Perché non piove nel deserto di Atacama

Uno dei fenomeni meteorologici che possono sembrare più importanti per noi è la pioggia, grazie alla quale è possibile lo sviluppo di molta vita sul pianeta. Tuttavia, per quanto strano possa sembrare, ci sono luoghi in cui questo fenomeno non è frequente. È probabile che, dopo aver letto questo, hai pensato ai deserti. La verità è che anche in questi ambienti, la pioggia appare puntuale. Ma c'è un posto sul pianeta in cui questo sembra non accadere: il deserto di Atacama. Come può non piovere lì? Se vuoi trovare la risposta a questa domanda, riveliamo il mistero del perché non piove nel deserto di Atacama . Continua a leggere!

Dov'è il deserto di Atacama

Il deserto di Atacama, con una lunghezza di quasi 1600 km, è il deserto non polare più arido del pianeta, poiché per piovere solo un millimetro d'acqua può passare tra 10, 20 o 40 anni. Si trova nel continente sudamericano nel nord del Cile e copre un'area di circa 105.000 km2. È delimitato dall'Oceano Pacifico a ovest e dalla catena montuosa delle Ande a est.

La sua posizione geografica sarà una di quelle responsabili della sua estrema aridità, insieme ai fattori climatici della zona, al fatto che in passato era il fondale marino o alte concentrazioni di sale. Tutto ciò fa sì che l'apparizione di questo deserto ci trasferisca quasi immediatamente a film di finzione su altri pianeti, come Marte.

È ricco di varie risorse minerali, sia metalliche, come rame, ferro, oro o argento, e non metalliche, come boro, litio, nitrato di sodio o sali di potassio. Un'altra notevole risorsa ottenuta da questa regione, in particolare, dalla pianura del sale di Atacama, è la bischofita, un sale di magnesio usato come agente di cakering nella costruzione di strade.

Caratteristiche climatiche del deserto di Atacama

Come accennato in precedenza, insieme al deserto antartico, formano le cosiddette zone iper-aride, che coprono il 4% della superficie terrestre e in cui potrebbe non piovere per anni .

Perché una pioggia sia misurata, deve registrare una quantità minima di 1 mm di acqua, che nel deserto di Atacama si verifica solo una volta ogni 15 o 40 anni, avendo persino registrato periodi fino a 400 anni senza precipitazioni nella vostra zona centrale. Tuttavia, durante i primi due mesi dell'anno, tra gennaio e febbraio, si verifica il cosiddetto "inverno altiplanico", durante il quale possono verificarsi alcune piogge occasionali con abbondanti temporali. Inoltre, ci sono stagioni di forti venti che causano tornado e bufere di neve che possono facilmente raggiungere una velocità di 100 km / h.

Per quanto riguarda le sue temperature, queste sono molto fluttuanti, specialmente durante la notte, raggiungendo fino a -25 ° C nella zona di Ollagüe. Durante il giorno le temperature variano tra 25 ° C e 50 ° C all'ombra . A causa della sua situazione vicina al limite del Tropico del Capricorno, non vi sono differenze tra i periodi invernali ed estivi. Inoltre, la radiazione solare è molto elevata sulla scala dello spettro ultravioletto, motivo per cui l'uso di occhiali da sole è essenziale, così come i filtri solari con protezione UV.

L'umidità relativa dell'aria è molto bassa nelle aree interne (appena il 18%), raggiungendo il 14% a un metro di profondità sotto terra, un valore estremo che non è stato registrato in nessun'altra parte del pianeta. Tuttavia, l'umidità relativa è elevata nelle aree costiere, raggiungendo valori fino al 98% durante l'inverno.

Perché piove così poco nel deserto di Atacama

Una volta raggiunto questo punto, dobbiamo trovare una risposta a questa grande domanda. La verità è che è dovuto a fattori climatici e geografici.

Innanzitutto, dobbiamo fare riferimento alla cosiddetta corrente di Humboldt, una corrente oceanica che si verifica in Sud America e che ha origine a causa dell'aumento delle acque fredde e profonde verso la superficie oceanica. A causa della latitudine in cui si trova questo continente, sarebbe normale che il clima fosse tropicale o subtropicale, ma a causa della bassa temperatura dell'acqua l'atmosfera e il mare si raffreddano e, quindi, il clima diventa eccessivamente arido poiché non vi è evaporazione delle acque e, di conseguenza, non si formano nuvole di precipitazione. Ciò altera il regime delle piogge, che diventa molto scarso.

In relazione a ciò, vale anche la pena notare che, a causa della sua situazione nel Tropico del Capricorno, ciò che accade è che l'aria che scende dall'equatore arriva secca e senza umidità, avendo precedentemente versato piogge abbondanti in quest'altra area.

D'altra parte, c'è un altro grande responsabile dell'aridità del deserto di Atacama . Questo è l' effetto Foehn o Föhn, responsabile dei venti che arrivano da est non possono penetrare e lasciare piogge. Questo fenomeno è tipico delle regioni montuose. Quello che succede è che quando una massa di aria calda e umida è costretta a salire per superare l'ostacolo posto dalla montagna, il vapore acqueo si raffredda e si condensa producendo precipitazioni sul pendio della montagna, dove si sono formate le montagne nuvole, in questo caso, nelle Ande (sopravento).

Quello che succede dopo è che, sul versante opposto, quello che si affaccia sul deserto (sottovento), quando le nuvole superano la montagna, non hanno abbastanza acqua. La temperatura aumenta e il cielo è limpido a causa della rapida discesa lungo il pendio della montagna di aria secca e sempre più calda, a seguito dell'aumento della pressione durante la discesa in altezza e con un'umidità così bassa. Di conseguenza, durante la discesa di queste masse d'aria secca le nuvole si riscaldano per evaporare e scomparire. In sintesi, su questi pendii sottovento l'effetto Foehn provoca un vento molto caldo e secco .

Inoltre, a nord della Cordigliera, si formano gli Altopiani Andini, una vasta pianura che dal sud cattura l'umidità dall'Oceano Pacifico e dal nord impedisce alle tempeste dell'Amazzonia di raggiungere il Cile. Con tutto ciò il risultato che otteniamo è l'aridità totale e l' assenza di precipitazioni nel deserto di Atacama .

Pioggia di fiori nel deserto di Atacama

Tuttavia, nonostante tutto quanto sopra, ci sono situazioni specifiche in cui le piogge superano il normale intervallo del deserto. Ciò si verifica solo quando il fenomeno El Niño modifica il modello delle piogge.

Durante i mesi primaverili nella regione tropicale del Capricorno, tra settembre e novembre, quando si verificano queste piogge, si verifica un fenomeno raro. Semi, rizomi, bulbi e tuberi sepolti nel terreno dormiente germogliano e fioriscono, coprendo la superficie del deserto con una varietà di fiori e riempiendola di colore. Si stima che ci siano più di 200 specie, la maggior parte endemiche della regione, protette da anni sottoterra per proteggersi dalle condizioni estremamente aride del deserto, in attesa di emergere al momento delle piogge.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché non piove nel deserto di Atacama, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di curiosità naturali.

Raccomandato

Le ecoregioni del Perù e le loro caratteristiche
2019
Raschietto fatto in casa per gatti
2019
Idee imprenditoriali verdi
2019