Qual è la differenza tra esseri viventi ed esseri inerti

Esseri viventi. Sembra un concetto molto ampio, giusto? Sapresti come definirli? Forse, gli esseri che abitano il pianeta Terra? Bene, non ti preoccupare se non riesci a pensare a niente, perché in seguito spiegheremo quali sono e le loro caratteristiche principali. Tuttavia, come al solito, sembriamo dimenticare tutto ciò che esiste sul pianeta che non ci riguarda. Come gli esseri viventi, il nostro pianeta è abitato da esseri inerti. Non sai cosa sono? Non ti preoccupare, te lo spiegheremo e ti diremo qual è la differenza tra esseri viventi ed esseri inerti .

Cosa sono le cose viventi?

In primo luogo, possiamo chiamare esseri viventi o esseri biotici quegli esseri che soddisfano determinate caratteristiche che devono soddisfare, che sono le seguenti:

  • Sono costituiti da cellule, le unità funzionali minime della vita. Possiamo distinguere esseri unicellulari se sono composti da una singola cellula e esseri multicellulari se sono formati da più di uno.
  • Eseguono le cosiddette "funzioni vitali", che sono tre: l'alimentazione delle cose viventi (la funzione respiratoria è inclusa in essa), si riferiscono e si riproducono.

Oltre a queste funzioni vitali, gli esseri viventi sviluppano un ciclo di vita attraverso il quale:

  • Sono nati Gli esseri viventi provengono da altri esseri viventi.
  • Si nutrono . Ecco una delle funzioni vitali. Tutti gli esseri viventi devono nutrirsi per ottenere nutrienti con cui conservare e rinnovare le loro strutture corporee e anche ottenere energia per svolgere il resto delle altre attività vitali.
  • Crescono o si sviluppano, aumentando per tutta la vita in termini di dimensioni o persino cambiando radicalmente l'aspetto come nel caso della metamorfosi.
  • Si riferiscono al loro ambiente e ad altri esseri attraverso stimoli e risposte. In questo modo, gli esseri viventi sono in grado di essere consapevoli di ciò che sta accadendo intorno a loro, ottenere cibo o intraprendere il volo in situazioni pericolose,
  • Si riproducono per dare origine a simili esseri viventi e trasmettere le loro informazioni genetiche alla loro prole. La maggior parte degli esseri viventi ha bisogno di un altro individuo per effettuare la riproduzione.
  • Muoiono. La vita degli esseri viventi è limitata. Alcuni hanno una vita più lunga e altri più brevi e alcuni addirittura stanno studiando oggi la loro possibile "immortalità" per la loro capacità di rigenerare le cellule, come le meduse (nel caso in cui non vengano cacciati da un predatore).

La grande diversità degli esseri viventi è classificata in 5 grandi regni :

  • Il regno animale
  • Il regno vegetale
  • Funghi.
  • Monera (batteri).
  • Protista (protozoi, alghe e altri che non possono essere classificati nel resto dei regni).

Cosa sono gli esseri inerti?

Esseri inerti, esseri "non viventi" o esseri abiotici sono quelli che non soddisfano nessuna delle caratteristiche precedentemente descritte degli esseri viventi, come l'assenza di movimento, riproduzione, metabolismo, adattamento all'ambiente o morte. Per questo motivo, dobbiamo pensare che li conosciamo come "esseri" inerti, ma forse non sarebbe il termine più corretto, perché alla fine sono materiali, oggetti o elementi, ma non esseri in quanto non vivi.

Gli esseri inerti hanno anche diversi modi di classificarsi. In primo luogo, possono essere classificati in due grandi gruppi: esseri inerti naturali ed esseri inerti artificiali.

Esseri inerti naturali

Gli esseri naturali inerti sono tutti quelli che, come indica il loro nome, sono naturalmente di natura. Alcuni esempi potrebbero essere:

  • Rocce.
  • Acqua.
  • Aria (atmosfera)
  • Luce.
  • Minerali come calcio, fosforo, magnesio, sodio, fluoro o iodio.
  • Arena.
  • Taglio legno. Dovrebbe essere chiarito che quando parliamo del legno dell'albero (tronco, rami e radici), mentre è ancora vivo, allora il legno fa parte di un essere vivente, quindi è tessuto vivente. Tuttavia, una volta che il legno viene tagliato, cessa di far parte di un essere vivente e diventa un elemento inerte.
  • Fuoco.
  • Metalli.

Esseri inerti artificiali

D'altra parte, gli esseri artificiali inerti sono quelli la cui origine è nell'azione dell'uomo, cioè che l'uomo li ha creati. Questo gruppo include tutti quei dispositivi che ci semplificano la vita. Alcuni semplici esempi potrebbero essere penne, carta o computer .

Sebbene questi esseri inerti possano sembrare sullo sfondo rispetto agli esseri viventi, la verità è che per l'esistenza di questi esseri inerti sono essenziali, così come il chiaro esempio di acqua o aria. Cioè, molti di loro sono di vitale importanza per gli esseri viventi per svolgere le proprie funzioni vitali.

Esiste un'altra possibile classificazione per gli esseri inerti, ed è quella che li classifica in esseri inerti organici, quelli che sono principalmente composti di carbonio e che provengono da esseri viventi, come la pelle; e inorganici, quelli che sono prevalentemente composti da minerali.

Differenza tra esseri viventi ed esseri inerti: sintesi

A questo punto sappiamo già cosa sono gli esseri viventi e gli esseri inerti, e quindi le loro principali differenze. In questa sezione faremo un breve riassunto di queste differenze commentate in tutto l'articolo.

Cose viventi :

  • Sono formati da cellule e svolgono le 3 funzioni vitali di alimentazione e respirazione, relazione e riproduzione.
  • Seguono un ciclo di vita attraverso il quale nascono, si nutrono, crescono, si relazionano, si riproducono e infine muoiono.
  • Sono classificati in 5 regni: Animale, Verdura, Fungo, Protista e Monera.

Gli esseri inerti comprendono tutti quegli oggetti che mancano di vita e non soddisfano le caratteristiche degli esseri viventi.

  • Non sono formati da cellule o hanno una vita propria.
  • Non svolgono le funzioni vitali degli esseri viventi o dei loro cicli di vita: non nascono, si nutrono, crescono, si relazionano, si riproducono o muoiono.
  • Possono essere classificati come naturali, presenti in natura come rocce, acqua, aria, fiumi, montagne, ecc. E artificiali, creati dall'uomo (carta, penne, tavoli, sedie, automobili ...). Possono anche essere classificati come organici, se sono prevalentemente composti da carbonio e inorganici, composti da minerali.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Qual è la differenza tra esseri viventi ed esseri inerti, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di biodiversità.

Raccomandato

Cosa sono le riserve d'acqua naturali e artificiali?
2019
Cosa fare se il mio cane ha la pelle irritata?
2019
Malattie più comuni nel Doberman
2019