Perdita di biodiversità: cause e conseguenze

La perdita di biodiversità è uno dei problemi più significativi del pianeta. Sembra che all'essere umano la sua visione egoistica sull'ambiente naturale gli faccia dimenticare che c'è vita oltre le città e le aree costruite, oltre le risorse che la natura provvede al nostro giorno per giorno. Sebbene la consapevolezza della società stia attualmente aumentando, resta ancora molto da fare e poiché vogliamo contribuire ad essa. Per aiutarci a raggiungere questo obiettivo, ti diciamo le chiavi principali della perdita di biodiversità, delle sue cause e conseguenze . Prendi nota!

Cos'è la biodiversità e qual è la sua importanza

Il termine biodiversità si riferisce all'intera varietà di esseri viventi sul pianeta, dai singoli organismi ai complessi ecosistemi che compongono, come praterie, foreste, giungle, ecosistemi di acqua dolce e salata, ecc.

La biodiversità è della massima importanza poiché, oltre ad avere un valore intrinseco in sé, fornisce una grande quantità di servizi e beni all'essere umano che sono vitali per la nostra sopravvivenza (cibo, acqua, materie prime, risorse naturali ...), a seconda Quindi molte comunità rurali.

Scopri di più su questo argomento in questo altro articolo su L'importanza della biodiversità e delle sue cure e anche con questo video.

Cause della perdita di biodiversità

Oggi c'è un grave problema nell'ambiente naturale e la scomparsa degli ecosistemi terrestri e di tutta la biodiversità che ospitano avviene a passi da gigante. Si stima che, delle oltre 47.000 specie valutate, circa il 36% sia in pericolo di estinzione. Anche se dobbiamo tenere presente che questa scomparsa si sta verificando anche a un ritmo accelerato nell'ambiente acquatico. Questa perdita di biodiversità è dovuta a diversi fattori tra cui principalmente:

  • Lo sfruttamento eccessivo dell'ambiente naturale.
  • Perdita di habitat di specie.
  • L'inquinamento dell'ambiente.
  • L'introduzione di specie esotiche invasive.
  • Gli effetti del cambiamento climatico.

Sfruttamento eccessivo dell'ambiente naturale

Lo sfruttamento eccessivo dell'ambiente naturale si riferisce all'uso incontrollato delle risorse naturali che un determinato ecosistema può offrire. Ciò si verifica quando la velocità di estrazione di queste risorse è superiore alla velocità di rigenerazione naturale.

Quando parliamo di queste risorse che vengono estratte dall'ambiente, possiamo anche fare riferimento a individui che abitano questi ecosistemi, in modo che il tasso con cui vengono estratti da essi sia maggiore del tasso con cui si riproducono, causando una diminuzione dei punti di forza della popolazione. Ciò si è verificato in molte specie che sono state sfruttate come balene, cervi o pesci. Le principali attività a cui è dovuto questo sfruttamento eccessivo sono la caccia, il commercio illegale di specie, la pesca, il disboscamento o l'agricoltura.

Le conseguenze dello sfruttamento eccessivo possono essere ovvie. Se lasciato incontrollato, lo sfruttamento eccessivo comporterà la minaccia di molte specie e potrebbe comportare l' estinzione di molte specie .

Perdita di habitat

Un'altra causa responsabile della perdita di biodiversità è la perdita degli habitat in cui vivono le varie specie. Gli habitat vengono distrutti quando gli ecosistemi vengono modificati per soddisfare le esigenze degli esseri umani attraverso attività come la deforestazione o il drenaggio delle zone umide, la trasformazione di foreste e foreste in campi agricoli.

La trasformazione di questi spazi naturali non deve avvenire integralmente, poiché potrebbe esserci un cambiamento parziale che ha anche conseguenze sulla struttura, composizione o funzione degli ecosistemi, influenzando così le loro specie e i servizi che otteniamo da loro.

La trasformazione delle aree naturali può causare la frammentazione degli habitat, vale a dire che questi sono divisi con effetti negativi come " effetto bordo ". Questo fenomeno si verifica in aree in cui due diversi habitat naturali o due comunità confinanti strutturalmente diverse entrano in contatto. Un esempio di ciò è ciò che accadrebbe quando si costruisce un percorso di comunicazione, come una strada, attraverso una foresta.

Come accennato in precedenza, la distruzione degli habitat, in tutto o in parte, ha conseguenze per le specie, dal momento che coloro la cui mobilità è ridotta può subire minacce riducendo il loro ecosistema e non potendo trasferirsi in un altro, nella composizione degli ecosistemi, come risultato delle precedenti alterazioni sulle specie o sulle risorse naturali che estraiamo da esse.

Vi diciamo di più su questa causa della perdita di biodiversità qui: Distruzione dell'ambiente e dell'habitat: cause e conseguenze.

Inquinamento ambientale

La contaminazione dell'ambiente attraverso varie sostanze chimiche ha gravi ripercussioni sulla biodiversità. Queste sostanze possono influenzare l'aria, l'acqua o il suolo e tra queste ci sono fertilizzanti e pesticidi, materie plastiche o lo scarico di vari rifiuti agricoli e ambientali da attività industriali, zootecniche, agricole e urbane. Inoltre, derivato da questo tipo di attività, la combustione di combustibili fossili produce acidi come zolfo e carbonio che precipitano attraverso la pioggia acida, causando effetti dannosi sugli ecosistemi a livello riproduttivo e alimentare.

Tuttavia, le sostanze chimiche non sono gli unici inquinanti che influenzano la biodiversità, in quanto vi sono altre fonti di inquinamento come:

Inquinamento acustico

Produce che la maggior parte delle specie fugge da aree con livelli più elevati di inquinamento acustico e aree circostanti, specialmente nelle specie con capacità uditive più acute come roditori, pipistrelli o gufi. Alcune specie di uccelli sono molto sensibili a questi alti livelli di suono poiché ostacolano la loro comunicazione o persino i loro riti riproduttivi non essendo in grado di attrarre la coppia attraverso il loro canto.

Inquinamento luminoso

L'inquinamento luminoso o luminoso provoca cambiamenti nei bioritmi di varie specie. Ad esempio, alcuni pettirossi europei cantano di notte prima della potente illuminazione artificiale che produce una sensazione di falso giorno.

Inquinamento termico

Ha molti effetti ancora sconosciuti, sebbene gli organismi più colpiti siano acquatici. Possono essere influenzati dalla scarsa disponibilità di ossigeno, poiché all'aumentare della temperatura diminuisce la solubilità dei gas nell'acqua. Inoltre, possono verificarsi cambiamenti nell'alimentazione, nella riproduzione, nello sviluppo embrionale e nei tassi di crescita. In relazione a quest'ultimo, il sesso di alcuni rettili viene determinato durante lo sviluppo embrionale a seconda della temperatura alla quale si trovano le uova durante l'incubazione, come tartarughe, coccodrilli e alcune lucertole.

Scopri di più sulle conseguenze di questo problema ambientale in questo altro post su come l'inquinamento influisce sull'ambiente.

Introduzione di specie invasive

Le specie invasive sono chiamate quelle che producono cambiamenti negli ecosistemi a cui accedono, sostituendo le specie che erano state precedentemente trovate in esse (specie autoctone). Questi cambiamenti dell'ecosistema prodotti dalle specie invasive possono interferire con la composizione degli ecosistemi, la loro struttura o i processi tra le specie che si verificano in esso.

L'introduzione di queste specie può avvenire volontariamente o involontariamente e oggi è aumentata in modo significativo. Il pericolo delle specie invasive è che non trovano concorrenza da parte delle specie che si trovavano in precedenza nel nuovo ambiente a cui hanno avuto accesso. Di conseguenza, le specie autoctone vengono sfollate e possono morire e estinguersi. Inoltre, queste specie provenienti da aree straniere possono essere portatrici di malattie, mettendo a rischio la nostra salute.

Puoi espandere queste informazioni con questi articoli sull'introduzione di specie esotiche: cause e conseguenze e specie invasive in Spagna e sue conseguenze.

Cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici comprendono le alterazioni che si verificano nell'attuale clima terrestre sugli ecosistemi. È possibile che prima della fine del secolo fosse il principale responsabile della perdita di diversità biologica .

Colpisce sempre più la capacità di sopravvivenza di molte specie, che sono costrette ad adattarsi a nuove condizioni climatiche (trasferirsi in nuove aree con condizioni climatiche simili a quelle dei loro habitat originali, cambiando modelli di comportamento o attraverso modifiche genetica, che è un periodo di tempo che abbraccia intere generazioni) o soccombere a loro.

La conseguenza più diretta del cambiamento climatico è un aumento del numero di specie minacciate, l'esempio più chiaro è quello degli orsi polari che sono minacciati dalla fusione delle calotte polari e dall'estinzione di molte di esse.

Ti consigliamo di leggere questa altra pubblicazione su Come i cambiamenti climatici influenzano la biodiversità.

Conseguenze della perdita di biodiversità

La perdita di biodiversità ha conseguenze molto serie, ed è che è fondamentale per la sopravvivenza della vita sul nostro pianeta.

L' estinzione delle specie ha gravi ripercussioni sugli ecosistemi, che possono perdere le loro funzioni eliminando le specie che costituiscono gli anelli delle catene alimentari. Ciò significa che con l'estinzione di alcune specie in particolare è possibile innescare l'estinzione di molte altre come se fosse un domino, compreso l'essere umano. Tutti conoscono il problema che esiste con l'estinzione delle api, senza le quali una grande specie di piante non sarà in grado di impollinare, molte delle quali formano livelli di base in varie catene trofiche.

D'altra parte, gli squilibri generati nelle catene trofiche possono causare l' apparizione di parassiti (quando vengono eliminati quelli che predatori delle specie che diventano peste), fino alla distruzione di aree vegetali molto grandi a causa dell'effetto di questi parassiti, con le rispettive conseguenze di cui discuteremo poco dopo.

L'estinzione delle specie non ha soluzione e, con essa, la nostra sopravvivenza è minacciata perché il nostro cibo, la nostra salute o il nostro benessere sono in pericolo, poiché molte sostanze farmacologiche hanno un'origine naturale, sia animale che vegetale, quest'ultima essendo più abbondante. Con la distruzione di questa biodiversità, le specie vegetali sconosciute possono essere eliminate, impedendo qualsiasi possibilità di trovare cure per malattie che oggi non ce l'hanno.

Il suolo, l'acqua e l'aria dipendono anche dalla biodiversità del pianeta. La vegetazione svolge un ruolo importante nel mantenimento di tutti. Usa la CO2, tra le altre cose, per produrre il suo cibo. Con la sua eliminazione la quantità di CO2 atmosferica aumenterebbe, contribuendo al cambiamento climatico e all'aumento delle temperature.

D'altra parte, i suoli che si trovano sotto le foreste rendono più facile per l'acqua che le raggiunge penetrare nelle falde acquifere fornendo una fonte di acqua per il consumo umano (ricordate che il loro sfruttamento deve essere effettuato in modo responsabile). Con tutto ciò, le foreste impediscono al suolo di perdere umidità, ma se le foreste scompaiono, il suolo si eroderà, perdendo la sua fertilità e diventando aree aride .

Ultimo ma non meno importante, c'è il fatto che l'uomo gode della biodiversità, anche se attualmente può essere difficile da immaginare. Tuttavia, questa biodiversità può darci la possibilità di trovare benessere con noi stessi e con l'ambiente circostante.

Perdita di biodiversità: soluzioni

Dopo aver letto tutte queste informazioni e visto le gravi conseguenze della perdita di biodiversità, potresti avere qualche altra domanda. In effetti, è molto probabile che ti chiederai come prendersi cura della biodiversità per fermare questa perdita e aiutarla a recuperare in diverse parti del mondo.

Questi sono alcuni punti chiave da tenere in considerazione, sia personalmente che da governi e istituzioni, per trovare soluzioni per la perdita di biodiversità e per ridurla:

  • Non favorire azioni che hanno una relazione diretta o indiretta con l'estinzione di specie, animali, piante o altri tipi di esseri viventi.
  • Applicare la 7R dell'ecologia per ridurre i consumi e, in generale, il nostro impatto negativo sull'ambiente e sulla biodiversità.
  • Incoraggiare azioni per proteggere la biodiversità, come quelle svolte da varie entità senza scopo di lucro per aiutare le specie in pericolo e altre azioni che migliorano l'ambiente.
  • Aiuta a sensibilizzare e educare gli altri su questi temi, specialmente i più giovani.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perdita di biodiversità: cause e conseguenze, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di biodiversità.

Raccomandato

10 cose che il tuo cane vuole che tu sappia
2019
Come fare il sapone fatto in casa senza soda caustica
2019
Diarrea nei cuccioli - Cause e trattamento
2019