Otite nei gatti

Vedi file Cats

Pensi che il tuo gatto possa avere l'otite? Sai come l'otite può essersi verificata nelle orecchie del tuo fedele compagno? Quali sono i sintomi, come viene trattato e quali conseguenze può avere?

Se sei interessato a conoscere tutto ciò che riguarda l' otite nei gatti, leggi attentamente questo articolo di milanospettacoli.com e aiuta il tuo animale a recuperare la sua salute.

Che cos'è l'otite?

L'otite è l' infiammazione dell'epitelio che riveste il condotto uditivo e il padiglione atriale. Questa infiammazione di solito causa tra l'altro dolore e perdita temporanea dell'udito. Inoltre, è accompagnato da molti altri sintomi che lo rendono più facilmente identificabile e che spiegheremo in seguito.

Questo problema otico di solito si verifica molto quando i felini sono con basse difese per qualche motivo. È dimostrato che i periodi dell'anno in cui si verifica maggiormente l'otite sono la primavera e l'estate a causa dell'aumento della temperatura e dell'umidità nell'ambiente. La diffusione di alcune possibili persone responsabili dell'otite come gli acari dell'orecchio è data dal contatto diretto con un'area o un animale infestati. Nei rifugi, negli incubatoi, nelle aree in cui vi sono colonie di gatti controllati e in generale in qualsiasi area in cui vivono un gran numero di gatti c'è molto spesso questo contagio per contatto diretto, perché il controllo costante di tutti e In tutti gli aspetti della tua salute è sempre molto difficile. L'otite può verificarsi senza contagio, cioè si verifica in seguito a traumi o infezioni batteriche o fungine dovute a un corpo estraneo, tra le altre cause.

Esistono vari tipi di otite a seconda della causa e dell'area dell'orecchio che colpisce. Secondo l'area interessata possiamo classificarla in:

  • Otite esterna: questa è l'otite più comune, ma è la meno grave e la più facile da trattare. Colpisce l'orecchio esterno, cioè il condotto uditivo dal pignone dell'orecchio al timpano. Se questa otite è molto grave, il padiglione atriale è molto colpito e il timpano può rompersi e l'infiammazione e la condizione si estendono all'orecchio medio, causando l'otite media secondaria.
  • Otite media: questa otite di solito si verifica più comunemente quando un'otite esterna è stata trattata in modo inefficace. Si verifica nella zona dell'orecchio medio, dove troviamo il timpano che si è infiammato e persino rotto a causa dell'otite.
  • Otite interna: è un'infiammazione dell'orecchio interno ed è generalmente causata da un trauma o da un'otite media mal curata o esterna. A causa della sua profondità nell'orecchio, è l'otite più complessa da curare.

Esiste una predisposizione in qualche tipo di gatto?

In primo luogo, per dire che, in generale, c'è meno predisposizione nei gatti rispetto ai cani. Ma, in realtà, ogni individuo può soffrire di otite e nei gatti domestici troviamo che coloro che hanno una maggiore predisposizione sono quelli che hanno tra uno e due anni .

Inoltre, i campioni a pelo lungo, poiché di solito hanno molti peli nelle orecchie, soffrono anche più facilmente di otite poiché i peli nelle orecchie trattengono più sporco e umidità. I felini che sono all'aperto a lungo hanno un rischio maggiore di soffrire di malattie atriali, inclusa l'otite, quindi è molto importante controllare periodicamente i loro canali auricolari. Sono anche molto inclini a questo problema delle orecchie, ma in secondo luogo, gli individui che hanno difese molto basse per alcuni altri problemi importanti.

Quali sono le cause dell'otite?

L'otite può essere causata da varie cose come corpi estranei alloggiati nel condotto uditivo, batteri, funghi (lieviti), parassiti esterni come acari e traumi nella zona.

Di seguito spieghiamo alcune cause di questa malattia otica:

  • Ectoparassiti: gli ectoparassiti che producono l'otite più frequente nei felini sono acari, microscopici parassiti esterni ma che quando si verificano in gran numero in un'area possono essere visti direttamente. Questo acaro si chiama Otodectes cynotis e non solo si deposita nell'orecchio quando infesta un animale, ma si trova anche nella pelle della testa e del collo.
  • Batteri e funghi (lieviti): si tratta di microrganismi patogeni opportunistici che causano otite secondaria. Approfittano di situazioni come l'umidità in eccesso, l'acqua residua dopo un bagno che può essere rimasta nell'orecchio, la presenza di corpi estranei, traumi, allergie e irritazioni causate da prodotti per la pulizia delle orecchie inadatti ai gatti. I batteri più comuni sono Pasteurella multocida, Pseudomona aeruginosa, Proteus ed E. coli. Nel caso dei funghi, il più comune è Malassezia.
  • Corpi estranei: a volte, specialmente nel caso di gatti molto all'esterno, alcuni oggetti come foglie, ramoscelli e punte possono essere introdotti nel condotto uditivo che diventano un corpo estraneo alloggiato nell'orecchio del nostro gatto. Questo oggetto alloggiato nel condotto uditivo disturberà l'animale che cercherà di rimuoverlo, di solito senza successo, e alla fine finirà per danneggiare e infiammare l'orecchio e produrre otite secondaria da batteri o funghi opportunistici. Dobbiamo evitare di estrarre noi stessi il corpo estraneo e di farlo eseguire da un veterinario con materiale adeguato. Nei gatti questo caso di otite è meno frequente che nei cani.
  • Lesioni: come abbiamo detto prima, un'altra ragione che può causare otite secondaria nelle orecchie dei nostri partner è il trauma, cioè un colpo che ha prodotto danni internamente e da questa infiammazione e ferite sfruttano batteri e funghi e causano otite .

Altre malattie e problemi che portano all'otite secondaria: l'otite secondaria di solito si verifica più comunemente a causa di quanto sopra, ma può anche essere derivata da altre malattie che il felino già soffre e quindi essere un sintomo di queste. Per esempio:

  • Problema ereditario di cheratizzazione: questo è un difetto nella cheratizzazione che si verifica in modo ereditario. Questo problema nel processo di cheratizzazione provoca infiammazioni e seborrea e si traduce facilmente in otite secondaria eritematosa e cerumosa. In caso di complicanze può portare a otite purulenta secondaria. Questo caso di malattia ereditaria di solito si verifica più frequentemente nei gatti persiani.
  • Atopia e allergia alimentare: questo tipo di allergia è più comune nei cani ma si riscontra anche nei gatti domestici. Possono produrre otite secondaria, soprattutto quando questi processi allergici hanno precedentemente prodotto dermatosi facciali. In questo caso, vari tipi di batteri sono generalmente organismi opportunistici, ma soprattutto lievito (fungo) chiamato Malassezia pachydermis.
  • Ipersensibilità da contatto e reazione irritante: I gatti in generale sono molto sensibili ai prodotti e ai farmaci, ma soprattutto ai prodotti per la pulizia dell'orecchio come gocce auricolari. Questi prodotti spesso causano gravi irritazioni nel condotto uditivo lasciando spazio all'otite secondaria. Non dovremmo mai usare questi prodotti che non sono indicati per l'uso nei gatti e preferibilmente ne useremo uno raccomandato dal nostro veterinario.
  • Malattie immunitarie: questi tipi di malattie sono associate a lesioni atriali e otite esterna. A causa delle difese eccessivamente basse che queste malattie causano nei nostri animali domestici, batteri e funghi trovano l'opportunità di proliferare e l'otite esterna secondaria si verifica molto facilmente. Dobbiamo tenere presente il FIV o il virus dell'immunodeficienza felina.
  • Tumori: ci sono casi in gatti di età superiore all'otite ricorrente e persino cronica, quindi dovremmo sospettare un tumore, benigno o maligno, nelle strutture attaccate dell'orecchio. Ad esempio, sono comuni carcinomi a cellule squamose nelle orecchie bianche.
  • Polipi rinofaringei: sono proliferazioni non neoplastiche, cioè non sono anormali. Pertanto, è comune per i giovani polipi rilevare questi polipi nelle aree dell'orecchio medio, del condotto uditivo e della mucosa rinofaringea. Insieme a corpi estranei, questi polipi sono la causa più comune di otite esterna unilaterale nei gatti. In questo caso, l'otite è generalmente resistente ai farmaci e l'otite media può essere causata da segni respiratori.
  • Altre malattie e problemi che possono causare otite: scabbia, disturbi seborroici, malattie metaboliche, endocrine e nutrizionali.

Quali sintomi manifesta l'otite nei gatti?

I segni e i sintomi che il nostro felino presenterà in caso di otite dipenderanno e varieranno, specialmente nel grado di intensità di questi, della causa dell'otite . I sintomi che riconosceremo sono:

  • Scuotimento frequente della testa.
  • Inclinazione della testa. Se si verifica solo da un lato, ciò indica un'otite unilaterale che è solitamente causata dalla presenza di un corpo estraneo in quell'orecchio. Se le due orecchie ti danno fastidio, si alterneranno il lato come ti disturbano di più.
  • Dolore nell'area quando li accarezziamo. Di solito si lamentano e miagolano molto e persino urlano a causa del dolore.
  • Prurito che può variare da moderato a grave.
  • A causa del prurito, le orecchie e il collo sono spesso graffiati e sfregati fino a quando non si verificano ferite nella zona.
  • Area dell'orecchio arrossata e gonfia.
  • Irritazione, essudazione e piodermite dell'intera area interessata.
  • Cattivo umore e persino aggressività, nessun desiderio di giocare e può capitare di smettere di mangiare a causa del grande disagio e dolore che possono avere.
  • Abbondante cerume scuro nelle orecchie.
  • Perdita dell'udito
  • Cattivo odore nelle orecchie.
  • Perdita di capelli nelle aree interessate da eccessivo graffio causato da prurito.
  • Presenza di acari nelle orecchie. In caso di presenza di un'infestazione di acari molto grave, è necessario tenere presente che potrebbe trattarsi di difese troppo basse a causa del FIV (virus dell'immunodeficienza felina).
  • Otoematoma: problema derivante da eccessivo graffio e scuotimento continuo della testa. Gli otoematomi sono l'accumulo di sangue nel padiglione atriale e compaiono sulla superficie concava dell'orecchio, tra la cartilagine e la pelle o all'interno della cartilagine, quando i capillari sanguigni si rompono. Esternamente sembra una palla nell'orecchio, che disturba molto l'animale ed è molto caldo. L'unica soluzione è la chirurgia.

È di vitale importanza per il risultato della salute del nostro partner che rileviamo immediatamente solo uno di questi sintomi, andiamo dal nostro veterinario di fiducia per esaminarci e consigliarci.

Come possiamo prevenirlo e trattarlo?

Ecco alcuni consigli e rimedi per prevenire e curare l'otite nei gatti:

  • Tieni traccia della tua salute da casa: è fondamentale che ogni volta che spazzoliamo e laviamo i nostri animali domestici guardiamo lo stato di varie aree del tuo corpo, comprese le orecchie. Se rileviamo sintomi di quelli sopra descritti, non dovremmo esitare ad andare dal veterinario il più presto possibile, evitando così dolore, disagio e complicazioni ai nostri amici.
  • Evita che le orecchie si sporchino: quando tocchiamo i nostri gatti, dobbiamo guardare lo sporco che possono avere nelle orecchie. Se vedi che devi pulire un po 'di cerume accumulato, di solito è ogni due o tre settimane, non useremo mai i bastoncini di cotone che usiamo abitualmente. Dobbiamo pensare che con un bastone possiamo fare molti danni all'orecchio interno in caso di movimento improvviso, anche rompendo il timpano. Pertanto, il modo migliore per pulire l'orecchio è con una garza sterile avvolta nel nostro dito e bagnata con siero fisiologico e rimuovere delicatamente lo sporco solo dall'area del padiglione auricolare, cioè solo lo sporco nell'area che vediamo e non approfondire.

Ci sono gocce o detergenti otici, ma poiché i felini sono molto sensibili ai farmaci e ai prodotti in generale, siano essi chimici o naturali, dobbiamo usarne uno che è stato espressamente prescritto dal nostro veterinario di fiducia e mai uno che vediamo nel negozio di Animali e sembra buono. Soprattutto, non dovremmo mai usare un prodotto per cani che non sia espressamente indicato per i gatti, poiché questi tipi di sostanze che causano irritazione sono anche una causa importante di otite nei nostri gatti. Inoltre, nel caso di esemplari dai capelli lunghi, possiamo chiedere al veterinario di tagliare occasionalmente i peli dalle orecchie per evitare l'accumulo di sporco.

  • Evitare che le orecchie si bagnino: quando le facciamo il bagno, dobbiamo impedire l'ingresso di acqua e sapone. Un modo semplice è, con i bastoncini di cotone sparsi su un po 'di vaselina, tappare delicatamente le orecchie in modo da poterle rimuovere facilmente. È molto importante ricordare di rimuovere queste spine perché se le lasciamo disturbano il nostro animale domestico, ma anche se non le tirano fuori da sole, si rivelano essere un corpo estraneo alloggiato nell'orecchio e possono finire per produrre otite. Per rimuovere eventuali residui di vaselina, cotone o se c'è acqua, useremo una garza sterile avvolta in un dito per rimuovere e asciugare. È molto importante che non ci sia acqua o pressione in abbondanza per prevenire la rottura del timpano, ma se l'orecchio si bagna dobbiamo anche assicurarci di lasciarlo asciutto e pulito.
  • Controllo veterinario regolare: ogni volta che il veterinario li visita, di routine o con qualcosa di più specifico, dovresti controllare le condizioni delle tue orecchie più accuratamente di quanto possiamo fare da casa. In questo modo eviteremo che se si verifica un'otite impieghiamo troppo tempo a renderci conto e le conseguenze sono più gravi.
  • Seguire il trattamento indicato dal veterinario: in caso di otite, il veterinario ci offrirà un trattamento da seguire, che sarà molto importante fare coscienziosamente e anche se sembra che il problema sia stato risolto, dobbiamo continuare fino alla fine del trattamento. Il trattamento dipenderà dal tipo di otite che affrontiamo, ma principalmente sarà:
  1. Rimuovere prima il corpo estraneo se ce n'è uno.
  2. Eseguire una pulizia e un'asciugatura dell'orecchio.
  3. Assicurati qual è la causa per applicare il trattamento appropriato:
  • Corpo estraneo : il veterinario deve rimuovere il corpo estraneo per eseguire cure per otite. Una volta rimosso il corpo estraneo, eseguiremo le cure con i farmaci otici e topici che il nostro veterinario ci ha dato e li applicheremo come abbiamo spiegato.
  • Batteri: eseguire una pulizia con acqua o siero fisiologico in modo che lo specialista possa controllare meglio l'intero condotto uditivo. In caso di otite batterica, prescriveremo un prodotto otico topico e antibatterico.
  • Funghi (lieviti): in questo caso, una volta che il veterinario specializzato sarà stato in grado di determinare la causa dei funghi, prescriveremo il prodotto fungicida appropriato.
  • Ectoparassiti: gli acari sono gli ectoparassiti che causano l'otite più comune. Il veterinario prescriverà un antiparassitario come pipetta da distribuire nell'area della croce dell'animale e un prodotto otico acaricida. Antinfiammatori per ridurre l'infiammazione e il dolore causati dall'otite.

Se tutto quanto sopra non ha effetto o sin dall'inizio il veterinario ritiene che sia l'unica soluzione, verrà eseguito un trattamento chirurgico.

Dobbiamo sapere che quando un orecchio animale di qualsiasi tipo viene applicato all'orecchio, l'animale scuoterà la testa per espellerli dall'interno dell'orecchio poiché è fastidioso. Ma è molto importante continuare con il trattamento e lasciarli scuotere la testa per espellere più facilmente lo sporco. Inoltre, anche se l'otite è apparentemente guarita, dobbiamo terminare il trattamento come indicato dallo specialista e farlo durare fino a quando ci dice. È molto importante prolungare un'altra settimana, dopo che l'otite è apparentemente guarita, per assicurarsi che l'otite non riappaia facilmente.

  • Il collare elisabettiano: Sicuramente, il veterinario ci offrirà, come supporto per il trattamento, un collare elisabettiano per posizionare il nostro animale domestico, questo collare può sembrare un fastidio per loro, ma dobbiamo lasciarli abituare e portarlo perché impedirà loro di essere in grado di continua a grattarsi in modo incontrollato e diventa più ferite e persino otoematomi indesiderabili.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Otite nei gatti, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Altri problemi di salute.

Raccomandato

Differenza tra asino, asino e mulo
2019
Tipi di piante
2019
Malattie più comuni dei cincillà
2019