Malattie più comuni dei criceti

Vedi token di criceto

Se stai pensando di adottare questo roditore, è molto importante conoscere le malattie più comuni dei criceti in modo da poter prevenire in tempo qualsiasi problema che possa colpire il tuo animale domestico.

Dal momento che sono creature notturne, molti dei primi sintomi delle loro malattie più comuni possono passare inosservati, quindi ti consigliamo di fare i tuoi animali domestici un esame fisico settimanale, al fine di rilevare possibili condizioni il più presto possibile.

Oltre alla corretta alimentazione e igiene della gabbia del criceto, è necessario fornire al proprio animale cura e prevenzione contro le malattie più comuni che presentiamo di seguito.

Ascessi e infezioni

Gli ascessi sono grumi di pus sottocutaneo, solitamente rossi, sporgenti e dolorosi, che possono formarsi in qualsiasi parte del corpo, a causa di una reazione del sistema immunitario del criceto. Si distinguono dai tumori perché negli ascessi di solito ci sono resti delle ferite che lo hanno formato.

Questi grumi si verificano, generalmente, a causa di infezioni batteriche o parassitarie o di tagli e punture mal curati . Il trattamento dipende dalla gravità dell'infezione o dell'ascesso, ma di solito è sufficiente aprirlo, pulire bene l'area infetta e curare la ferita con un unguento. Se ciò non bastasse, il veterinario può raccomandare di assumere antibiotici, se necessario, per eliminare le infezioni.

Acari e funghi

Un'altra delle malattie più comuni nei criceti è acari e funghi. Questi parassiti di solito sono già presenti nei nostri animali domestici ma possono essere aggravati in situazioni di stress, indebolimento del sistema immunitario, infezioni batteriche o della pelle, cattiva alimentazione o scarsa igiene della gabbia. Possono anche essere causati dal contagio con altri animali infetti da parassiti.

I sintomi prodotti da acari o funghi in criceti con prurito eccessivo, pelle irritata o calva, formazione di eczema o croste e più movimento e irrequietezza nella gabbia normale.

Il trattamento dipende dal tipo di acari o funghi che il nostro animale domestico ha contratto, ma di solito è sufficiente disinfettare l'animale (e la sua gabbia) con prodotti specifici, sempre forniti da un veterinario, mantenere un'alimentazione e un'igiene adeguate della sua gabbia e, nel caso in cui l'infestazione sia causata dalla scabbia sulla pelle, è necessario portare urgentemente il criceto dal veterinario, sebbene questa malattia possa essere distinta dalle condizioni più lievi perché produce anche vesciche sulle estremità, sulle orecchie e su il muso

Raffreddore, bronchite e polmonite

I raffreddori sono una delle malattie più comuni nei criceti che possono portare a bronchite e / o polmonite se guariscono bene. Questa condizione si verifica in genere quando l'animale è influenzato da sbalzi di temperatura o dall'esposizione frequente a correnti d'aria.

I sintomi vanno da difficoltà respiratorie, mancanza di appetito, starnuti, lacrime agli occhi, ingobbiti o tremanti, fino al naso che cola. Ma se il raffreddore non è ben curato e questi sintomi continuano con tosse, secrezione nasale ricorrente, arrossamento del muso e respiro sibilante durante la respirazione, è molto probabile che il criceto abbia preso bronchite o persino polmonite.

Il trattamento in questi casi è molto simile a quello dell'uomo. Pertanto, forniremo un luogo caldo e asciutto per il nostro animale domestico, un sacco di riposo, un pasto nutriente e lo porteremo dal veterinario nel caso in cui abbia bisogno di antibiotici o altri farmaci. .

Coda bagnata

La coda bagnata o ileite proliferativa è una delle malattie più famose e contagiose nei criceti. È una condizione molto simile alla diarrea e molte volte sono confusi ma non sono gli stessi.

La malattia della coda bagnata di solito colpisce i criceti più giovani (3-10 settimane di età), in particolare quelli che sono stati svezzati di recente, a causa di stress o problemi di sovrappopolazione o scarsa igiene dell'alimentazione o della gabbia. È causato da batteri intrinseci nell'intestino di questi animali chiamati colibatteri, ma possono essere attivati ​​da una di queste cause. Il periodo di incubazione è di 7 giorni e i sintomi più evidenti sono diarrea abbondante e acquosa, coda e regione anale molto sporche e bagnate, perdita di appetito e conseguente disidratazione e flessione dell'animale.

Il trattamento per questa condizione è molto simile a quello della gastroenterite o della diarrea. Dobbiamo reidratare e nutrire bene l'animale, isolarlo dagli altri compagni in modo che non diffonda la malattia, portarlo dal veterinario per prescrivere antibiotici e disinfettare completamente la gabbia e tutti i suoi componenti in modo che non influisca sugli altri animali.

Diarrea o costipazione

La diarrea e la costipazione sono due malattie comuni nei criceti che hanno sintomi completamente opposti ed è per questo che possono essere ben differenziati.

Nel caso della diarrea, l'animale ha escrementi pastosi o liquidi, mancanza di appetito e mancanza di attività e la regione anale molto sporca (ecco perché è spesso confusa con la malattia della coda bagnata). La diarrea può essere causata da infezioni batteriche, sovralimentazione con molti prodotti freschi, mancanza di igiene nella gabbia e nei suoi componenti, improvvisi sbalzi di temperatura, ecc ... In questo caso il trattamento dovrebbe consistere nell'idratazione del criceto con abbondante acqua, sopprimere Alimenti freschi dalla tua dieta (frutta e verdura che lassano, danno cibi astringenti come riso cotto, pulisci la regione anale per prevenire le infezioni e vai dal veterinario per la prescrizione di antibiotici se necessario.

D'altra parte, in caso di costipazione, c'è una mancanza o una diminuzione degli escrementi, che sarà piccola e dura, il criceto avrà un ano gonfio e leggermente umido e può mostrare segni di dolore, perdita di appetito e gonfiore nell'addome. Di solito è causato da una dieta cattiva o sbilanciata e il trattamento consiste nel somministrare molta acqua e frutta e verdura lassative all'animale.

Ferite o occlusione degli abazoni

Gli abazoni sono le borse o le sacche che hanno molte scimmie o roditori nelle guance che vengono utilizzate per conservare il cibo e talvolta possono intasarsi o essere colpite da ferite e / o piaghe. A differenza degli umani, i sacchetti delle guance di questi animali sono asciutti e non bagnati, ed è per questo che a volte possono verificarsi ferite o ascessi se hanno mangiato cibo avariato o appiccicoso, il che li rende incapaci di svuotare le guance. Se il nostro animale domestico soffre di questa condizione, lo noteremo a causa del gonfiore delle sue guance .

In questo caso, possiamo curare il criceto portandolo dal veterinario per pulire e svuotare accuratamente le feci, estraendo tutto il cibo che è stato lasciato all'interno e facendo le cure appropriate.

Morsi, tagli o ferite

In molte occasioni, i criceti sono in contatto con altri del loro genere e in alcuni dei loro combattimenti, scontri o persino giocando, possono mordere o ferire i loro corpi.

Normalmente, i criceti colpiti di solito puliscono da soli le ferite più lievi e guariranno in pochi giorni. Ma se vediamo che ha una ferita grave o un'emorragia, dobbiamo trattarla curandola nel miglior modo possibile, tagliando i capelli dell'area interessata, pulendo la ferita e applicando un unguento antibiotico in modo che non si infetti. In caso di infezione, si consiglia di consultare un veterinario.

Irritazione o infezioni agli occhi

Le irritazioni o le infezioni agli occhi dei criceti sono anche altre malattie comuni di questi animali. O per una lotta con un altro criceto, per qualcosa come polvere, sporcizia, un foglio di fieno o una scheggia di legno o per un'infezione batterica, gli occhi dei nostri animali domestici possono essere feriti in diversi modi.

I sintomi che si verificano sono lacrime eccessive, rigonfiamento, occhi chiusi e / o infetti ed eccesso di lucertole. In questo caso, se la lesione dell'occhio è lieve, possiamo pulire l'occhio interessato con un panno inumidito in acqua calda fino a quando l'animale apre l'occhio e, una volta aperto, applicare una soluzione salina gocce o colliri . Nel caso in cui la lesione oculare sia grave, dobbiamo andare da un veterinario per prescrivere i farmaci pertinenti come ad esempio unguenti antibiotici.

Tumori o cancro

I tumori sono grumi interni o esterni che i criceti si sviluppano, così come il resto delle specie, a causa di un aumento delle cellule che li compongono, che possono essere benigni o maligni. Se il tumore è maligno e ha la capacità di invadere e metastatizzare in luoghi distanti dal tumore originale, si chiama cancro.

Questi grumi possono essere distinti da altre condizioni come grumi di grasso o cisti, perché quando li tocchi, non si muovono e di solito compaiono per molteplici fattori, ma il più comune è l'invecchiamento dell'animale. I sintomi più notevoli sono noduli sia esterni che interni (anche se questi ultimi sono molto più difficili da rilevare e di solito non vengono catturati nel tempo), un aspetto generalmente malato con mancanza di appetito, scarsa attività e perdita di peso e capelli.

I tumori esterni possono essere rimossi da un'operazione eseguita da un veterinario qualificato, sebbene nulla garantisca che non verranno più fuori. E i tumori interni sono anche operabili ma sono molto più difficili da rilevare e rimuovere, principalmente a causa delle dimensioni del criceto. Il trattamento dipenderà dall'età e dalle condizioni dei dossi dell'animale.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alle più comuni malattie dei criceti, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Prevenzione.

Raccomandato

Cibo per cani in base all'età
2019
Rinite nei cani - Cause e trattamento
2019
Come fare il bagno per la prima volta un gatto adulto?
2019