Impronta ecologica: semplice definizione per i bambini

Uno dei parametri più importanti per valutare l'impatto ambientale di un'attività è l'impronta ecologica. È un parametro che è stato usato per relativamente pochi anni e, a poco a poco, si sta consolidando sia nel mondo accademico che nella popolazione generale. Questo concetto è nato cercando di adottare una misura che, come il Prodotto interno lordo (PIL), può informarci sull'impatto ambientale di un'attività specifica.

In questo articolo di Green Ecology intitolato impronta ecologica: semplice definizione per i bambini, così puoi scoprire di cosa si tratta.

Qual è l'impronta ecologica?

L'impronta ecologica ci consente di valutare l'impatto di un'attività specifica sul nostro ambiente rispetto alla capacità dell'ambiente e quindi di essere in grado di definire se un'attività è sostenibile o meno. Per questo, viene presa un'area di terra ecologicamente produttiva, come un raccolto, pascoli, foreste o qualsiasi altro ecosistema, che sarebbe necessario per produrre tutte le risorse ricercate e per assimilare i rifiuti generati da tale attività nel tempo.

Tiene inoltre conto delle problematiche energetiche, ad esempio in una foresta viene determinato il numero di ettari necessari per assumere la CO2 prodotta dal consumo di energia di questa attività. Inoltre, viene preso in considerazione il tipo di energia utilizzata, se, ad esempio, viene utilizzata energia rinnovabile (eolica, solare, ...), l'impronta ecologica sarà inferiore rispetto all'utilizzo di altre fonti di energia.

Attualmente, vengono consumate più risorse e vengono prodotti più rifiuti della biocapacità del pianeta per assimilarli, quindi è necessario prendere misure per ridurre questa impronta ecologica.

A cosa può essere utile l'impronta ecologica?

L'obiettivo primario è sapere se una determinata area del pianeta è in grado di resistere a uno specifico processo di produzione e assimilare i rifiuti che genera nel tempo, senza causare danni all'ambiente. Uno dei vantaggi dell'impronta ecologica è che a volte consente di ottenere indicatori specifici e di effettuare confronti tra loro e con altri mezzi, molto importanti per la valutazione del danno ambientale.

Senza rendercene conto, nella nostra vita quotidiana svolgiamo una moltitudine di attività, come l'acquisto di prodotti o servizi, il viaggio in aereo o in auto o il consumo di energia che ha un impatto sul nostro ambiente e che questo mezzo deve assimilare tale impatto. Ecco perché l'impronta ecologica è così importante, perché il nostro ambiente non è infinito e un giorno può essere danneggiato.

Calcolo dell'impronta ecologica

Nel determinare l'impronta ecologica dobbiamo tenere conto di alcuni fattori come:

  • La crescita della popolazione.
  • La fertile superficie del suolo.
  • La deforestazione.
  • L'esaurimento delle risorse.
  • L'aumento dei consumi.

L' impronta ecologica è calcolata come segue :

  1. Viene calcolata la dimensione dello studio: se si deve studiare l'impronta ecologica di un individuo, una famiglia, una città o un paese.
  2. Si calcola quanta energia, cibo, materie prime e suolo consumerà la popolazione nell'attività svolta. L'area del terreno è difficile da calcolare, quindi vengono utilizzate tabelle standardizzate.
  3. Vengono aggiunte tutte le superfici e il risultato viene diviso per il totale della popolazione selezionata.

Quando si esegue l'analisi, si vede che gli abitanti di alcuni paesi hanno più spazio per svolgere le proprie attività. Ciò corrisponde ai paesi con un'impronta ecologica minore e alle generazioni future. Questo perché si appropriano di terre al di fuori del loro territorio o corrispondono alle generazioni future.

La realtà dell'analisi è che l'impronta ecologica totale del pianeta supera la sua capacità di assimilazione del 30% . Questo ci mette in guardia sull'accelerazione del consumo di risorse e sulla sua distribuzione, quindi è necessario adottare misure per ridurlo.

Impronta ecologica in Spagna

Secondo l'analisi, l' impronta ecologica in Spagna supera del 2, 6% la sua biocapacità . Ciò significa che per mantenere il nostro tenore di vita e la popolazione attuale, avremmo bisogno di circa tre Spagna. Le analisi mostrano anche che in circa quindici anni il nostro deficit ecologico è aumentato del 50% e la tendenza continua ad aumentare.

In Spagna, ad esempio, ogni persona consuma l'equivalente di 3, 8 ettari quando la capacità di carico del nostro territorio è 1, 4. Cioè, c'è un deficit di 2, 4 ettari o ognuno prende in prestito 24.000 m2 di terra da altri paesi.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Impronta ecologica: semplice definizione per bambini, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di educazione ambientale.

Raccomandato

Furetto
2019
Cura del cardellino
2019
Riciclaggio di apparecchiature informatiche
2019