Inquinamento in Cina: stato di allerta rosso

Come è noto, l'inquinamento atmosferico è un grave problema in Cina. Per anni, numerose città, compresa la loro capitale, hanno registrato livelli di inquinamento esterno che occupano le prime posizioni in tutto il mondo.

In generale, le città sono luoghi inquinati. D'altra parte, le città in cui sono soddisfatte le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità in modo che l'aria abbia un minimo di purezza rappresentano un'eccezione.

In Cina, logicamente, non tutto il paese ne soffre. Il problema si concentra anche nelle città, ma la situazione ha raggiunto dimensioni che rappresentano una grave minaccia per la salute di oltre 100 milioni di persone. Continua a leggere questo articolo per saperne di più sul problema dell'inquinamento in Cina e sul suo stato di allarme rosso .

Allerta rossa in 50 città della Cina per l'inquinamento

Se molte città della Cina meridionale hanno il loro inquinamento, accorciando la vita dei suoi abitanti in media di circa 5 anni, ultimamente, tuttavia, quelle nel nord-est del paese stanno diventando una novità.

I suoi alti livelli di inquinamento sono stati allarmanti per settimane. Solo negli ultimi giorni, circa 200 voli sono stati cancellati nella capitale. L'allerta rossa ha anche significato una sorta di coprifuoco volontario.

Le autorità hanno raccomandato a più di 100 milioni di persone di non uscire. In totale, una dozzina di città hanno decretato l'allarme rosso nella provincia di Shandong, con una popolazione di 96 milioni di abitanti.

Crescente inquinamento in Cina

Secondo fonti ufficiali, la qualità dell'aria nella capitale cinese è peggiorata da novembre. Tre anni fa non c'erano livelli di inquinamento così elevati.

"L' uso del carbone è la causa del crescente inquinamento", affermano gli esperti dell'Accademia cinese di ricerca scientifica ambientale. Il superamento di 600 micron di particelle PM 2, 5 per metro cubo, il più dannoso, è stato considerato da "molto malsano" a "molto pericoloso", secondo la scala utilizzata negli Stati Uniti.

Quasi cinquanta città e due province della Cina settentrionale e orientale sono in allerta. A Tianjin sono stati in questa situazione per più di 25 giorni, costringendoli a sospendere le lezioni nelle scuole, a chiudere i lavori e a limitare la circolazione, tra le altre misure che non sono sempre sufficienti.

Smettere di essere in allerta rossa non significa un grande sollievo. Anche quando Pechino ha ritirato il massimo allarme, la città era ancora immersa in una fitta nuvola tossica . Solo l'avviso blu consente di interrompere e tornare a una normalità che è diventata un'eccezione.

Cause di inquinamento atmosferico in Cina

Mentre nelle aree più sviluppate, come l'Europa, l'inquinamento proviene principalmente dai trasporti, altre fonti di inquinamento vengono aggiunte in altre aree del pianeta. Nel caso della Cina, l' uso del carbone per generare elettricità è uno dei principali fattori aggravanti.

In effetti, il carbone è la principale fonte di energia nel paese e, ad esempio, quando arriva l'inverno i sistemi di riscaldamento inquinano l'aria esterna in modo significativo. A tal punto che molti giorni finiscono per aggravare il problema in modo tale che si raccomanda di non uscire e persino di impedire la visibilità sulle strade.

Tuttavia, la situazione non può essere compresa senza considerare il rapido sviluppo economico del gigante asiatico. Negli ultimi decenni, i gas delle industrie e dei trasporti nelle aree urbane sono aumentati esponenzialmente. Non sorprende che il paese sia praticamente diventato la fabbrica del mondo e l'inquinamento supera il suo limite.

L'inquinamento atmosferico globale, quindi, risponde a cause molto diverse, con ciò che varia in ciascuna zona. Solo analizzando le particelle sospese, che possono essere di tipo molto diverso, è possibile stabilire il loro profilo specifico. Tra gli altri, troviamo anidride solforosa, monossido di carbonio, muffe, ossido di azoto, amianto o, ad esempio, gomma.

Le più pericolose sono le più piccole, chiamate particelle sospese PM 2.5, che si caratterizzano per la loro capacità di penetrare nel sistema circolatorio attraverso l'inalazione, dopo aver raggiunto i polmoni.

Quasi un milione di morti fino al 2030

Numerosi studi concludono che l'impatto sui cittadini dell'esposizione a particelle nocive su base regolare è responsabile per i tumori polmonari e altre malattie respiratorie che sono salite alle stelle nel paese.

Ricerche recenti incentrate sugli effetti sul cuore indicano che se le tue città avessero un'aria "accettabilmente pulita", nei prossimi 15 anni si potrebbero evitare 923.000 morti premature per malattie cardiovascolari.

L'American Heart Association, autore del lavoro, stima che il controllo delle particelle sospese di PM 2.5 ridurrebbe in media il 7, 2% dei decessi per malattie cardiovascolari e il 2, 7% per infarto.

Per questo, il paese dovrebbe operare a gas medio. Cioè, dovrebbero limitare il traffico urbano, chiudere fabbriche e limitare l'attività del settore delle costruzioni, tra le altre misure.

Per avere un'idea, al momento, la media annuale di Pechino è di 86 micron per metro cubo e 62 è il gruppo di tutte le città del paese, rispetto ai 55 micron indicati nello studio. Tuttavia, un'aria accettabile sarebbe circa 25 e per essere ottimale la concentrazione di PM 2, 5 non dovrebbe superare i 10 micron per metro cubo.

Nei giorni scorsi la capitale ha raggiunto i 620 micron per metro cubo e nel Xinxiang, nella provincia di Hunan, sono stati raggiunti 727. Pertanto, se 25 micron è la barriera sanitaria stabilita dall'OMS, queste cifre sono più che 200 volte superiore Quando le cifre parlano da sole, ci sono molti commenti.

Se desideri leggere altri articoli simili a Inquinamento in Cina: stato di allarme rosso, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Altro ambiente.

Raccomandato

Perché il mio gatto fa la cacca fuori dalla lettiera?
2019
Il mio cane abbaia agli altri cani quando è legato
2019
È brutto rimproverare i cani?
2019