Leptospirosi canina - Sintomi e contagio

Vedi i file dei cani

Quando parliamo di salute degli animali, ci riferiamo non solo all'assenza di malattia, ma anche a uno stato di benessere che è il risultato della copertura di tutte le esigenze del nostro animale domestico, sia fisiche che psicologiche e sociali.

Ma per quanto riguarda la salute fisica, dobbiamo chiarire che esistono pochissime malattie esclusive per gli esseri umani, in modo che il nostro cane possa soffrire le stesse patologie che soffriamo.

Oggi su milanospettacoli.com parliamo dei sintomi e della diffusione della leptospirosi canina, una malattia di grande importanza poiché si tratta di una zoonosi, cioè di una patologia che può essere trasmessa dagli animali all'uomo.

Cos'è la leptospirosi canina

La leptospirosi canina è una malattia infettiva nota anche come tifo canino, causata da un genere di batteri chiamato Leptospira, sebbene quelli che colpiscono comunemente il cane siano Leptospira Canicola e Leptospira Icterohaemorrhagiae .

Questo gruppo di batteri colpisce la maggior parte dei mammiferi domestici e selvatici, ma anche animali a sangue freddo e umani.

La prevalenza di questa malattia aumenta nei mesi di alte temperature ed è più elevata nei cani maschi, si ritiene che a causa delle abitudini dell'olfatto e della leccatura delle urine si comportino in modo comportamentale.

Come si verifica il contagio

La diffusione della leptospirosi canina si verifica quando i batteri penetrano nell'animale attraverso la mucosa nasale, buccale, congiuntiva o attraverso la pelle che presenta qualche tipo di ferita.

Attraverso la mucosa il batterio raggiunge il flusso sanguigno e viene distribuito attraverso di esso fino a raggiungere i diversi organi e tessuti, una volta in essi viene prodotta una reazione immunitaria dall'animale.

Questa reazione provoca la morte dell'agente patogeno che provoca il rilascio di tossine da parte di esso e, nel caso in cui i batteri siano stati in grado di eludere la risposta del sistema immunitario, si depositerà nel fegato e nei reni, causando gravi disturbi., come vedremo più avanti.

Contagio della leptospirosi

La principale via di infezione da leptospirosi negli animali è l'acqua o il cibo contaminato con l'urina di altri animali malati . La diffusione della leptospirosi tra animali e umani si verifica quando le persone entrano in contatto con acqua, cibo o urina contaminate, sebbene possano anche essere trasmesse attraverso il suolo se questa superficie è infetta e ha l'abitudine di camminare a piedi nudi.

Poiché la principale via di trasmissione è l'ingestione di cibo o acqua contaminati, è necessario prestare particolare attenzione ai bambini che vivono con animali.

Sintomi della leptospirosi canina

Il più delle volte questa malattia è subclinica, cioè, senza mostrare sintomi, negli altri casi si può osservare un decorso acuto o cronico della patologia, ma in entrambe le situazioni la prognosi è riservata poiché è una malattia con un tasso di mortalità molto elevato, che oscilla tra il 70 e il 90% dei casi.

I sintomi della leptospirosi canina sono i seguenti:

  • febbre
  • Perdita di appetito
  • Vomito e diarrea (a volte con presenza di sangue)
  • Urine scure
  • Sintomi del dolore durante la minzione
  • Alito odore di urina
  • Ulcerazioni nella mucosa orale
  • Degrado generale dell'animale

I sintomi correlati alla minzione sono particolarmente importanti poiché mostrano un danno renale, che implica uno stato grave dell'intero organismo.

Se notiamo nel nostro cane uno di questi sintomi, dobbiamo andare urgentemente dal veterinario, poiché prima inizia il trattamento corrispondente, maggiori sono le possibilità che il nostro animale domestico sopravviva.

Diagnosi della malattia

Per diagnosticare la leptospirosi canina nel nostro animale domestico, il veterinario eseguirà un esame completo e terrà conto di tutti i sintomi manifestati, ma analizzerà anche l'urina, che in caso di infezione mostrerà un elevato numero di proteine ​​ed emoglobina.

La diagnosi definitiva viene fatta da un esame del sangue che misura i parametri sierologici (anticorpi) o da un'osservazione microscopica delle urine in cui si può notare la presenza dei batteri leptospira.

Trattamento della leptospirosi canina

Il trattamento della leptospirosi canina richiede varie misure farmacologiche e dietetiche .

Per cominciare, parleremo della combinazione di antibiotici ad ampio spettro (penicillina e streptomicina) per combattere le infezioni batteriche. Cercheremo anche di ripristinare i sintomi e controllare i danni al fegato e ai reni. Infine, è importante offrire una dieta altamente nutriente ma povera di proteine.

Ricorda che il veterinario è l'unica persona addestrata per poter raccomandare un determinato trattamento al tuo cane.

Prevenzione della leptospirosi canina

Per prevenire la leptospirosi canina si raccomanda di vaccinare il cane a questo scopo, tuttavia i vaccini attualmente disponibili hanno una limitazione nei sierotipi, cioè non coprono tutti i batteri del genere Leptospira.

Anche la vaccinazione è una pratica altamente raccomandata, sebbene le dosi debbano essere rafforzate ogni sei mesi e non ogni anno. Per prevenire questa malattia, è importante anche la disinfezione periodica dell'ambiente dell'animale.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Leptospirosi canina: sintomi e contagio, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione sulle malattie batteriche.

Raccomandato

32 animali in via di estinzione in Spagna
2019
Elenco di animali recentemente estinti in Spagna
2019
Portacoel
2019