La tigre del Bengala in pericolo di estinzione

La tigre del Bengala o dell'India (Panthera tigris tigris) è, dopo la tigre siberiana, la seconda specie di tigre più grande del pianeta. Misura tre metri di lunghezza e pesa tra 260 e 290 chilogrammi. La sua situazione attuale è allarmante ed è per questo che sono state create 8 nuove riserve per la sua conservazione in India.

Successivamente, in Green Ecology spieghiamo perché la tigre del Bengala è in pericolo di estinzione .

Quante copie sono rimaste?

A maggio, il governo indiano aveva avvertito che la situazione della tigre del Bengala era critica, specialmente peggiorata negli ultimi 5 anni. All'inizio del mese, un gruppo di esperti ha nuovamente sottolineato la questione e messo in allerta la situazione. Tuttavia, non è stato fino a poco tempo fa che sono state adottate misure. Pertanto, sono state create 8 nuove riserve per alleviare l'estinzione di detto animale. Si stima che ne siano rimaste solo 1.500 copie nel mondo, distribuite principalmente nei parchi nazionali di Ranthambor e Sunderbans in India e Chitawan in Nepal.

S. Reghpathy, ministro indiano dell'Ambiente, ha spiegato che le nuove riserve erano state situate nel centro, a sud e ad est del paese. "L'iniziativa risponde alle proposte ricevute e alla raccomandazione del comitato direttivo del progetto Tigre", ha concluso.

Se vuoi leggere altri articoli simili a La tigre del Bengala in via di estinzione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di animali in via di estinzione.

Raccomandato

Cibo proibito per il criceto
2019
21 cespugli con fiori
2019
Principali problemi ambientali in Argentina
2019