Il processo di riciclaggio di una bottiglia di plastica

Le bottiglie di plastica sono fabbricate con, tra gli altri materiali, olio e una grande quantità di acqua, più di quanto contengano in seguito. Vengono utilizzati e se non vengono gettati nel contenitore corrispondente, giallo, rimangono nell'ambiente per secoli, poiché impiegano molto tempo a degradarsi e, nel frattempo, a inquinare. Ma cosa succede quando vengono gettati nel contenitore corrispondente e arrivano all'impianto di riciclaggio? Qual è il metodo per riciclare le bottiglie di plastica?

Vogliamo avvicinarci ancora di più al mondo del riciclaggio e, pertanto, abbiamo preparato questo articolo per spiegare il processo di riciclaggio di una bottiglia di plastica .

Che cos'è un impianto di riciclaggio?

È importante sapere innanzitutto quali sono gli impianti di riciclaggio, poiché è lì che ci sono diverse parti del processo di riciclaggio di una bottiglia di plastica . Gli impianti di riciclaggio o riciclaggio sono strutture in cui viene realizzato il processo di materiali diversi, come diverse materie plastiche, carta e cartone, vetro, ecc., Per sfruttarli ancora una volta, ripetendo il ciclo il più volte possibile per approfittare della vita utile Effettivo di ogni materiale.

In questi impianti i materiali vengono separati e da lì vengono portati negli impianti specializzati, ad eccezione dei grandi impianti di riciclaggio che possono anche svolgere il compito di riciclare i diversi materiali fino alla fine da soli.

Come viene riciclata una bottiglia di plastica

Ora che sappiamo cos'è un impianto di riciclaggio, ci concentriamo su come viene riciclata la plastica e su cosa viene utilizzato nel caso delle bottiglie di plastica. Questi sono i passaggi che vengono seguiti per il riciclaggio delle bottiglie di plastica:

  1. Le bottiglie di plastica riciclabili vengono gettate nel contenitore giallo per il riciclaggio.
  2. I camion degli impianti di riciclaggio raccolgono le bottiglie e le portano in ciascun impianto.
  3. Le bottiglie vengono pressate e si formano grandi blocchi.
  4. Le bottiglie vengono lavate, le loro etichette vengono rimosse, asciugate e classificate in base al tipo di plastica e da utilizzare.
  5. Le bottiglie vengono frantumate in piccoli pezzi e lavate e asciugate di nuovo.
  6. Ora, a scaglie, cosa si fa con la plastica riciclata delle bottiglie ? Non appena iniziano a essere utilizzati in un nuovo processo di fabbricazione per prodotti come nuove bottiglie di plastica, contenitori, fibre tessili, abbigliamento come pile, giocattoli e così via.

Spiegato in modo più dettagliato, possiamo dire che per riciclare le bottiglie di plastica dopo che sono state gettate nel contenitore indicato, vengono raccolte e centinaia di migliaia di bottiglie di plastica arrivano nell'impianto di riciclaggio, seguono questo processo.

Quindi, vengono premuti per occupare meno spazio e si formano grandi blocchi rettangolari, come se fossero grandi blocchi di mattoni, in modo che possano essere maneggiati più comodamente. Da lì inizia il vero processo di riciclaggio, la trasformazione di un'enorme quantità di bottiglie di plastica in altri oggetti, siano esse altre bottiglie, altri contenitori e così via.

Innanzitutto, le bottiglie vengono lavate. In questo processo sono necessarie grandi quantità di acqua e detergente, che in alcuni impianti di riciclaggio possono essere riutilizzati costantemente per spendere meno. Quindi, le etichette che sono attaccate alle bottiglie, uno dei materiali più inquinanti, vengono rimosse.

Le bottiglie, una volta pulite e senza etichette, vengono asciugate e classificate. Le bottiglie in PET vanno da un lato, le bottiglie in PVC dall'altro, il PE, l'ABS e altri tipi di plastica dall'altro. Inoltre, in alcune piante, un sistema di riconoscimento ottico li separa per colore.

Una volta separate le bottiglie per tipologia, e prima di passare attraverso una linea di pulizia in cui gli operatori effettuano l'ultimo scarto delle bottiglie che non possono essere riciclate per qualche motivo. Quelle che possono essere riciclate vengono frantumate, lasciando la plastica ridotta a piccoli pezzi che assomigliano a piccoli vetri rotti o una sorta di scaglie di plastica. In questa parte del processo, viene generato un liquido che deve essere separato. I piccoli pezzi di plastica devono essere lavati e asciugati ancora una volta.

Con il materiale prelevato da questo processo di base, ora può essere venduto ad altre aziende o utilizzato all'interno dello stesso impianto di riciclaggio per produrre nuove bottiglie di plastica.

Quali materiali plastici vengono riciclati e quali no

Se ti chiedi qual è la plastica che può essere riciclata, sei interessato a sapere che esiste un codice chiamato Plastic Identification Code o RIC ( Resin Identification Code ). Questo serve a identificare e classificare i materiali plastici che possono essere riciclati. Il codice è composto da simboli e numeri.

Il simbolo è un triangolo composto da tre frecce che indicano il riutilizzo e il riciclaggio del materiale, un numero che può variare da 1 a 7 e alcune lettere, come PET, PVC o HDPE, tra gli altri. Questi possono essere scartati nel contenitore giallo o nel punto pulito, il resto della plastica che non porta questi codici deve essere portato al punto pulito o verde.

Inoltre, in questo altro articolo ti raccontiamo tutto in dettaglio su quali materiali plastici vengono riciclati e quali no.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il processo di riciclaggio di una bottiglia di plastica, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di riciclaggio e gestione dei rifiuti.

Raccomandato

Il mio coniglio perde molti capelli - Cause e soluzioni
2019
Principali fonti di emissione di CO2
2019
Trucchi per risparmiare acqua a casa
2019