Pancreatite nei gatti - Sintomi e trattamento

Vedi file Cats

La pancreatite felina è una delle malattie più comuni nei gatti e che spesso passa inosservata. Questo perché, a differenza di quanto accade nei cani, di solito non si sviluppa in modo acuto, ma cronicamente, in modo che le sue manifestazioni cliniche non appaiano improvvisamente e siano più difficili da rilevare.

D'altra parte, i suoi sintomi più rappresentativi, come magrezza e mancanza di appetito, sono comuni in molte malattie del gatto, rendendo difficile la diagnosi. Se vuoi conoscere meglio questo processo, in questo articolo di milanospettacoli.com parliamo di pancreatite nei gatti, dei suoi sintomi e del suo trattamento .

Cos'è la pancreatite nei gatti?

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas, una ghiandola che si trova vicino all'intestino tenue (in realtà, è parzialmente attaccato ad esso) e che svolge diverse funzioni nel corpo di animali e umani.

Da un lato, ha un lavoro endocrino, producendo ormoni come l'insulina. Dall'altro, ha una funzione esocrina, che è responsabile della produzione di sostanze che aiutano a digerire il cibo.

Cause di pancreatite nei gatti

Sfortunatamente, la causa dei pancreatiti felini è raramente conosciuta in modo irrefutabile, sebbene possano essere coinvolte alcune tossine presenti in molti insetticidi e agenti infettivi come batteri, virus come la peritonite infettiva felina o parassiti, ad esempio Toxoplasma.

Può anche essere favorito da una dieta ricca di grassi o fenomeni allergici, senza dimenticare i traumi nella zona.

Quali sono i sintomi della pancreatite nei gatti?

Nei gatti, il più comune è che la pancreatite provoca un'insufficienza pancreatica esocrina, cioè che la ghiandola non è in grado di svolgere correttamente il suo lavoro di produzione di ormoni digestivi. In questi casi vedremo perdita di peso, perdita di appetito e, meno frequentemente, diarrea e vomito.

Sebbene ci possa essere una forma acuta, la pancreatite nei gatti è di solito un processo cronico e questi sintomi potrebbero non essere molto gravi e passare inosservati. Occasionalmente, il vomito ricorrente può essere confuso con quelli causati dall'ingestione di boli di pelo, cosa molto comune in questi felini amichevoli. Inoltre, nei gatti i pancreatiti possono essere accompagnati da infiammazione nell'intestino tenue e nel fegato, rilevando l' ittero in quei casi.

diagnosi

Per diagnosticare la pancreatite nei gatti, i suddetti sintomi devono essere studiati, indagando sulla loro durata e cercando di indovinare le possibili cause, chiedendo al proprietario dell'animale. Quindi, è conveniente sottoporre l'animale a un esame fisico che enfatizzi lo stato di idratazione del gatto, le sue condizioni corporee, la presenza di dolore addominale e il colore delle mucose, che verranno ingialliti in caso di ittero.

Per confermare la diagnosi, viene eseguito un esame del sangue che include marcatori specifici per rilevare la pancreatite. Gli esami del sangue sono anche utili per conoscere lo stato generale di salute del gatto e di altri organi che possono essere colpiti in caso di pancreatite, come il fegato.

In questi casi l' ecografia è molto più utile della radiografia e può rivelare il pancreas infiammato del gatto, confermando la diagnosi.

Trattamento per pancreatite nei gatti

In casi acuti, oltre che nei casi più gravi, la prima cosa è stabilizzare il paziente. Poiché uno dei compiti del pancreas è collaborare alla digestione del cibo, si potrebbe pensare che il digiuno possa essere indicato in queste prime fasi in modo da non sovraccaricare il pancreas funzionante, ma non è così. Nei gatti, il digiuno prolungato può causare seri problemi al fegato e, inoltre, i pazienti con questa condizione di solito hanno una cattiva condizione corporea, quindi una restrizione alimentare comporta un serio rischio di malnutrizione. Sebbene sia vero che nei casi di pancreatite acuta, che è molto più comune nei cani che nei gatti, è necessario un digiuno di solidi, questo è accompagnato dalla somministrazione di siero per via endovenosa .

D'altra parte, privare i gatti con pancreatite di acqua è un errore imperdonabile che potrebbe porre fine alla vita dell'animale. Se il gatto vomita mentre beve, devono essere forniti antiemetici per evitarlo o usare siero endovenoso.

In ogni caso, la dieta per gatti con pancreatite dovrebbe essere facilmente digeribile, ci sono alimenti umidi specificamente indicati che possono essere somministrati, anche, tramite una sonda. Analgesici oppioidi possono anche essere forniti per ridurre il dolore dell'animale.

Dopo questi primi momenti, o nei gatti con pancreatite cronica in cui i sintomi non temono la vita del gatto a breve termine, il trattamento per la pancreatite felina si basa sulla dieta . Questo dovrebbe essere facilmente digeribile e povero di grassi, con diete commerciali appositamente formulate per gatti con questa patologia. Si consigliano anche gli integratori vitaminici, con prodotti particolarmente ricchi di vitamina B12.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla pancreatite nei gatti - Sintomi e trattamento, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Altri problemi di salute.

Raccomandato

Perché il mio cane trema nella paura
2019
Perché il Mar Bianco si chiama così
2019
The Destroyer Dog - Cause e soluzioni
2019