Il mio piccioncino ha la diarrea - Cause e trattamento

Vedi le schede di piccioncini

I piccioncini sono diventati uno degli uccelli più frequentemente trovati nelle nostre case. Il loro colore, la loro bellezza e quel soprannome di "inseparabile" che ci piace così tanto, li rendono apprezzati come una volta erano le Canarie.

Ma l'arrivo di qualsiasi uccello, esotico o no, ci mette di fronte a nuove situazioni che a volte non siamo abituati ad affrontare. Milanospettacoli.com cercherà di aiutare a distinguere le situazioni patologiche da quelle che non lo sono e gestirà nel caso in cui il nostro piccioncino abbia la diarrea, nel seguente articolo spieghiamo le possibili cause che lo causano .

Non è sempre la diarrea, anche se sembra

Potremmo notare che ci sono più feci liquide del solito nel nostro piccioncino sul pavimento della gabbia e identificarlo come diarrea, anche se non lo è.

Le evacuazioni cloacali negli uccelli sono costituite da una parte verdastra (possono variare di colore se si nutrono, sono vere feci), una parte bianca (urato, sali minerali) e una parte liquida (urina). Tutto esce attraverso la cloaca, il luogo in cui convergono il sistema urinario, digestivo e riproduttivo.

Ci sono molte situazioni comuni che possono liquefare le deiezioni, dando loro un aspetto simile a quello che avrebbero le feci diarroiche, ma che sono dovute a una causa a volte semplice come l'aumento dell'assunzione di acqua nella dieta. Quindi, prima di affermare che il nostro piccioncino ha la diarrea, dobbiamo riflettere su possibili cambiamenti nella loro vita:

  • Stress : può essere causato da un cambio di posizione all'interno della casa o, ad esempio, dalla separazione di un partner (morte o arrivo a casa di un nuovo individuo). Lo stress più acuto può essere rilevato alla visita del veterinario. Ci chiederanno di non rimuovere i giornali dalla gabbia, o dalla base che abbiamo in atto per confrontare le feci prima della consultazione con quelle emesse in essa, perché probabilmente saranno sempre praticamente liquide, anormali, senza che vi sia alcuna patologia digestiva .
  • Più assunzione di liquidi nella dieta : ad esempio, più frutta o più alimenti a base di foglie (soprattutto lattuga).

Se il nostro piccioncino ha sintomi generali di malattia (apatia, anoressia ...) oltre a feci apparentemente diarroiche, o individuiamo tracce di feci intorno alla fogna, macchiando le piume, sicuramente hanno autentica diarrea e sarà tempo di cercare le cause, prendendo tieni presente che anche se è lieve, la diarrea può disidratare rapidamente un animale così piccolo e sicuramente il nostro piccioncino deve essere ammesso per un trattamento di supporto (mantenere l'apporto di liquidi e calore) fino a quando il processo non viene controllato.

Diarrea di origine parassitaria

Esistono molti parassiti che possono colpire il nostro piccioncino, ma fondamentalmente tre possono causare diarrea:

  • Giardias : sono parassiti unicellulari flagellati (si muovono per mezzo di un flagello), tipici nelle comunità, e che possono causare diarrea senza grandi alterazioni dello stato generale dei nostri agarpornis. Il nostro veterinario lo diagnosticherà mediante osservazione diretta al microscopio di feci fresche e ci verrà somministrato albendazolo o fenbendazolo (anche se alcuni optano per un antibiotico con azione contro la giardia, il metronidazolo) per diversi giorni. È necessario monitorare il resto degli piccioncini se vivono con più, in quanto è abbastanza contagioso, e richiederanno una pulizia accurata della gabbia e asciugheranno accuratamente tutte le superfici, poiché le giardie prosperano in aree umide.
  • Coccidi : altri parassiti unicellulari e molto contagiosi, sebbene più tipici di altri uccelli come i canarini o i cardellini. Provoca una diarrea quasi sempre emorragica, accompagnata da segni generali di malattia (anoressia, abbattimento, setole e cattivo aspetto, perdita di peso ...). La coccidiosi si diffonde attraverso il contatto con le feci di animali malati, quindi separare di nuovo gli uccelli se ce n'è più di uno, e una disinfezione accurata, sono essenziali. La diagnosi viene fatta anche mediante osservazione diretta al microscopio e il nostro veterinario può prescrivere diversi farmaci: sulfadimetossina, sulfaquinoxalina, metronidazolo ... Anche se se non funziona nulla potrebbe essere necessario utilizzare diclaruzil o toltrazuril . Il trattamento durerà diversi giorni e può essere somministrato in acqua potabile, anche se il più sicuro è direttamente al picco. In questi casi è ovviamente di nuovo necessaria una terapia di supporto.
  • Nematodi (vermi): i cosiddetti "metazoi" non sono molto comuni negli uccelli da compagnia (sì in quelli della vita libera), ma a seconda della loro origine, possono influenzare i nostri piccioncini. Se l'infestazione è molto marcata, possono causare diarrea, quasi sempre accompagnata da segni non specifici come perdita di peso, piumaggio leggermente lucente, sangue nelle feci ... Rispondono bene al trattamento con albendazolo o fenbendazolo, per diversi giorni, avendo il vantaggio di agire per diversi giorni e farli eliminare a poco a poco, che non ostruiranno il transito intestinale. Vengono diagnosticati dalla posizione nelle feci delle loro uova mediante osservazione al microscopio e il nostro veterinario può chiederci le feci per diversi giorni.

Diarrea di origine virale

A volte i nostri piccioncini soffrono di un processo oltre la diarrea, ma la prima cosa che osserviamo o attiriamo l'attenzione di questa malattia è proprio la comparsa di diarrea. Esistono molteplici infezioni virali che possono colpire i nostri piccioncini, molti dei quali con decorso acuto e conseguente morte in breve tempo senza poter fare troppo.

Indipendentemente dal virus che causa la diarrea, dovremmo sapere che quando ne sono responsabili, la vita del nostro piccioncino è compromessa da lesioni che vanno oltre l'entrico.

Le persone coinvolte sono solitamente reovirus, adenovirus, poliomavirus ... tutti di solito causano diarrea emorragica dovuta a enterite acuta, racchiusa in un processo che può causare decessi fulminanti e che causano depressione e anoressia. La diagnosi viene effettuata mediante specifici test di laboratorio (ad esempio PCR delle feci) e, a volte, molte vite vengono perse fino al raggiungimento.

Il trattamento di tutti i virus è sintomatico, il che significa che ci limitiamo a fornire fluidi e nutrienti, mantenimento del calore e terapia antibiotica per prevenire la proliferazione secondaria dei batteri (gli antibiotici non uccidono i virus, ma fermano i batteri che vogliono unirsi).

La pulizia, la disinfezione e l'isolamento degli uccelli che osserviamo malati, sono di nuovo fondamentali per controllare questi focolai. Come quasi tutte le cause di diarrea, è molto più comune osservarli nelle comunità, per ovvie ragioni.

Diarrea di origine batterica

I batteri possono anche essere responsabili della diarrea nel nostro piccioncino. Tra questi, i più frequentemente coinvolti saranno:

  • Clhamydia psittaci
  • Escherichia coli
  • Clostridium
  • Slamonella

La clamidia è forse la più notevole, a causa della sua condizione di zoonosi (può influenzare l'uomo immunocompromesso) e perché oltre a un quadro di depressione anoressica e diarrea nell'uccello, può causare segni meno generali e più lozalizzati nel sistema respiratorio: congiuntivite, sinusite, polmonite ...

La diagnosi può essere fatta prelevando campioni di cloaca con un tampone e cercando l'agente causale ( Clhamydia psittaci ) usando tecniche come ELISA o PCR, ma impiega troppo tempo, quindi a volte si sceglie di cercare anticorpi contro questo batterio. Sono disponibili kit rapidi, ma il fatto che ci siano anticorpi, mostra solo che hanno mai contattato questo batterio e potrebbero averlo respinto, quindi devi essere aperto ad altre possibilità.

Il trattamento si basa su antibiotici, la doxiciclina è di scelta. Il cibo adeguato, la terapia di supporto e la cura delle misure igieniche sanitarie sono di nuovo fondamentali.

Diarrea di origine fungina

I lieviti sono i funghi più coinvolti nella diarrea negli uccelli. Tra questi, due sono particolarmente importanti:

  • Lievito gastrico aviario : un grande lievito che, come quasi tutti, è naturalmente nel tratto digestivo del nostro piccioncino e di altri uccelli. In situazioni di stress, immunosoppressione, malattia generale, trattamento prolungato con antibiotici ... ecc., Possono crescere in modo sproporzionato causando diarrea. Sono identificati colorando i campioni ottenuti e il loro trattamento si basa su antifungini (itraconazolo, fluconazolo o nistatina ). Ma dobbiamo correggere la causa sottostante che sta causando la proliferazione selvaggia di questi lieviti.
  • Candida : presente di nuovo naturalmente nel tratto digestivo e nella mucosa orale. Il suo trattamento e controllo sono molto simili a quelli del lievito gastrico aviario.

Altre cause di diarrea nel piccioncino

Meno frequentemente, la diarrea può essere causata da altri motivi, oltre a quelli discussi, che citeremo brevemente:

  • Cloacolitos : sono accumuli di urato che formano una piccola pietra nella fogna. Possono portare a feci mal formate, un episodio di diarrea e poi il contrario.
  • Distocie : ritenzione dell'uovo nella fogna, senza possibilità di uscita (troppo grande, per esempio). Causa lo stesso effetto di un cloacolito.
  • Corpo estraneo nell'intestino : se il nostro piccioncino ha ingoiato un giocattolo o un corpo estraneo, possiamo notare una leggera diarrea, prima della totale assenza di feci a causa dell'ostruzione del lume intestinale.

Questo articolo è puramente informativo, in milanospettacoli.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a My lovebird ha la diarrea - Cause e trattamento, ti consigliamo di andare alla nostra sezione Altri problemi di salute.

Raccomandato

Perché la balenottera azzurra è in pericolo di estinzione
2019
Clinica veterinaria di Malaga
2019
Norvegia, il primo paese al mondo impegnato a zero deforestazione
2019