La fauna della savana colombiana

La principale caratteristica della savana colombiana è che per otto mesi all'anno rimane allagata e i restanti quattro mesi sono estremamente asciutti. La fauna della savana colombiana è costituita da 62 specie di mammiferi; 25 specie di rettili; 315 varietà di uccelli; 23 specie di anfibi e 107 tipi di pesci.

La vasta savana colombiana è costituita essenzialmente da piante erbacee, quindi l'industria zootecnica si è stabilita in questa zona di foraggi eccellenti.

Continua a leggere questo articolo e su milanospettacoli.com ti mostreremo alcuni animali prototipi della fauna della savana colombiana:

La tartaruga morrocoy

La tartaruga morrocoy, Chelonoidis carbonaria, conosciuta anche in Colombia come morrocoya sabanera, è una tartaruga caratteristica della savana colombiana.

Ha abitudini diurne ed è distribuito in tutta la savana, comprese le aree destinate al bestiame. Le ore di maggiore attività sono durante la mattina e al tramonto, rifugiandosi all'ombra durante il periodo più caldo della giornata.

Una caratteristica della tartaruga morrocoy sono le macchie rossastre sulle sue gambe, motivo per cui è anche conosciuta come tartaruga dalle zampe rosse . La dimensione di un morrocoy varia da 30 a 50 cm, a seconda della zona in cui vive, poiché è distribuita praticamente in tutto il continente sudamericano. Il colore del suo guscio è molto vario. I maschi hanno il pettorale concavo per una facile riproduzione, mentre le femmine lo hanno piatto.

La tartaruga selvatica morrocoy è minacciata per vari motivi: la più importante è la caccia come cibo, poiché costituisce una prelibatezza tipica durante la Settimana Santa; perché la Chiesa considera il morrocoy sabanera come "pesce". Anche la cattura come animale domestico influenza la sua situazione di minaccia .

Fortunatamente, ci sono vivai di tartarughe in tutto il mondo, poiché è considerato un animale domestico eccellente dagli amanti delle tartarughe.

La poiana reale

La poiana reale, Sarcoramphus papa, è conosciuta in Colombia come re dei gallinazos .

È un uccello di dimensioni considerevoli che si nutre fondamentalmente di carogne. È il terzo avvoltoio americano di dimensioni, poiché misura tra 67 e 81 cm di lunghezza, con un'apertura alare che varia da 120 a 200 cm. Il suo peso varia da 2, 70 kg a 4, 50 kg.

Poiché ha il cranio più grande e il becco più forte tra tutti gli avvoltoi americani, di solito è il primo a tagliare i corpi e nutrire in primo luogo. La loro presenza relega il resto degli avvoltoi che aspettano che la poiana reale finisca di mangiare. Solo la poiana reale viene retrocessa quando appare un condor sulla scena, sebbene si tratti di un evento raro data la differenza di habitat tra le due specie. Non è minacciato.

Collare pecari

Il collare pecari, Pecari tajacu, è noto in Colombia come saíno . È un mammifero con una certa somiglianza con il cinghiale. Sta a 50 cm dalla croce e misura tra 70 e 110 cm. La sua pelliccia è composta da forti setole grigio-nere.

Vive in gruppi da 6 a 9 individui, ma possono raggiungere fino a mandrie di 30 esemplari. Il suo habitat è la savana, gli estuari, le aree agricole e forestali.

Si nutre di tutti i tipi di verdure, inclusi tuberi, radici, semi, frutti e gemme, ma non disdegna insetti o piccoli vertebrati. Sono animali diurni e durante la notte si rifugiano nelle tane o sotto le radici di grandi alberi.

Ignorano gli umani, ma se si sentono minacciati si alzano e si difendono con lunghe zanne che si affilano da sole quando aprono e chiudono la bocca. Nel lombo hanno una ghiandola odorifera che secerne un muschio molto forte. Non è una specie minacciata.

Il curito

Il curito, Hoplosternum littorale, è un pesce siluriforme molto comune in estuari, lagune a straripamento e acque calme. È inoltre distribuito attraverso i bacini del Rio delle Amazzoni, Orinoco e Guayana. I maschi raggiungono i 24 cm.

È un pesce con un'incredibile caratteristica di sopravvivenza: durante la stagione secca è sepolto nel fango e sopravvive inghiottendo bolle d'aria, poiché il suo tratto digestivo in questo periodo e grazie alle sue pareti vascolarizzate gli permettono di trasformarsi in un organo respiratorio.

Il suo cibo è onnivoro e la sua area di distribuzione è molto estesa in Colombia, Brasile, Guyana, Suriname, Trinidad e Venezuela. È una specie con interesse commerciale, poiché è considerata una prelibatezza.

Immagine da ecoregistros.org:

Rana paradossale

La rana paradossale, Pseudis paradoxa, conosciuta anche come la rana bassista, è un anfibio comune nelle pianure colombiano-venezuelane. È uno degli animali selvatici più popolari della savana colombiana.

La cosa straordinaria di questa rana di buone dimensioni è che il suo girino è molto più grande dell'animale adulto, essendo in grado di raggiungere 40 cm e 500 gr di peso. Per questo motivo si chiama rana paradossale. Il suo habitat è l'estuario del lago e si nutre di invertebrati acquatici. Questa specie non è minacciata.

Se vuoi leggere altri articoli simili a La fauna della savana colombiana, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

Raccomandato

Animali vertebrati senza arti: esempi
2019
Dacs Veterinary
2019
Come nutrire una tarantola
2019