Il gatto più antico alleva nel mondo

Vedi file Cats

Si parla molto dell'età dei gatti e dell'adorazione umana per questi bellissimi gatti. Al momento, sappiamo che erano già ritratti come compagni di umani in antichi dipinti della civiltà egizia, che abitavano il continente africano intorno al 3000 a.C. Tuttavia, si stima che il processo di addomesticamento del gatto potrebbe essere iniziato più di 10.000 anni fa [1].

Ti sei mai chiesto quali sono le razze di gatti più antiche del mondo ? Bene, in questo articolo di milanospettacoli.com puoi incontrare i mininos che hanno accompagnato l'umanità migliaia di anni fa, essendosi evoluti fianco a fianco con noi.

Razze di gatti naturali secondo la FCA

Come menzionato da uno studio scientifico che ha confrontato le analisi genomiche di oltre 1000 gatti appartenenti a 22 razze, la FCA ( Cat Fanciers Association ) evidenzia 16 razze naturali tra le 41 razze feline che attualmente riconosce. Le razze naturali sono quelle che sono nate spontaneamente da varietà regionali ( landraces ) e sono state addomesticate da diverse antiche civiltà [2].

Questi felini naturali mostrano un codice genetico più stabile rispetto alle razze create da incroci controllati tra diversi esemplari di altre razze. In generale, questo si esprime attraverso una maggiore resistenza fisica e una minore predisposizione genetica a sviluppare numerose patologie degenerative. Successivamente, queste varietà furono riconosciute come razze dalle corrispondenti federazioni o organizzazioni (la FCA, per esempio). Di conseguenza, cerca di stabilire un modello estetico basato su incroci selettivi tra i campioni.

Attraverso l'allevamento selettivo, alcune razze hanno raggiunto gli obiettivi stabiliti dagli standard, vincendo la classificazione delle razze stabilite in alcune società feline. È l'esempio del gatto persiano, un gatto molto vecchio che non è più considerato naturale, ma stabilito.

Le più antiche razze feline del mondo

Oltre alle fonti che abbiamo già menzionato, consultiamo anche un'eccellente ricerca condotta da ricercatori di diverse università negli Stati Uniti [3], che analizza il genoma di diverse razze naturali, stabilite, ibride e mutate riconosciute dalla FCA e dal TIC ( The International Cat Association ) e ci offre nuovi dati sulle sue origini, inclusa un'attenta stima dei suoi anni di nascita. Detto questo, elenchiamo di seguito le razze di gatti più antiche del mondo. Da non perdere!

1. Mau egiziano

Per molti esperti, il mau egiziano potrebbe essere considerato la razza di gatti più antica del mondo . Si stima che i loro antenati siano stati ritratti per la prima volta più di 4000 anni fa, nell'antico Egitto. La razza avrebbe iniziato a essere perfezionata dagli stessi egiziani che erano responsabili della selezione dei migliori esemplari per creare la rappresentazione ottimale per la venerata figura felina.

Nonostante la sua antichità, la razza fu introdotta in Europa negli anni '50 su iniziativa della principessa Natalia Troubetzkoi. Rapidamente, è stata accolta come un amato animale domestico per la sua straordinaria eleganza e bellezza, oltre ad avere un carattere molto speciale.

2. Bobtail giapponese

Il bobtail giapponese attira l'attenzione a causa della sua coda molto corta, simile a quella di un coniglio, che è il risultato di un gene recessivo presente in questa razza. Si stima che i loro antenati esistessero nel V secolo . Tuttavia, questi mininos sono stati introdotti in Giappone (paese a cui è attribuita la creazione della razza) 1000 anni fa. Per molti anni, il bobtail è stato l'iconico gatto di strada del Giappone e, fino ad oggi, è un personaggio importante nel folklore locale.

3. Gatto persiano

Queste belle persone pelose nascono nell'antica Persia, dove oggi si trova il territorio dell'Iran. Non c'è accordo scientifico su quando nacquero i primi gatti persiani, ma sappiamo che il primo esemplare debitamente registrato fu importato dalla città di Khorasan (Persia) in Italia all'inizio del 1600 .

Tuttavia, il modello estetico della razza che conosciamo oggi è stato influenzato dall'angora turca ed è stato istituito nel 1800, dopo la sua introduzione nella società inglese. Rapidamente, grazie alla sua straordinaria bellezza e al carattere affettuoso, divenne il numero 1 delle razze feline più popolari al mondo.

4. Angora turca

L'Angora turca è una razza naturale che ha origine nella regione di Ankara, nella Turchia centrale, dove è considerata un tesoro nazionale. Si stima che questa razza sia stata introdotta in Europa dai Vichinghi, probabilmente durante il 10 ° secolo . Tuttavia, inizia ad essere ufficialmente registrato in alcuni scritti francesi del 16 ° secolo. Va notato che per molti anni il termine "angora" è stato usato per indicare molte razze feline a pelo lungo.

Sebbene la razza possa avere colori diversi, gli esemplari più apprezzati di angora sono quelli di pelliccia totalmente bianca e un occhio di ogni colore (eterocromia). Questi gatti sono più riservati, preferiscono vivere con una o due persone e apprezzano molto la loro tranquillità. Pertanto, di solito non sono indicati per famiglie numerose o con bambini piccoli.

5. Diventa turco

Il furgone turco è una razza autoctona non solo delle regioni vicine al lago Van, in Turchia, ma anche dell'Asia centrale e sud-occidentale e della Russia sud-occidentale. Questi gatti hanno un importante valore culturale per i cittadini turchi, armeni e curdi, essendo considerati un controverso simbolo nazionale.

La razza è stata incorporata in Inghilterra negli anni '50, ma si stima che il suo lignaggio sia antico quanto quello dell'Angora, motivo per cui il furgone turco è anche considerato una delle razze di gatti più antiche del mondo. A questo proposito, è importante evidenziare che i gatti e i gatti Angora sono razze diverse con diversi lignaggi genetici, sebbene abbiano generato molta confusione a causa delle loro somiglianze estetiche.

Per coloro che considerano l'adozione di un furgone turco come animale domestico, è importante sottolineare che è un micio dominante che dovrà essere socializzato da un cucciolo (preferibilmente nelle sue prime 8 settimane) per vivere in pace con altri animali.

Immagine: //perrito.info

6. Chartreux

Il chartreux, chiamato anche "cartujo", è una delle razze di gatti più antiche del mondo. Sebbene la sua creazione sia stata attribuita alla Francia, dove inizia a essere rappresentata negli anni '30, si stima che questi gatti siano stati introdotti in Europa durante le crociate . Attualmente, si stima che provengano dal confine tra Iran e Turchia.

Una curiosità per questi mininos è che hanno una lunga infanzia, che richiedono più di 1 anno per maturare e raggiungere l'età adulta. Inoltre, dobbiamo evidenziare i suoi bellissimi occhi arancioni e la sua pelliccia di colore bluastro, qualcosa di simile al blu turco.

7. Foresta norvegese

Questa razza naturale è una delle razze di gatti più antiche del mondo perché discende direttamente dai gatti selvatici nordici che hanno accompagnato i Vichinghi nelle loro barche per controllare la proliferazione dei ratti. È un gatto con i capelli lunghi, il corpo grande e robusto (può pesare tra 7 e 9 kg), con un temperamento molto vivace e affettuoso. Grazie alle loro grandi dimensioni e all'elevata energia, si adattano meglio agli spazi aperti e amano divertirsi con le attività all'aperto.

8. Korat

Il korat, popolarmente noto come "il gatto fortunato", è una razza naturale originaria della Thailandia, i cui primi record risalgono all'anno 1350 . Queste fighe attirano l'attenzione non solo per il loro bel colore di pelliccia blu e gli occhi verde brillante, ma anche per essere una delle fighe più piccole al mondo. Un korat adulto di solito non pesa più di 2 o 4 chili.

Nonostante sia anche tra le più antiche razze di gatti del mondo, il korat ha riacquistato popolarità nei paesi occidentali negli ultimi decenni. In effetti, la sua introduzione nelle Americhe fu negli anni '60.

9. Siamese

Naturalmente, il popolare gatto siamese non poteva mancare da questo elenco delle razze di gatti più antiche del mondo. Attualmente, possiamo parlare del moderno siamese e del tradizionale siamese (o tailandese ). Non vi è ancora alcun accordo sulle origini dell'antico siamese, ma si stima che i gatti tailandesi vivessero già nel XIV secolo, nel loro luogo di origine, nel regno del Siam (ora Thailandia). Il suo arrivo nel continente europeo è avvenuto nel XIX secolo, in Inghilterra, dove ha rapidamente guadagnato spazio nelle mostre del London Cristal Palace. Tuttavia, la razza è stata riconosciuta negli anni '50 e i primi club sono stati fondati negli anni '80.

I siamesi sono riconosciuti per il loro temperamento molto affettuoso ed estremamente leale, essendo in grado di creare una relazione unica con i loro tutor. Inoltre, la sua pelliccia corta non è solo bella, ma anche molto pratica da mantenere, pulita e sana. E i suoi luminosi occhi blu sono semplicemente irresistibili ...

10. Gatto abissino

Il gatto abissino è originario del continente africano, dove oggi troviamo l'Etiopia (precedentemente chiamata Abissinia). I suoi primi esemplari arrivarono in Europa a metà del 1868, ma la razza è stata riconosciuta dalla FCA nel ventesimo secolo. Il suo aspetto ricorda da vicino il Felis Líbica, l'antenato selvaggio dei gatti domestici.

11. Gatto blu russo (blu russo)

Il blu russo, noto anche come " gatto arcangelo " nel suo paese di origine (la Russia, ovviamente), è una razza molto antica. Tuttavia, i suoi primi dischi conosciuti furono realizzati dopo la sua introduzione nel Regno Unito, nel 1860 . Secondo alcune leggende russe, questo felino è stato tenuto segreto per secoli perché è considerato un animale domestico esclusivo, che potrebbe solo accompagnare gli zar.

12. Manx

Il gatto manx o manx è una delle razze naturali più peculiari e sorprendenti, poiché non ha coda a causa di una mutazione genetica naturale che ha alterato la formazione originale della sua colonna vertebrale. È un micio davvero bellissimo, con un corpo rotondo e robusto, e proprietario di un personaggio socievole e intelligente che gli consente di stabilire legami molto speciali con i suoi parenti e godersi la compagnia di altri animali domestici.

Sebbene la razza sia stata formalizzata e ufficialmente registrata sull'isola britannica di Man, nel corso del 17 ° secolo, la sua origine è molto più antica e circondata da incredibili miti. Una delle leggende più popolari sulla sua origine afferma che questi mininos erano già vivi quando il profeta Noè costruì la sua arca. Secondo il mito, il gatto Manx si stava godendo un pisolino quando Noè convocò tutte le specie per salire sull'arca. Quando sentì che non erano rimasti altri animali, il gatto Manx fuggì per non perdere il viaggio. Quando raggiunse l'arca, Noah stava già chiudendo la porta e, per entrare, la fica fece un salto spettacolare. Tuttavia, la sua agilità non era abbastanza e, per caso, la porta dell'arca gli tagliò la coda. In questo modo, Manx è riuscito a salvarsi, ma da allora l'assenza di una coda è un segno distintivo delle sue origini.

13. Maine Coon

Il Maine Coon è una delle razze di gatti giganti più riconosciute e amate in tutto il mondo. Un maschio adulto di questa razza può raggiungere i 70 centimetri di lunghezza, con un peso corporeo medio di 10 chili. Nonostante le dimensioni e la robustezza imponenti, questi gatti sono molto affettuosi e socievoli . Tra le curiosità su questa razza, possiamo menzionare che i Maine Coon adorano giocare con l'acqua. Inoltre, hanno l'incredibile capacità di miagolare in toni diversi, praticamente cantando melodie per comunicare con i loro tutor.

L'origine di questa razza è attribuita agli Stati Uniti, dove hanno iniziato a registrarsi a metà dell'anno 1860 . Tuttavia, la sua storia contiene anche varie ipotesi e speculazioni, alcune più credibili, altre più fantasiose. Secondo alcune teorie, questi mininos hanno guadagnato molta popolarità in Europa prima di raggiungere il suolo americano. Altre versioni affermano che gli antenati di questi giganti felini avrebbero potuto essere introdotti in Europa dai Vichinghi e che la razza sarebbe il risultato di vari incroci naturali tra questi grandi mininos che accompagnavano i marinai con alcuni gatti selvatici.

14. Gatto siberiano

Il siberiano è anche classificato come una razza naturale dalla FCA. Come suggerisce il nome, questi mininos sono originari della regione orientale della Russia, in particolare del territorio della Siberia. Le sue origini hanno ancora molti misteri, ma è noto che questi mininos sono stati registrati dai tempi in cui gli zar governavano i territori oggi appartenenti alla Russia e all'Ucraina. Oltre a tenere compagnia, questi vecchi gatti hanno svolto un ruolo cruciale nel controllo dei roditori. Nel 18 ° secolo, queste fighe iniziano anche a ritrarsi nelle storie dei bambini e ottengono una popolarità speciale dopo essere apparse nel libro "I nostri gatti" di Harrison Wier, pubblicato nel 1889.

I siberiani mantengono un aspetto un po 'selvaggio, che è molto attraente. Inoltre, sono mininos molto forti e resistenti, con un carattere molto leale e affettuoso. Nonostante la sua abbondante pelliccia, il siberiano è tra le migliori razze per chi soffre di allergie, poiché produce una quantità molto piccola di proteina FelD1. Tuttavia, prima di adottare un micio di questa razza antica, ricorda che hanno bisogno di un'attenzione speciale per il mantenimento della loro bella pelliccia.

15. Singapore

I gatti di Singapore sono piccoli (di solito non pesano più di 3 o 4 chili), ma hanno un corpo forte e muscoloso; Sono così piccoli che è considerata la razza di gatto più piccola del mondo . La testa ha una forma arrotondata, con occhi a mandorla e una piccola "M" sulla fronte. A Singapore, il tuo paese di origine, puoi ancora trovare esemplari che vivono in uno stato semi-selvaggio, alternando le loro abitudini tra la città e le giungle.

Una curiosità è che questi felini sono così affettuosi che, in alcuni paesi, sono conosciuti come "gatto velcro" per il legame molto speciale che crea con i suoi tutor, seguendoli ovunque e godendo ogni momento enormemente con loro.

Per quanto riguarda le loro origini, troviamo anche molte ipotesi e pochi dati precisi, il che è completamente comprensibile considerando che questi mininos hanno avuto origine naturalmente tra le strade di Singapore, dove non hanno ricevuto particolare attenzione dagli indigeni. È noto che i primi esemplari sbarcarono negli Stati Uniti negli anni '70 e, da lì, la razza riacquistò molta popolarità. Tuttavia, si stima che i loro antenati vagassero per il loro paese d'origine sin dai tempi antichi, essendo popolarmente noti come "gatti delle fogne".

Se vuoi leggere altri articoli simili a Le razze di gatti più antiche del mondo, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione di Los más ....

riferimenti
  1. Genetica e domesticazione degli animali: nuove finestre su un processo sfuggente. In: J. Zool. 269, 261-271, 2006.
  2. The Ascent of Cat Breeds: Valutazioni genetiche di razze e in tutto il mondo. In: Genomica. Jan; 91 (1): 12-21, 2008.
  3. " Modelli di variazione genetica molecolare tra razze di gatti . " In: Genomica, vol. 91 (1), p.1-11, 2008.

Raccomandato

Perché il mio cane vacilla quando cammina?
2019
Le migliori razze canine per bambini
2019
Il mio cane ha una vulva gonfia
2019