Perché poche nuvole si formano nelle aree desertiche

Uno dei problemi più urgenti per l'ambiente è la deforestazione, che favorisce l'avanzamento dei deserti in tutto il mondo, che sono ecosistemi molto poveri dal punto di vista della flora e della fauna, il che rende ancora più difficile di questi spazi Possono essere adatti alla vita. Tradizionalmente si pensava che in queste aree desertiche fosse l'assenza di piogge a causare l'assenza di vegetazione. Tuttavia, vi è una crescente certezza che, in realtà, è l'assenza di fitte masse forestali che causa la mancanza di precipitazioni, poiché le foreste sono presentate come uno dei principali regolatori del clima del nostro pianeta. Se vuoi sapere perché nelle aree desertiche si formano poche nuvole e capire l'importanza che hanno le masse di piante e alberi nel regolare la presenza o l'assenza di pioggia, continua a leggere e te lo diremo.

Cosa sono e da dove provengono le nuvole?

Quando chiediamo della formazione delle masse nuvolose, la risposta principale che troviamo è in mare. L'acqua del mare e degli oceani evapora a causa del calore, sale nell'atmosfera e, quando si raffredda, si condensa e precipita sotto forma di pioggia o neve, a seconda della temperatura specifica del luogo in cui cade. Quindi, l'acqua della precipitazione raggiunge i fiumi, dove continua il suo corso naturale fino al ritorno al mare e, in questo modo, il ciclo ricomincia. Anche se l'acqua dei fiumi, dei laghi e delle lagune evapora e sale, ma la grande quantità di acqua che forma le nuvole e la pioggia proviene da mari e oceani.

In base a questo sistema, le nuvole potrebbero raggiungere i deserti e depositare l'acqua in essi allo stesso modo in cui fanno in altre regioni e, nonostante ciò, i fatti mostrano che ciò non accade in questo modo. Questo perché, sebbene l'evaporazione dell'acqua di mare sia la principale causa della formazione di nuvole, ci sono altri fattori che influenzano anche questa formazione e, inoltre, anche nei luoghi in cui si deposita l'acqua. Acqua sotto forma di precipitazioni.

Scopri molto di più in questo altro articolo su Come si formano le nuvole e i loro tipi.

Cosa ci vuole perché piova?

La prima cosa da tenere a mente perché piova è la presenza di nuvole. Come abbiamo visto, l'acqua tra le nuvole proviene, almeno per lo più, dall'acqua del mare stesso, che evapora a causa del calore e sale nell'atmosfera. Tuttavia, è qui che devi prendere in considerazione un fattore decisivo per la pioggia: la presenza di foreste.

Le foreste influenzano l'attrazione di nuvole e piogge, e questo è un fattore determinante, poiché agiscono raffreddando l'atmosfera vicina. Tieni presente che gli alberi assorbono CO2 dall'aria, usano l'atomo di carbonio per la loro struttura e restituiscono O2 (ossigeno) all'atmosfera. In altre parole, ciò che fanno è rimuovere dall'aria una delle principali molecole che causano il riscaldamento globale e, di conseguenza, raffreddare l'ambiente e l'atmosfera circostante. Ciò significa che quando l'acqua nell'atmosfera raggiunge queste aree popolate con grandi masse di foreste, si raffredda molto più facilmente e, di conseguenza, si formano nuvole che porteranno alle piogge. Con quello che scopriremo che le precipitazioni più abbondanti si troveranno in aree con elevate densità di foreste.

Inoltre, a questo dobbiamo aggiungere un altro fattore importante, ovvero che le foreste stesse rilasciano acqua nell'ambiente, il che contribuisce ancora di più alla formazione delle nuvole poiché le piogge hanno una maggiore presenza in queste aree.

Allora perché ci sono poche nuvole nei deserti?

Tenendo conto di ciò che è stato spiegato nella sezione precedente, ovvero i requisiti per la formazione naturale di nuvole e pioggia, possiamo vedere che in questo modo le nuvole non possono formarsi facilmente nei deserti e, pertanto, difficilmente può piovere.

Le ragioni specifiche per cui si formano poche nuvole nelle aree desertiche è che l'assenza di foreste che rilasciano acqua nell'ambiente si combina con il fatto che le concentrazioni di CO2 sono più elevate, il che significa che sono aree particolarmente complicate per forma le nuvole.

Quindi, nei deserti non piove mai?

Nonostante ciò che può sembrare, nei deserti ci sono alcune precipitazioni . Tuttavia, in assenza dei fattori sopra menzionati, la formazione di nuvole e lo scarico delle precipitazioni nei deserti ha una probabilità molto bassa . Tuttavia, quando ciò accade, di solito sono piogge particolarmente intense e, di fatto, sono di solito particolarmente dannose per l'ambiente.

Tieni presente che l'assenza di vegetazione porta anche a terreni più poveri. Le radici di alberi e altre piante contribuiscono a rendere il terreno più solido. Negli episodi in cui si verificano abbondanti piogge nei deserti, le conseguenze sono di solito flussi d'acqua che si muovono torrenzialmente e che portano a un'erosione superficiale molto elevata. In questo modo, queste piogge finiscono col trascinare tutto ciò che trovano sul loro cammino. Inoltre, poiché non esiste vegetazione in grado di supportare quest'acqua, la maggior parte andrà persa, in modo che dopo i periodi di alluvione più gravi torneranno alla situazione di siccità iniziale degli ecosistemi del deserto .

In questo modo, scopriamo che il modo principale per combattere il degrado del suolo e la siccità è aumentare la massa forestale. Ciò diventa particolarmente importante nelle aree al confine con il deserto, poiché la cosa più comune, se non viene fatto nulla per rimediare, è che un suolo povero di flora consente al deserto di avanzare e, con esso, anche l'assenza di nuvole e delle piogge che lo caratterizzano.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché si formano poche nuvole nelle aree desertiche, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di curiosità naturali.

Raccomandato

Perché il mio gatto fa la cacca fuori dalla lettiera?
2019
Il mio cane abbaia agli altri cani quando è legato
2019
È brutto rimproverare i cani?
2019