Ninfea: cura e significato

Una delle piante più belle che esistono e che illumina ogni spazio sono ninfee o calette. Questa pianta proviene originariamente dall'Africa meridionale, sebbene sia attualmente diffusa sia nelle regioni dell'Europa meridionale che in Australia e America. È una pianta che viene coltivata come pianta ornamentale poiché, in effetti, sarebbe una pianta tossica se fosse consumata da esseri umani o animali. Di solito sono venduti sotto forma di mazzi di fiori recisi, sebbene possa essere trovato anche come pianta intera. Se vuoi conoscere la cura del giglio d'acqua, continua a leggere e te lo diremo.

Cura delle ninfee

La ninfea, il cui nome scientifico è Zantedeschia aethiopica e che è anche conosciuta come cala, alcatraz o la pianta della culla di Mosè, è una pianta che necessita di cure specifiche per essere sana e rigogliosa. Quando questo non è il caso, il più comune è che la pianta non muore, ma non fiorisce, il che le fa perdere gran parte del suo fascino.

Una delle prime preoccupazioni che dobbiamo prendere in considerazione quando si tratta di ninfee o insenatura è che è una pianta da ombra. Cioè, è importante evitare l'incidenza diretta della luce solare, sia sulle sue foglie che sui suoi fiori. Il più appropriato è un luogo con abbondante luce ambientale, ma non luce solare diretta. Come, ad esempio, vicino a una finestra orientata in modo che non riceva luce solare diretta.

Per quanto riguarda l'irrigazione, bisogna dire che è una pianta che ha bisogno di molta acqua, quindi si consiglia di annaffiarla almeno un paio di volte al giorno. È essenziale impedire che il substrato si asciughi, poiché è una pianta che non tollera la siccità.

La temperatura ideale per la ninfea o la sula è di circa 20 gradi Celsius. Tuttavia, è una pianta che tollera temperature più basse senza troppi problemi. Ciò significa che possono sopravvivere alle temperature più basse, ma non che mostrano un aspetto sano, quindi è meglio assicurarsi che abbiano sempre una temperatura vicina a questa cifra.

Si consiglia di pagare una o due volte l'anno con un fertilizzante organico. Per questo, le date migliori sono l'inizio della primavera e la fine dell'estate.

Ninfea

La ninfea o Zantedeschia aethiopica è una pianta associata a diversi significati, molti dei quali associati a purezza e spiritualità . In realtà, è una pianta i cui fiori sono generalmente usati per decorare le tombe nel Giorno dei Morti in America Latina e in altre parti del mondo.

Tuttavia, il suo significato forse più noto è quello che è associato alla storia di Mosè . Secondo la tradizione, Mosè galleggiava sul fiume Nilo in un cesto impermeabilizzato con fango e pece dove sua madre lo aveva depositato per salvarsi dalla persecuzione che il faraone aveva ordinato contro i figli degli ebrei. Tuttavia, quando galleggiava sulle acque del Nilo, il cestino era bloccato su una riva del fiume, proprio dove la figlia del faraone stava facendo il bagno e lo trovò. Da lì, la principessa egiziana adottò il bambino e lo allevò come se fosse suo figlio.

Allo stesso modo, secondo la tradizione, le piante che crescevano sulle rive del Nilo e dove solo il cesto del piccolo Mosè si incagliava sarebbero ninfee, che in seguito avrebbero valso a questa pianta il nome della pianta della culla di Mosè. Da questa storia, la ninfea o la culla delle piante di Mosè ha adottato il significato di purezza e salvezza che rimane ancora oggi.

Perché il mio giglio d'acqua ha foglie gialle

Uno dei problemi più comuni presentati dalla pianta della culla di Mosè è che le sue foglie diventano giallastre . Quando ciò accade, il più normale è che il problema è dovuto alla mancanza di acqua o al freddo eccessivo. Come abbiamo commentato, la ninfea è una pianta che ha bisogno di acqua abbondante e temperature intorno ai 20 gradi Celsius. Quando queste condizioni non si verificano, è normale che la pianta sopravviva, ma farlo in condizioni peggiori. Il primo sintomo che queste condizioni non sono adatte al giglio d'acqua è che le sue foglie diventano gialle. In questi casi, sarà meglio cambiarlo in un luogo più caldo e aumentare l'irrigazione per garantire che la pianta abbia tutto il necessario per ritrovare il suo vigore naturale.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Ninfea: cura e significato, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Coltivazione e cura delle piante.

Raccomandato

Rocce ignee: tipi, caratteristiche, classificazione ed esempi
2019
Colori levriero afgano
2019
Congiuntivite nei gatti - Cause, sintomi e trattamento
2019