Manutenzione della vite

Sebbene il suo nome scientifico sia Vitis Viniera, non c'è nessuno che non conosca questo frutto popolare come la vite o la vite. Non esiste un giardino con più fascino di uno in cui una bella vite, con i suoi frutti, serve a fornire riparo e ombra a un tavolo con sedie in ferro battuto per ripararsi dal caldo travolgente dell'estate. Tuttavia, sebbene molte persone vorrebbero avere uno di questi Vitis Vinifera o vidueño, la verità è che mancano alcune conoscenze riguardo alla loro cura e manutenzione.

Questa particolare pianta rampicante con un tronco contorto, una corteccia spessa, rami e foglie noti come rami, dà fiori verdastri da cui, con il tempo e la cura necessaria, usciranno le deliziose uve che ci piacciono così tanto. Ma ottenere quel frutto non è facile, e ci vuole dedizione e perseveranza per mantenere quella vite sana e bella che serve sia a fornire cibo dal nostro orto sia a dare un tocco magico e affascinante ai nostri giardini. In ti diamo i migliori consigli per coltivare e mantenere la vite . Prendi nota!

Come coltivare e mantenere una vite

Per cominciare, questa pianta è tipicamente coltivata in climi temperati e mediterranei e deve essere a temperature comprese tra 15 e 25 ° C (non meno di 0 ° C di notte); tuttavia, può superare temporaneamente le temperature fino a 15 gradi sotto zero. Non è così tollerante con i venti e il gelo, che possono influenzare seriamente le sue foglie e i suoi frutti.

Per quanto riguarda la terra, è meglio iniziare a piantare in luoghi di luce e suoli ben drenati ed evitare quelli di argilla che, sebbene renderebbero lo sviluppo più vigoroso, produrrebbero frutti di qualità inferiore.

Puoi piantare la vite attraverso semi o talee (gambo del campione ripiantato), il secondo sistema è particolarmente veloce ed efficace. Nel tempo otterrai una pianta che può raggiungere i 30 metri di altezza, ma poiché potresti non volere che ciò accada, è meglio mantenere una potatura regolare per controllare l'altezza e anche l'agglomerazione di troppi rami, che potrebbero rovinare il superficie su cui è sostenuta la pianta.

Quindi, tra le cure più fondamentali di questo bellissimo albero a foglie decidue, ce n'è ovviamente uno che si nota a prima vista: la potatura della vite . Questo dovrebbe essere fatto una volta all'anno durante i mesi di riposo vegetativo della pianta tra dicembre e gennaio per controllare quelle aree che si sviluppano al di sopra del desiderato (la dimensione ideale varia da 120 a 180 cm di altezza).

L'idea è di potare i rami che sporgono da quello principale, che si intersecano e svuotano le aree con troppa abbondanza per preparare la vite alla crescita.

Sarà all'apice del mese di marzo circa quando dovresti fare una seconda potatura, questa volta per eliminare alcuni rami per dare forza agli altri. Naturalmente, informati al massimo e chiedi consiglio agli specialisti nei negozi di giardinaggio e agricoltura.

Infine, dovresti essere molto consapevole del fatto che non è infetto da malattie che di solito lo colpiscono come muffa, oidio o fillossera, quindi è assolutamente necessario che tu riceva anche alcuni antiplagas e trattamenti antifungini.

Il periodo migliore dell'anno per la vendemmia è l'autunno, quando avrebbe dovuto maturare; Vedrai che è preparato quando le sue foglie assumono una tonalità rossastra.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Manutenzione dell'uva, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di piante da esterno.

Raccomandato

Perché il mio cane ha i boogers verdi?
2019
Giochi per topi domestici
2019
Cura della pianta specchio
2019