L'aumento della popolazione è un problema ambientale

L'India è il paese con il maggior numero di nascite all'anno. In totale, 27 milioni, ovvero circa una su cinque nascite che si verificano nel mondo. L'Uttar Pradesh, lo stato più popoloso dell'India con circa 200 milioni di persone, sarebbe il sesto paese più popoloso della Terra se fosse considerato una nazione. La maggior parte di queste nascite avviene nelle aree rurali e circa cento anni fa sul pianeta Terra c'erano circa 1, 6 miliardi di persone. Cento anni prima, nel 1800, la popolazione mondiale non aveva raggiunto i 1.000 milioni.

Aumento della popolazione

Poco più di dodici anni fa è stata superata la cifra di 6.000 milioni di persone e, tra poco, supereremo i 7.000 milioni. Crescita della popolazione significa più persone da nutrire e vestire, più fabbisogno idrico, istruzione, in breve, più risorse. Proprio su un pianeta in cui le risorse naturali sono sempre più scarse. Il problema è tutt'altro che nuovo.

Alla fine del 18 ° secolo, Thomas Malthus, un economista e considerato uno dei primi demografi della storia, pose il problema che poteva essere il limite naturale dello spazio e del cibo. L'essere umano potrebbe prendere due strade per questo dilemma: seguire il suo istinto, in modo che la popolazione cresca più dei propri mezzi di sussistenza, o cedere alla paura di non essere in grado di nutrire i propri figli e quindi decidere di non averli.

Formulò, per la Gran Bretagna, quella che è conosciuta come una "catastrofe malthusiana", che alla fine non fu adempiuta: pensò che alla fine del 19 ° secolo, la popolazione sarebbe stata di 176 milioni e le risorse per la sussistenza avrebbero raggiunto solo 55 milioni; pertanto, 121 milioni di persone morirebbero di fame.

conclusioni

Fortunatamente, non è successo in questo modo. Soprattutto perché, dopo la Rivoluzione industriale, la produzione di cibo nei paesi ricchi è aumentata considerevolmente. Naturalmente, a scapito del degrado ambientale, della perdita di aree dedicate alle foreste e dell'uso di fertilizzanti chimici che danneggiano il suolo. Tuttavia, oggi e da una prospettiva globale, la catastrofe malthusiana sta accadendo.

Se la popolazione continua a crescere, ci sarà un collasso economico e l'estinzione dell'essere umano come specie.In seguito, nel 1972, fu prodotto un rapporto intitolato I limiti della crescita . È stato un rapporto commissionato dal Club di Roma e preparato dal MIT (Massachusetts Institute of Technology), che ha valutato la continua crescita della popolazione, l'impronta ecologica dei processi di produzione alimentare, l'inquinamento e altri fattori, concludendo che tra cento anni non ci sarebbero state risorse per l'intera popolazione mondiale. Nel 1992, i dati del rapporto furono rivisti e si concluse che la capacità di carico del pianeta per supportare l'intera popolazione era già stata superata.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'aumento della popolazione è un problema ambientale, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Globalizzazione.

Raccomandato

Costume da minion fatto in casa per cani passo dopo passo
2019
Ospedale veterinario di emergenza
2019
Pin Up Dog's
2019