Pubblicità, poster, schermi e inquinamento visivo

Quando pensiamo all'inquinamento guardiamo il cielo e vediamo gas o fumi neri, ma il termine comprende molti altri tipi di inquinamento. Da un punto di vista ambientale, un altro tipo di inquinamento che ci colpisce ogni giorno e praticamente senza rendercene conto è noto come inquinamento visivo. In EcologçiaVerde, vediamo in cosa consiste l'inquinamento visivo.

Cos'è l'inquinamento visivo?

Questo inquinamento minaccia soprattutto i paesaggi naturali e l'estetica o l'architettura urbana, deteriora la bellezza dei nostri dintorni, distrugge la prospettiva delle nostre strade e strade rurali, ci costringe a sopportare una stimolazione eccessiva di manifesti pubblicitari che spesso non ci interessano e Infine, compromette la sicurezza stradale poiché possono causare distrazioni.

È un inquinamento percepito attraverso il senso della vista e che colpisce le grandi città. Non possiamo evitarlo, la pubblicità è lì, è esposta perché i marchi pagano per fare pubblicità in quegli spazi e siamo sopraffatti dalla quantità di messaggi che vogliono trasmetterci. Ciò causa due cose: il primo, che non prestiamo attenzione alla pubblicità perché c'è troppo e non è orientato alle nostre preferenze, e in secondo luogo, si sporca ed è davvero brutto.

L'inquinamento visivo si riferisce in generale all'abuso di elementi "non architettonici" che alterano l'estetica, l'immagine del paesaggio rurale e urbano e che generano un impatto visivo invasivo indesiderato. All'interno di questa categoria troviamo poster, cavi, camini, antenne, pali, tettoie, schermi e altri elementi digitali. Attualmente, la pubblicità può essere trovata in molti modi diversi.

Origine dell'inquinamento visivo

L'inquinamento visivo ha origine con la crescita della società dei consumi. Hai l'idea che maggiore è l'esposizione del marchio, più vendite ottieni. Ma è arrivato il momento in cui questa strategia non funziona più. Tuttavia, continua ad essere praticato. Solo facendo un giro nel centro di New York capirai di cosa si tratta. In soli 10 metri puoi vedere più di 25 spot pubblicitari che brillano, lampeggiano e sprecano energia incessantemente.

Molte volte senza rendersi conto di questi elementi pubblicitari che generano l'inquinamento visivo nel suo insieme, influenzano negativamente l'uomo e l'ambiente, riducendo la qualità della vita. I poster e gli schermi pubblicitari sono gli elementi più ripetitivi. I suoi molteplici messaggi possono farci collassare e generare una sensazione di vita in un ambiente caotico e stressante.

In breve, l'inquinamento visivo è il grande trascurato e se provassimo a ridurlo, la salute dei cittadini aumenterebbe in modo significativo. Non vale la pena sporcare le strade, i paesaggi o distrarre i conducenti sulle strade con segni assurdi, ti chiediamo di cambiare modello, ci sono più modi per fare pubblicità senza inquinare e molto più efficace.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pubblicità, poster, schermi e inquinamento visivo, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Inquinamento.

Raccomandato

Differenze tra animali vivipari e mammiferi
2019
Sintomi dell'aborto in un cane
2019
A che età i cani smettono di mordere tutto?
2019