La dichiarazione universale dei diritti degli animali

Gli animali sono esseri viventi che, come le persone, hanno diritti che dobbiamo rispettare e rispettare. Comprendere e sostenere questa nobile causa è importante per consentire alle generazioni future di godersi gli animali proprio come noi.

Sebbene ogni paese abbia una propria legislazione in materia di protezione degli animali e benessere, esiste una dichiarazione universale dei diritti degli animali che ogni persona dovrebbe conoscere. Per questo motivo, se stai cercando informazioni sulla Dichiarazione dei diritti universali degli animali in milanospettacoli.com, te li spieghiamo. Continua a leggere!

Cos'è la Dichiarazione universale dei diritti degli animali?

Il 15 ottobre 1978 viene proclamata la Dichiarazione universale dei diritti degli animali a Parigi, dopo varie sessioni tenute dal 21 al 23 aprile a Londra, grazie alla Lega internazionale dei diritti degli animali, ai campionati delle nazioni associate e ai singoli fisici associati. Lo scopo della dichiarazione è sensibilizzare la società alla cura e al rispetto degli animali. È stato approvato dall'UNESCO (Scienze e cultura dell'educazione delle Nazioni Unite) e dalle Nazioni Unite (Organizzazione delle Nazioni Unite).

Preambolo della Dichiarazione universale dei diritti degli animali

  • Considerando che tutti gli animali hanno diritti.
  • Considerando che l'indifferenza e il disprezzo per i diritti degli animali hanno portato e continuano a provocare crimini umani contro la natura e gli animali.
  • Considerando che l'essere umano riconosce il diritto all'esistenza di altre specie di animali è la base per la coesistenza di specie in tutto il mondo animale.
  • Considerando che il genocidio è stato perpetrato dall'uomo verso altri animali e con la minaccia di continuare.
  • Considerando che il rispetto per gli animali è legato al rispetto per gli esseri umani nei confronti di altri esseri umani.
  • Considerando che fin dall'infanzia si deve insegnare all'uomo ad osservare, comprendere, rispettare e amare gli animali.

Articolo 1

Il primo articolo spiega che tutti gli animali del mondo nascono uguali, allo stesso modo delle persone, indipendentemente dal sesso o dalla razza che hanno. Tutti hanno gli stessi diritti all'esistenza .

Articolo 2

Tutti gli animali meritano rispetto dall'uomo . Il fatto che l'essere umano abbia uno sviluppo intellettuale superiore a quello di altre specie non significa che possa sterminare, sfruttare o violare i diritti che ha. Devono essere curati e protetti dall'uomo per continuare a condividere il pianeta in modo uguale e dignitoso.

Ci sono molte persone che ritengono che gli animali siano inferiori e la verità è che non lo sono. Hanno gli stessi diritti di svilupparsi e vivere con dignità.

Articolo 3

Gli animali non devono essere sottoposti a maltrattamenti o soffrire inutilmente. Se un animale deve essere macellato, sarà fatto istantaneamente, indolore e senza angoscia per lui.

È molto importante capire che anche gli animali meno intelligenti soffrono il dolore nella loro carne proprio come possiamo. Anche il rispetto degli animali evita la sofferenza.

Articolo 4

Gli animali selvatici hanno il diritto di continuare a vivere nel loro ambiente naturale (terrestre, acquatico o aereo) e di riprodursi con altri individui della stessa specie. Privare gli animali della loro libertà è contrario a questo diritto fondamentale. Sii per qualsiasi scopo. Nel silvestrismo troviamo una violazione diretta di questo diritto.

Articolo 5

Gli animali che nascono e si sviluppano in un ambiente vicino a quello dell'uomo devono essere in grado di vivere, crescere e avere condizioni di vita e libertà tipiche della loro specie . Non possiamo modificare la crescita o il ritmo della vita degli animali a nostro capriccio a fini commerciali. È un abuso della sua natura.

Anche così, nelle fattorie troviamo un grande abuso di questo quinto articolo, ad esempio, dove gli animali sono costretti a mangiare (ingrassare), privarli dell'oscurità e persino costringerli a mangiare con le siringhe.

Articolo 6

Sebbene non sia considerato illegale in tutti i paesi del mondo, l'articolo 6 condanna l'abbandono di qualsiasi animale per atto crudele e degradante. Se ci impegniamo ad avere un partner, dobbiamo essere coerenti e accompagnarlo per tutta la vita, qualunque sia la sua durata.

Articolo 7

Gli animali non sono nati per servirci, anche se in alcuni casi sono usati come pedine la verità è che tutti hanno diritto a una limitazione dell'orario di lavoro e alla sua intensità. Anche alimentare correttamente per eseguire queste attività e riposo sufficiente.

Articolo 8

I diritti universali degli animali sono incompatibili con la sperimentazione che coinvolge sofferenza fisica o psicologica . Sebbene gli scopi siano medici, scientifici, commerciali o altro. Lo stesso diritto spiega che dobbiamo sempre usare e sviluppare alternative.

Articolo 9

Gli animali usati per il cibo devono essere in grado di nutrire, vivere, essere trasportati e macellati correttamente in modo da non soffrire di ansia o dolore . Purtroppo questo non è sempre vero.

Articolo 10

Gli animali non dovrebbero essere sfruttati per il piacere dell'uomo, né nei concorsi di bellezza né negli spettacoli. In nessun caso dovremmo permettere a un animale di soffrire per soddisfare il nostro divertimento.

Articolo 11

Non possiamo uccidere un animale senza motivo, è un crimine.

Articolo 12

Tutti gli atti umani che comportano la morte di molte copie saranno considerati un genocidio, un crimine contro la specie. Tra cui ovviamente c'è la distruzione dell'habitat naturale o dell'inquinamento.

Articolo 13

Sappi che un animale morto dovrebbe essere trattato con rispetto . Allo stesso modo, nei media come il cinema e la televisione, le scene in cui le persone sono incoraggiate a minacciare la vita dei diritti degli animali dovrebbero essere vietate. Sono esclusi quelli che cercano di promuovere il benessere degli animali per esprimere una realtà quotidiana.

Articolo 14

A livello governativo, le agenzie devono rappresentare la protezione e la protezione di animali selvatici, domestici o esotici. Tutti devono essere difesi dalla legge come lo sono quelli dell'essere umano.

Paesi che hanno firmato la dichiarazione universale dei diritti degli animali

In linea di principio, tutti quei paesi che sono considerati stati membri dell'UNESCO e delle Nazioni Unite dovrebbero conformarsi alla Dichiarazione universale dei diritti degli animali.

Se desideri leggere altri articoli simili a La Dichiarazione universale dei diritti degli animali, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Curiosità del mondo animale.

Raccomandato

Come differenziare una cavia maschio da una femmina?
2019
Ospedale veterinario dell'arciduca Carlos
2019
Elenco di animali recentemente estinti in Spagna
2019