Ipertensione polmonare nei gatti - Sintomi, cause e trattamento

Vedi file Cats

L'ipertensione polmonare nei gatti (PH) è considerata una sindrome complessa caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna all'interno delle strutture che compongono la rete vascolare dei polmoni. Nella clinica veterinaria, la PH comprende diverse manifestazioni cliniche ed è generalmente classificata in base alla sua eziologia (identificazione della causa) e al suo meccanismo patofisiologico (comportamento ed evoluzione nell'organismo).

Sebbene questa patologia registri una bassa incidenza nella popolazione giovane, può comparire con una certa frequenza nei felini anziani, sia di razza mista che di razza definita. Ovviamente, dobbiamo sottolineare l'importanza di andare dal veterinario di fiducia quando osserviamo qualsiasi cambiamento nell'aspetto o nel comportamento della tua figa.

Tuttavia, in questo articolo di milanospettacoli.com, spieghiamo i principali sintomi, cause e fattori di rischio dell'ipertensione polmonare nei gatti, per aiutarti a riconoscere presto i segni di questa malattia nel tuo felino.

Cos'è l'ipertensione polmonare?

I polmoni dei felini hanno una rete vascolare di elevata capacità, ma di bassa pressione e resistenza, che partecipa direttamente al processo di respirazione e ossigenazione dei tessuti del corpo. Per stabilire un confronto, la resistenza della rete vascolare cardiaca (sistemica) può essere 10 volte superiore a quella polmonare in soggetti sani. Di conseguenza, le strutture cardiache sono preparate per resistere a una pressione molto più elevata rispetto alla rete di arterie e vene polmonari.

Tuttavia, la presenza di alcune malattie, malformazioni o fattori di rischio può causare un aumento della pressione e della resistenza delle strutture vascolari polmonari. Questa ipertensione polmonare di solito colpisce direttamente i tessuti polmonari e il funzionamento delle strutture cardiache, danneggiando il meccanismo di ossigenazione dei tessuti del corpo.

Proprio per questo motivo, l'ipertensione polmonare nei gatti è considerata una sindrome complessa e i suoi effetti sono preoccupanti, dal momento che possono avere un impatto negativo praticamente su tutti gli organi che hanno bisogno di ricevere una corretta ossigenazione per garantire il loro funzionamento ottimale.

Sintomi di ipertensione polmonare nei gatti

L'ipertensione polmonare felina comprende varie manifestazioni cliniche, ma i sintomi dell'ipertensione polmonare nei gatti più frequenti sono:

  • Dispnea dello sforzo : in generale, è caratterizzato dalla mancanza di aria e dalla difficoltà di recupero quando si fa qualsiasi tipo di sforzo. Tuttavia, nei casi più gravi, la mancanza di respiro può essere permanente, anche in uno stato di riposo.
  • Esaurimento costante : i felini con ipertensione polmonare possono sempre essere stanchi e mostrare un esaurimento costante. A causa della perdita della capacità respiratoria e della stanchezza, i gatti possono perdere interesse a giocare e svolgere attività quotidiane, come mangiare o bere acqua. Nei casi più gravi, l'animale può anche urinare e defecare al di fuori della lettiera.
  • Tosse, che può essere accompagnata da sangue nelle fasi più avanzate della malattia.
  • Intolleranza all'esercizio
  • Svenimento o sincopi.
  • Perdita di appetito e peso.
  • La disidratazione.
  • Aritmia cardiaca
  • Suoni polmonari anomali (principalmente nella PH associati a malattie respiratorie).

Ecco un gatto con ipertensione polmonare e policitemia affetta da sincope, da @ hockeyken10 su YouTube:

Cause e fattori di rischio di ipertensione polmonare nei gatti

Nella medicina umana, l'ipertensione polmonare può essere idiopatica (anche conosciuta in precedenza come "primaria") o secondaria, a seconda della sua eziologia. Le condizioni idiopatiche sono quelle che sembrano "sole", cioè non sono correlate a una causa sottostante. Tuttavia, i PH idiopatici sono raramente osservati nella clinica veterinaria.

In generale, l'ipertensione polmonare nei gatti si sviluppa da un'altra malattia, motivo per cui viene generalmente considerata come un sintomo di un quadro clinico più complesso. Il PH secondario è solitamente associato a varie cause e può interessare le arterie e le vene polmonari.

Sebbene non vi sia ancora consenso nella medicina veterinaria sulla classificazione del PH, la tendenza predominante è quella di accettare e adottare la stessa classificazione applicata nell'uomo. Successivamente, spieghiamo le principali differenze, le cause e i processi fisiopatologici della PH idiopatica e secondaria nei gatti.

Ipertensione polmonare idiopatica nei gatti

In alcuni casi, il processo diagnostico dettagliato non è in grado di rivelare una causa specifica per PH. Quando ciò accade, è molto probabile che ci troviamo di fronte a un caso di ipertensione arteriosa polmonare idiopatica (precedentemente nota anche come "primaria").

Nella PAH idiopatica si osserva una disfunzione nell'endotelio (pareti dei capillari sanguigni) di origine neuroendocrina che colpisce la rete vascolare dei polmoni, portando a una predisposizione alla vasocostrizione e alla trombosi. Questa immagine inizia in vasi polmonari di piccole dimensioni, che sono interessati dalla formazione di piccoli coaguli (trombi). Di conseguenza, si può osservare la perdita di molti vasi polmonari e un aumento della pressione vascolare nei polmoni.

Mentre ci sono molte discussioni sulle possibili cause della PAH idiopatica nei felini, l' invecchiamento e l'obesità appaiono come fattori di rischio, poiché favoriscono l'usura delle strutture vascolari cardiache e polmonari. Attualmente è allo studio anche la rilevanza del fattore genetico nella predisposizione al PH idiopatico nei gatti.

Ipertensione polmonare secondaria nei gatti

A seconda della causa e del meccanismo patofisiologico, la PH secondaria nei gatti è generalmente divisa in 4 "tipi" principali. Di seguito, riassumiamo le principali caratteristiche di ciascun sottotipo di ipertensione polmonare secondaria nei gatti:

  • IPA secondaria correlata all'ipercircolazione polmonare : in questi casi si osserva un aumento della pressione sanguigna all'interno delle arterie polmonari, derivato da una condizione di ipercircolazione. Vale a dire: il flusso sanguigno nelle arterie polmonari ha una frequenza e un'intensità molto elevate, che aumenta la pressione all'interno di queste strutture vascolari. Le cause più frequenti sono le malattie cardiache congenite che causano deviazioni nella circolazione sanguigna, come il dotto arterioso persistente (CAP) e il setto interatriale. In generale, questo tipo di PAH viene diagnosticato più comunemente nei giovani gatti con malformazioni nella struttura cardiovascolare.
  • Ipertensione polmonare derivata da malattie respiratorie : alcune patologie respiratorie possono causare ipossia e aumentare il rischio di vasocostrizione polmonare. Di conseguenza, la struttura vascolare polmonare può subire deformazioni e disfunzioni, portando ad un aumento della pressione polmonare. La PH secondaria associata a problemi respiratori cronici con ipossia può anche causare dilatazione e disfunzione nel ventricolo destro del cuore, una condizione clinica nota come cuore polmonare . Tra le cause più frequenti nei gatti troviamo la polmonite felina, la fibrosi polmonare e la malattia tracheobronchiale ostruttiva.
  • HP associata a tromboembolia polmonare : la tromboembolia è un quadro clinico complesso caratterizzato dalla formazione di più coaguli (trombi) nella rete vascolare del polmone (principalmente nelle arterie polmonari) e nella parte destra del cuore. Una delle conseguenze del tromboembolia polmonare è l'ostruzione delle arterie e il conseguente aumento persistente della pressione polmonare. In generale, la dirofilariosi cardiaca appare come la causa principale di questo tipo di PH. Tuttavia, ci sono altre possibili cause, come: malattie sistemiche che portano a ipercoagulabilità, neoplasie, malattia glomerulare, sepsi, iperadrenocorticismo, ecc.
  • HP provoca alterazioni nell'atrio sinistro del cuore : quando l'atrio sinistro ha un aumento cronico della pressione, il drenaggio delle vene polmonari è compromesso. Di conseguenza, si può osservare l'ipertensione venosa polmonare, che di solito è lieve o moderata. Tuttavia, quando questa condizione viene aggiunta alle malattie respiratorie o alla tromboembolia, l'ipertensione polmonare può diventare grave. Tra le principali cause di questo aumento della pressione arteriosa troviamo la cardiomiopatia dilatativa, la displasia mitralica congenita e la malattia degenerativa valvolare (EVD) che colpisce più comunemente la valvola mitrale.

Diagnosi di ipertensione polmonare nei gatti

Quando osservi i sintomi menzionati nella tua figa, non esitare ad andare rapidamente alla clinica veterinaria. L'ipertensione polmonare nei gatti richiede una diagnosi differenziale molto dettagliata per l'identificazione della causa sottostante e il successivo trattamento specifico.

Dopo aver eseguito un esame fisico e aver analizzato la storia del paziente, il veterinario può richiedere un elettrocardiogramma (ECG), alcune radiografie del torace e test clinici (sangue, urina, feci), per verificare lo stato di salute del felino e verificare l'evoluzione del malattia nel tuo corpo. In generale, il sospetto di un PH dovrebbe essere confermato anche da un'ecocardiografia Doppler .

Ecco un ecocardiogramma Doppler a colori:

Trattamento dell'ipertensione polmonare felina

Il trattamento dell'ipertensione polmonare nei gatti dipenderà dall'identificazione della causa sottostante e dallo stato di salute di ciascun paziente. In generale, il veterinario adotta come terapia di base la somministrazione controllata di alcuni farmaci con azione inibitoria sulla vasocostrizione polmonare. Inoltre, i farmaci che contribuiscono a rafforzare le pareti dei capillari del sangue polmonare possono anche essere utilizzati per rallentare la progressione della disfunzione endoteliale.

Quando viene diagnosticata la presenza di coaguli (trombi), di solito viene aggiunta anche una terapia con farmaci anticoagulanti . D'altra parte, in alcuni casi di malformazioni cardiache congenite con deviazioni, l'intervento chirurgico può essere studiato come un'opzione di trattamento praticabile per i pazienti con uno stato di salute più stabile.

È possibile prevenire l'ipertensione polmonare nei gatti?

La prevenzione dell'ipertensione polmonare consiste principalmente nell'offrire ai felini un'adeguata medicina preventiva per tutta la vita. Per questo, è essenziale fare visite periodiche al veterinario ogni 6 mesi, rispettare il calendario delle vaccinazioni feline e il calendario della sverminazione nei gatti. È anche essenziale offrire una dieta equilibrata di eccellente qualità alla tua figa e fornire giocattoli, raschietti e altri accessori che ti consentano di esercitare quotidianamente il tuo corpo e la tua mente.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili all'ipertensione polmonare nei gatti - Sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Altri problemi di salute.

Raccomandato

Microbiologia ambientale: definizione e importanza
2019
Parrucchiere Chic-Can SPA Canine
2019
Quali animali vivono nei poli nord e sud
2019