dell'acqua: cos'è e trattamenti

L'acqua che raggiunge le nostre case proviene da fiumi, torrenti, laghi, bacini idrici e bacini idrici sotterranei. Quest'acqua contiene naturalmente microrganismi (cianobatteri, diatomee, dinoflagellati ...), materia organica e particelle inorganiche, come i metalli. L'acqua che beviamo non ha le stesse caratteristiche dell'acqua che troviamo in natura. Per evitare i rischi per la salute dell'acqua non potabile, deve essere sottoposto a un processo di purificazione che consiste nell'eliminazione di microrganismi e materiale particellare sospeso in modo che sia adatto al consumo umano. La purificazione dell'acqua avviene in centri chiamati stazioni di trattamento delle acque potabili o ETAP, o nelle stazioni di depurazione delle acque o EPA.

Nelle stazioni di depurazione delle acque ci sono due processi principali che consistono, da un lato, nell'eliminazione delle particelle nell'acqua e, dall'altro, nell'inattivazione dei microrganismi. L'acqua raggiunge le stazioni di trattamento attraverso una serie di tubi, acquedotti o canali costruiti che collegano le aree di aspirazione dell'acqua con le stazioni. I trattamenti di purificazione dell'acqua che si verificano in queste piante sono:

  • Coagulazione: l' acqua entra nei serbatoi di "miscelazione rapida". Una serie di polimeri coagulanti e cloro vengono aggiunti per creare composti che vengono quindi sedimentati e rimossi. Il cloro viene aggiunto per disinfettare l'acqua dai microrganismi patogeni. In questi serbatoi l'acqua si muove a grande velocità per favorire una maggiore unione delle sostanze chimiche aggiunte con le particelle di acqua.
  • Flocculazione: quindi l'acqua passa ai serbatoi di flocculazione. Qui, l'acqua si muove più lentamente per incoraggiare la formazione di greggi o grumi di solidi sospesi nell'acqua.
  • Sedimentazione: quindi l'acqua viene trasferita ad altri serbatoi in modo che i fiocchi si depositino. Ciò richiede che l'acqua si muova molto lentamente.
  • Filtrazione: l'acqua si sposta verso i filtri per la rimozione di piccole particelle in sospensione che non sono state rimosse prima, come resti di microrganismi, alghe, fiocchi più piccoli, ecc. Normalmente i filtri sono sabbia, ghiaia e carbone attivo.
  • Conservazione: infine, l'acqua potabile viene immagazzinata in altri serbatoi dove di solito vengono aggiunti cloro e fluoruri per disinfettare l'acqua di possibili microrganismi che non sono stati precedentemente eliminati e anche in modo che non proliferino mentre l'acqua viene immagazzinata in questi serbatoi. Da qui l'acqua viene distribuita alle popolazioni attraverso una rete di condotte.

Potresti anche essere interessato a completare le informazioni con questo altro articolo sui diversi tipi di trattamento delle acque reflue.

Qual è la sedimentazione dell'acqua potabile e dei suoi tipi

La sedimentazione è il processo mediante il quale i solidi sospesi nell'acqua cadono sul fondo del contenitore in cui è contenuta l'acqua. La sedimentazione è un processo naturale che si verifica a causa dell'effetto della gravità. Anche se accade nei fiumi e nei laghi, le persone hanno usato questo fenomeno per ottenere acque più pure e più sicure .

La sedimentazione si basa sulla legge di Stokes, secondo la quale le particelle più grandi o più pesanti dell'acqua avranno una maggiore capacità di sedimentazione. Anche la viscosità del liquido influenza, minore è la viscosità maggiore è la capacità e il tasso di sedimentazione.

Le particelle sospese possono essere classificate in base al loro diametro e stato della sospensione:

  • Particelle sospese fino a 10-4 cm.
  • Colloidi con particelle di dimensioni comprese tra 10-4 e 10-6 cm.
  • Soluzioni con particelle inferiori a 10-6 cm.

Sulla base di questa classificazione, esiste un modo parallelo per classificare metodi o tipi di sedimentazione dell'acqua in base a questi tipi di particelle:

  • 1o caso: sedimentazione semplice. Le particelle fino a 10-4 cm sono in grado di sedimentare solo mediante processi fisici, come la gravità.
  • 2o caso: i colloidi devono coagulare per formare flocchi sedimentabili. È necessario aggiungere sostanze chimiche.
  • 3 ° caso: le sostanze solubili devono diventare insolubili per formare flocchi sedimentabili. Come nel caso precedente, è necessaria l'aggiunta di prodotti chimici.

Affinché avvenga la sedimentazione delle particelle, è necessario che la velocità del flusso d'acqua sia inferiore alla velocità di sedimentazione dei solidi sospesi che contengono. Questo concetto di carico superficiale è essenziale per la costruzione di vasche di sedimentazione.

Alcuni esempi di velocità e tempi di sedimentazione sono, per una distanza di 0, 3 m, 38 secondi per granelli di sabbia con una velocità di 88 millimetri al secondo (mm / s), 35 ore per gruppi di batteri con una velocità di 0, 00154 mm / se nel caso dei colloidi il tempo potrebbe ammontare a 63 anni e una velocità di 0, 000000154 mm / s. Naturalmente, la velocità di sedimentazione dipende anche da altri fattori come la temperatura e il diametro dell'acqua e il peso specifico delle particelle.

Come sono i serbatoi di sedimentazione dell'acqua

I serbatoi di sedimentazione possono essere circolari o rettangolari e hanno quattro parti distinte.

  • Zona di ingresso: è la zona attraverso la quale l'acqua entra nel serbatoio di sedimentazione. È necessario controllare la velocità per evitare turbolenze. L'acqua entra di solito con una velocità non superiore a 5 cm / s.
  • Zona di sedimentazione: richiede un flusso uniforme e lento di acqua per facilitare la deposizione di particelle sul fondo, dove si trova la zona dei fanghi.
  • Zona dei fanghi : i fanghi sono il risultato della deposizione di particelle solide contenute nell'acqua. Alla base c'è una botola attraverso la quale viene estratto il fango. È inoltre necessario rimuoverli per evitare l'intasamento della botola, ma deve essere fatto a una velocità molto bassa per evitare la risospensione.
  • Zona di partenza: è l'area attraverso la quale l'acqua lascia questo serbatoio. Inoltre, ha strutture che trattengono i materiali galleggianti dell'acqua.

Se desideri leggere altri articoli simili a Qual è la sedimentazione dell'acqua potabile, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Altre ecologie.

Raccomandato

Qual è il serpente più velenoso al mondo
2019
Il mio cane annega - Cosa devo fare
2019
Pesce bello e facile da curare
2019