Malattie del gatto bengalese

File di animali: bengalese o bengalese

Se sei il compagno di uno di questi felini domestici con una pelliccia così simile a quella dei loro parenti, i felini selvatici, sarai interessato a informarti bene sulle possibili malattie che il tuo amico fedele può soffrire.

Da milanospettacoli.com dobbiamo ricordare che la migliore forma di prevenzione per qualsiasi malattia è la visita di routine e completa al nostro veterinario di fiducia, dove conoscerai bene il nostro gatto, eseguirà tutti i test necessari sia per prevenire che per rilevare precocemente malattie e somministrare i vaccini preventivi necessari.

Continua a leggere questo nuovo articolo di milanospettacoli.com e scopri quali sono le malattie del gatto bengalese al fine di prevenirle o rilevarle e agire il prima possibile.

Quali tipi di malattie di solito soffrono il gatto bengalese?

Questa razza di felino domestico può soffrire di una qualsiasi delle malattie generali di questa specie, che abbiamo già descritto in un altro articolo di milanospettacoli.com in cui parliamo delle malattie più comuni nei gatti.

Inoltre, questi felini domestici con un aspetto fisico più selvaggio rispetto ad altri della stessa specie soffrono di malattie più specifiche . Sembra che questi gatti siano inclini a diverse malattie genetiche, che devono essere rilevate in tempo per impedire la riproduzione dei felini che ne soffrono e quindi abbreviare il numero di coloro che ne sono affetti, oltre a poter aiutare il gatto che soffrire il prima possibile nel miglior modo possibile.

Successivamente, esporremo queste malattie, che è bene che conosciamo in anticipo per la prevenzione.

Dislocazione parallela nei gatti del Bengala

È un problema articolare che alcuni gatti soffrono, ma che si riscontra più comunemente in questa particolare razza di gatto domestico. Si verifica quando la rotula si sposta fuori posto, lasciando l'articolazione e può verificarsi in diversi gradi.

Sebbene sia importante ricordare che i gatti hanno sempre un po 'di lassismo in tutte le loro articolazioni, il caso di una dislocazione rotulea è dovuto a deformazioni di origine genetica nella rotula o nell'articolazione stessa o da incidenti. Può darsi che l'articolazione si riposiziona con un leggero movimento, ma questo continuerà a succedere al nostro gatto se o lo rimediamo, oppure potrebbe non riposizionarsi e dovremmo andare dal veterinario per riportarlo al suo posto, con il minor dolore possibile .

Il veterinario deve eseguire i test necessari: palpazione con lievi movimenti per controllare l'articolazione, i raggi X, gli ultrasuoni, ecc. Da lì, è possibile diagnosticare la causa della dislocazione e potrebbe essere che si disponga di una soluzione attraverso un'operazione o che non vi sia altra soluzione che cercare di impedirne il ripetersi. Potremmo prescrivere alcuni farmaci da somministrare per un po 'al nostro fedele amico, tra i quali troveremo antinfiammatori.

Inoltre, possono raccomandare una serie di sessioni di fisioterapia.

Ma come ridurre le possibilità che il nostro gatto subisca nuovamente una lussazione? Dovremmo iniziare aiutandoti a ridurre il peso se sei in sovrappeso o obeso. Inoltre, dobbiamo cercare di rendere l'esercizio più leggero di quello che hai fatto finora. Scopri anche su milanospettacoli.com l'esercizio per gatti obesi. Possiamo anche rafforzare i tuoi legamenti, tendini, articolazioni, ecc. Con alcuni alimenti specifici che il nostro veterinario di fiducia raccomanda.

Cardiomiopatia ipertrofica nei gatti bengalesi

È una condizione cardiaca che colpisce comunemente questa razza di gatto. Il muscolo cardiaco diventa più grande, cioè si allarga e fa sì che l'organo stesso debba lavorare di più per fare il suo lavoro. I sintomi più visibili di questa malattia sono letargia e rantoli che possiamo osservare nel nostro fedele compagno. Questo problema cardiaco di solito si verifica più negli esemplari anziani, poiché inizia a svilupparsi dopo un lungo periodo di lavoro e sforzo da parte del muscolo cardiaco.

Dopo aver manifestato questa malattia, di solito sorgono altri problemi di salute, che possono essere più o meno gravi. Un paio di questi problemi secondari sono la trombosi o la produzione di coaguli di sangue che, a loro volta, possono causare altrettanti gravi problemi e insufficienza cardiaca congestizia, che finisce con la conseguente morte dell'animale.

In questo caso, l'unica cosa che possiamo fare è che non appena rileviamo i sintomi, per quanto lievi possano sembrare, andiamo dal veterinario . Ciò confermerà ciò che accade al nostro fedele felino e ci offrirà le possibili soluzioni per alleviare il dolore e i problemi riscontrati. Nel caso di questa malattia cardiaca non esiste una soluzione che risolva il problema. Pertanto, possiamo solo adeguare la dieta, l'esercizio fisico e la vita quotidiana del nostro gatto al suo nuovo problema di salute, insieme alle linee guida e ai farmaci prescritti dal nostro veterinario di fiducia.

Allergie anestetiche nel gatto bengalese

La maggior parte degli esseri viventi soffre di allergie durante la nostra vita, sia croniche che puntuali. Nel caso dei gatti del Bengala, hanno una propensione all'allergia all'anestesia, quindi se sappiamo che il nostro bengalese deve sottoporsi a un'operazione con l'anestesia, dobbiamo discuterne a fondo con il veterinario per valutare tutte le opzioni possibile prima dell'operazione.

Se l'operazione è l'unica soluzione possibile, assicurarsi che l'anestesia utilizzata sia la più appropriata. Forse, in questi casi è meglio fare riferimento a un veterinario specializzato in gatti domestici, piuttosto che a un veterinario domestico che copre più campi.

Atrofia progressiva della retina nei gatti bengalesi

Questa malattia dell'occhio è genetica ma impossibile da rilevare per i proprietari dell'animale fino a quando non si manifesta. I portatori del gene possono soffrire della malattia o possono essere asintomatici, in modo che quest'ultimo lo trasmetta ai loro discendenti senza saperlo in anticipo. Questa atrofia della retina può iniziare a manifestarsi poiché il gatto è molto giovane.

Ciò che causa questa malattia è il deterioramento dei coni e dei bastoncini della retina del nostro gatto, fino a quando non finisce col causare cecità nel tempo. Inoltre, i gatti razzi, nel corso degli anni sono anche inclini a creare cataratta, ma questi possono diventare operativi.

Possiamo renderci conto che il nostro felino bengalese soffre di un problema agli occhi se guardiamo i suoi occhi e il suo comportamento. Fisicamente, a seconda del problema che si presenta, possiamo vedere qualche cambiamento negli occhi e in termini di comportamento, osserveremo che il nostro amico fedele è più goffo, più diffidente, ecc.

Non appena rileviamo qualcosa che può farci sospettare un problema agli occhi, dovremmo immediatamente andare dal nostro veterinario di fiducia. Bene, lì eseguiranno i test pertinenti e sapranno quale problema è apparso, sia che si sia manifestata un'atrofia progressiva della retina, della cataratta o di qualsiasi altro problema oculare, potendo così agire al più presto per risolverlo o alleviare il processo della malattia al nostro fedele compagno in caso di non essere reversibile.

Finora l'articolo sulle malattie del gatto bengalese . Se il tuo ha subito uno di questi problemi o un altro che non si presenta, non esitare a comunicarcelo, gli altri utenti ti ringrazieranno.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili alle malattie del gatto bengalese, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Prevenzione.

Raccomandato

In che modo i radicali liberi influenzano l'invecchiamento cutaneo
2019
Flora e fauna delle Isole Falkland
2019
Quali sono le tempeste tropicali
2019