Perché il tapiro è in pericolo di estinzione

Nonostante gli sforzi di molte organizzazioni in tutto il mondo per preservare migliaia di specie in via di estinzione, ogni giorno vengono colpiti più animali, uccelli, pesci insetto e persino microrganismi. Questi organismi soffrono sempre più la pressione causata dall'umanità e dalla loro instancabile sazietà per ottenere molte risorse per il loro benessere. Il problema è che l'attuale popolazione non sembra preoccuparsi troppo del fatto che si perdano specie di molti livelli ecologici, quindi in questo articolo abbiamo deciso di spiegare un esempio particolare, quello di un mammifero comunemente chiamato tapiro: perché Il tapiro è in pericolo di estinzione?

Tapiro: caratteristiche e curiosità

Il tapiro, mboreví o anta, è un mammifero dell'ordine dei periodactyls, come cavalli, zebre o rinoceronti. Questo organismo costituisce l'unico genere vivente della famiglia dei tapiridi, poiché il resto si è estinto in molti anni di evoluzione. Attualmente sono conosciute quattro specie diverse, delle tre quattro provenienti dall'America centrale e meridionale, e l'ultima è di origine asiatica. L'attuale parente vivente più vicino al tapiro è il rinoceronte.

Questo animale ha una taglia abbastanza grande, anche se a seconda della specie, la sua taglia può variare. Misura circa due metri di lunghezza e può pesare tra 150 e 300 kg . Il suo corpo è largo, così come la testa e il collo, con cui si fa strada attraverso il sottobosco delle foreste tropicali in cui vive. Inoltre, ha un naso molto affilato e particolare, poiché la sua forma è tubolare, ma la cosa divertente è che è flessibile, in modo che possa essere spostato da un lato all'altro per poter rilevare i fiori, i frutti e le foglie più vicini e succulenti da cui si nutre.

Il tapiro si rifugia nelle regioni della giungla, in zone umide molto vicine all'acqua, poiché rimane a lungo nel fango e nell'acqua, motivo per cui è un ottimo nuotatore e sub. Avanza furtivamente tra la vegetazione, è quasi impercettibile per molti altri animali ed è in grado di vivere tutta la sua vita nella giungla, senza alcun contatto con le vicine civiltà umane. Ecco perché è molto difficile osservarlo nel suo stato naturale .

Normalmente i tapiri hanno abitudini diurne, anche se sono esposti a situazioni pericolose non esitano a muoversi durante la notte.

Infine, ricorda che questo animale, poiché ha tre dita sulle zampe posteriori e quattro dita sul davanti, ha la capacità di muovere le dita a piacimento per afferrare meglio il terreno.

Perché il tapiro è in pericolo di estinzione

Il tapiro è un animale poco conosciuto e popolare, poiché non interagisce troppo con gli ambienti in cui sono presenti gli umani. Ciò è dovuto, come detto sopra, al suo comportamento riservato e al suo stile di vita legato alle aree più profonde della foresta pluviale. Quindi, se fossimo nella foresta pluviale e ci trovassimo con un tapiro, potrebbe essere che non provasse paura nei nostri confronti, ma potesse persino avvicinarsi a lui per curiosità.

Di seguito spieghiamo le principali cause per cui il tapiro è in pericolo di estinzione, ma prima dobbiamo menzionare quale sia il suo attuale stato di conservazione. Per fare ciò, abbiamo consultato la Lista rossa IUCN [1] (in cui troveremo praticamente qualsiasi specie minacciata nel mondo), e si afferma che tre delle quattro specie di specie di tapiro sono classificate come minacciate e le restanti vulnerabili.

Caccia e derivati

Il tapiro è un animale con caratteristiche fisiche molto particolari. Soprattutto, le specie americane sono gravemente sfruttate per la loro carne, che di solito viene mangiata arrostita o sotto forma di charqui (carne secca). Inoltre il tapiro ha una pelle dura e resistente che è di grande interesse per la produzione di calzature, cinture, fruste e altri materiali. Il tapiro si rivela anche un animale popolare rispetto alla medicina tradizionale di varie culture, poiché per molti anni i suoi particolari zoccoli sono stati usati, insieme a una miscela di erbe, per curare determinate condizioni cardiache, emorragie, convulsioni o persino per calcoli renali .

Il massacro del tapiro per ottenere determinate risorse è stato effettuato da molti anni fa, ma la grande preoccupazione deriva dall'aumento delle morti di questo animale negli ultimi decenni. Le popolazioni di tapiri sono gravemente colpite dalla caccia incontrollata che esiste attualmente nelle aree in cui vivono.

Infine, aggiungi che, anche se non viene ucciso direttamente, il tapiro è anche gravemente colpito dal traffico illegale di queste specie verso gli zoo e altri parchi con animali. Questo fattore influisce anche sull'abbondanza di popolazioni di tapiri e non sappiamo nemmeno quali cure ricevano, quindi è possibile che la loro lunga vita di circa 30 anni sia drasticamente ridotta.

Aziende agricole e forestali

La foresta pluviale è un'area del pianeta molto richiesta per i suoi boschi esotici, che sono sfruttati in modo preoccupante. Pertanto, non sorprende che vengano colpiti anche gli habitat del tapiro, in particolare quelli che popolano il Sud America. Inoltre, le aree che non hanno un sufficiente interesse forestale, o che sono già state disboscate, sono utilizzate come un campo di coltivazione, che di solito è molto esteso e in cui è molto probabile che l'uso di pesticidi non sia adeguatamente regolato. Pertanto, da alcuni decenni stiamo distruggendo i diversi habitat dei tapiri senza controllo, in modo che le loro popolazioni siano gravemente minacciate e più esposte ad altri pericoli.

allevamento di animali

Oltre alle strutture agrarie e allo sfruttamento delle foreste, parte della terra delle aree della giungla è anche destinata alle fattorie . Pertanto, parte dell'habitat del tapiro viene anche distrutto costruendo queste strutture per il bestiame, che normalmente non gestiscono correttamente, in modo che i residui di contaminanti rimanenti possano filtrare e corrompere le aree acquatiche vicine.

urbanizzazione

La società umana ha urgente bisogno di costruire edifici e altre infrastrutture senza fermarsi. Ciò ha comportato una grande regressione delle aree verdi del pianeta, un fatto che colpisce seriamente gli altri esseri viventi, dal momento che le piante e gli alberi ci forniscono l'ossigeno di cui abbiamo bisogno per vivere. Pertanto, nelle regioni della giungla in cui vive il tapiro, anche questa necessità di costruire e urbanizzare aree verdi è in forte espansione. Nel seguente articolo parliamo dell'importanza delle riserve naturali e delle aree protette.

Da quello che possiamo vedere, ci sono molte cause che colpiscono le popolazioni di tapiri e il loro habitat. Pertanto, se non iniziamo a correggere questi atti che diminuiscono le popolazioni di queste specie, oltre al fatto che il loro habitat viene distrutto e frammentato, in pochi anni questo genere speciale si estinguerà completamente.

Come prevenire l'estinzione del tapiro

Attualmente, sono state prese alcune misure per preservare il tapiro . Anche così, questi sono insufficienti fintanto che vengono uccisi per la loro carne e le loro pelli o continuano a distruggere le aree della giungla in cui vivono.

Prima di tutto, deve essere condotta una gestione organizzata e sostenibile delle risorse che possono essere estratte da queste aree, oltre a tenere informata la società su questo animale e sulla situazione vulnerabile che sta vivendo oggi. Da qui, possiamo separare le misure di conservazione per l'habitat e le misure di conservazione per la specie .

Quindi, in primo luogo, per proteggere e mantenere le regioni della giungla in cui risiede il tapiro, devono essere prese misure per la pianificazione strategica dell'uso del suolo e la pianificazione territoriale, ovvero la gestione delle aree agricole, zootecniche e urbane. Dovrebbe anche essere fatto un elenco delle specie più vulnerabili o minacciate nell'area e creare una grande varietà di aree protette in cui tutte possono vivere insieme. Inoltre, essere informati sulla legislazione che copre queste aree può essere molto utile per sapere se sono adeguatamente protetti o anche se hanno bisogno di regolamenti più esigenti.

Quindi, in termini generali, queste sono le principali misure da adottare per iniziare a proteggere il tapiro . Ciò nonostante, ciò non è sufficiente per contrastare il grande declino che queste specie stanno vivendo, dal momento che i governi delle aree devono essere coinvolti, oltre a molte organizzazioni che assicurano che l'osservanza di queste misure sia condotta correttamente.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché il tapiro è in pericolo di estinzione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Animali in pericolo di estinzione.

riferimenti
  1. International Union for the Conservation of Nature (2018). Lista rossa Disponibile su: //www.iucn.org/es/tags/work-area/red-list

Raccomandato

Nomi per cani in galiziano
2019
Quantità di cibo per un Chihuahua
2019
Un cane sterilizzato può essere geloso?
2019