Il cane alleva il Brasile

Vedi i file dei cani

Tra i paesi del Sud America, il Brasile si distingue non solo per le sue dimensioni continentali e per la sua cultura poliedrica, ma anche per la sua enorme diversità naturale . Da nord a sud del territorio brasiliano, troviamo diversi ecosistemi che compongono una biodiversità privilegiata.

Sebbene questo paese tropicale sia solitamente associato a specie più esotiche, come quelle che si trovano nella foresta pluviale amazzonica, alcune razze canine molto rappresentative della storia e della cultura brasiliana hanno avuto origine anche nel suo suolo. In questo articolo di milanospettacoli.com, ti invitiamo a conoscere le razze di cani in Brasile e scoprire alcune curiosità sul loro aspetto e comportamento.

Fila brasiliana: la prima ”tra le razze canine del Brasile

Il Row brasiliano è un cane di grande taglia e massa muscolare privilegiata, che mostra un aspetto potente e imponente . Il suo corpo ha un profilo rettangolare e leggermente inclinato, poiché la parte posteriore è un po 'più alta della parte anteriore. La sua pelle è spessa e non molto attaccata al suo corpo, dando alcune branchie a questa razza genuinamente brasiliana.

Al di là del suo straordinario contesto corporeo, una caratteristica molto peculiare della fila è il suo modo di muoversi. Sono uno dei pochi cani che, mentre camminano, muovono contemporaneamente le zampe anteriori e posteriori dello stesso lato. Questo modo molto particolare di camminare è popolarmente noto come " cammello ", per la sua chiara somiglianza con i movimenti di questo animale.

La linea brasiliana possiede una forte personalità e il suo temperamento è alquanto complesso. Nel loro nucleo familiare, i ranghi sono molto affettuosi e dedicati ai propri cari, mostrando anche una notevole pazienza di vivere con i bambini. Tuttavia, di solito sono riservati e possono essere ostili o diffidenti nei confronti di persone e animali sconosciuti. Pertanto, questa razza ha bisogno di tutor e pazienti esperti che abbiano la dedizione e la capacità di educarli positivamente. Inoltre, una linea deve essere socializzata in anticipo per imparare a relazionarsi con le persone, altri animali e i loro giocattoli.

Per quanto riguarda la sua storia, sappiamo che la linea brasiliana deriva da incroci tra cani nativi del Brasile e alcune razze introdotte dai colonizzatori portoghesi, come il Bulldog, il Mastino e il Bloodhound . Attualmente, ci sono ancora alcuni disaccordi su come si siano verificate queste croci. Alcuni storici affermano che sono accaduti naturalmente, mentre altri affermano che sono stati intenzionalmente creati per creare una razza molto forte e resistente, con notevoli capacità di caccia e di guardia.

Innanzitutto, la razza fu usata come operaio rurale "multifunzionale" : proteggeva le terre dei coloni, pastorizzava le mandrie e perseguitava gli schiavi che cercavano di fuggire (la schiavitù era legale in Brasile fino al 1888). Allo stesso tempo, i ranghi venivano anche usati per cacciare grandi animali (principalmente di puma e altri felini). Successivamente, questi pelosi sono stati addestrati come un cane poliziotto e hanno anche guadagnato il loro posto tra i migliori cani da guardia, adottati come l'animale preferito e protettore di molte famiglie.

Nel 1940, la linea brasiliana è riconosciuta dall'AKC (American Kennel Club), diventando la prima razza di cani in Brasile ad essere ufficialmente registrata dalle società canine internazionali.

Terrier brasiliano: la famosa Fox Paulistinha

Il terrier brasiliano, meglio noto come volpe paulistinha nel suo paese d'origine, "compete" allo stesso modo con la fila quando il criterio è la razza brasiliana più popolare al mondo. Ma diversa dal suo "grandulón" sotterraneo, la volpe Paulistinha è un cane di taglia medio-piccola, la cui dimensione esatta è determinata dalla sua eredità genetica. Il suo corpo ha un profilo quadrato ed esibisce linee morbide, che conferiscono a questo affascinante rappresentante della famiglia Terrier un aspetto molto elegante.

Una delle caratteristiche fisiche più straordinarie di questa razza sono i suoi peli corti e lisci che sono così attaccati l'uno all'altro e attaccati al corpo del cane da non lasciare apparire la loro pelle. Questo tipo di pelliccia molto densa e attraente si chiama " pelliccia di topo ".

Il terrier brasiliano è un cane iperattivo, intelligente e curioso, con un temperamento molto allegro e perspicace. Quando ricevono una buona educazione, questi pelosi possono facilmente imparare molti compiti, trucchi e sport per cani . Nonostante sia molto affettuoso e fedele ai suoi parenti, la volpe Paulistinha è un cane indipendente, che dimostra una forte personalità e può diventare testardo e territoriale quando i suoi tutor non hanno l'esperienza appropriata per addestrarlo e socializzarlo come un cucciolo.

Gli esperti ci dicono che la volpe Paulistinha sarebbe nata da incroci tra cani nativi del Brasile con le copie di fox terrier e jack russel terrier che avrebbero raggiunto la costa brasiliana sulle navi portoghesi e olandesi. Si dice che i colonizzatori viaggiassero con piccoli cani terrier per prevenire la proliferazione dei topi nelle loro navi. Tuttavia, si stima che l'aspetto e il comportamento dell'attuale terrier brasiliano possano essere stati influenzati da alcuni incroci successivi con pinchers e chihuahua .

Prima di essere adottata come l'animale preferito di molte famiglie, la volpe Paulistinha veniva utilizzata per la caccia (piccoli roditori, principalmente) e funzioni di guardia .

Bulldog Campeiro

Questa razza è nata durante il diciannovesimo secolo nella regione meridionale del Brasile, da incroci tra il bulldog inglese e il bull terrier . Come puoi presumere, è un cane di taglia media, con muscoli privilegiati e una grande vocazione al lavoro. Nonostante non abbia "attraversato i confini", il Bulldog campeiro (noto anche come Bordoga) è stato molto popolare in Brasile fino agli anni '70.

In linea di principio, questi cani venivano utilizzati per monitorare e controllare il bestiame nella regione meridionale del Brasile, principalmente negli stati del Rio Grande do Sul e Santa Catarina. A causa della loro forza, resistenza, velocità e disponibilità a lavorare, furono portati nella regione centrale del paese, dove un tempo venivano usati per uccidere maiali e altri animali creati per il consumo umano.

Quando le misure sanitarie nei macelli furono regolate e rafforzate, durante gli anni '70, il Bulldog Campeiro si era quasi estinto dal Brasile. Tuttavia, alcuni allevatori si sono dedicati a "salvare" la razza, generare nuovi lignaggi "puri" e creare un modello estetico meglio definito per ottenere il riconoscimento ufficiale.

Nel 2001, la Confederazione brasiliana di Cinologia ha riconosciuto ufficialmente il bulldog campeiro. Tuttavia, i fan di questa razza genuinamente brasiliana continuano a ottenere il riconoscimento internazionale dalla FCI (International Cynological Federation).

Tracker brasiliano

Mentre la fila è stata il primo cane brasiliano ad essere riconosciuto da una società canina internazionale, il tracker brasiliano è stata la prima razza di cani ad essere ufficialmente registrata dalla FCI nel 1967. Sfortunatamente, il tracker brasiliano è stato dichiarato estinto alcuni anni fa. poi, nel 1973, sia dalla FCI che dalla CBKC. Il crescente uso di pesticidi nelle piantagioni rurali aggiunto all'assortimento di alcune malattie ha sradicato praticamente l'intera popolazione di inseguitori brasiliani negli anni '70.

Il localizzatore brasiliano, noto anche come urrador americano, era un cane da caccia di tipo scenthound . Era un cane di taglia media, la cui altezza alla croce variava tra 62 cm e 67 cm, con un temperamento energico e socievole, ma che poteva diventare un po '"testardo" quando non riceveva un'istruzione adeguata dai suoi tutor. Attualmente, alcuni vivai brasiliani stanno cercando di "allevare" la razza originale, ma non hanno ancora avuto un successo significativo.

Bulldog di montagna

La storia del bulldog di montagna è mescolata e confusa, in molte occasioni, con quella del bulldog campeiro. La Confederazione brasiliana Cinofilia afferma che, in realtà, ci sono sempre state due razze, ma le loro somiglianze fisiche e il fatto di condividere alcune bancarelle hanno generato alcune confusioni.

I primi bulldog di montagna sarebbero sorti da incroci tra i cani nativi del sud del Brasile con alcune copie del bulldog inglese e del vecchio bulldog inglese (il vecchio bullgod inglese, che era già spento), che accompagnava i primi immigrati europei insediati nel la regione meridionale del Brasile. Tuttavia, si stima che l'aspetto e il comportamento dell'attuale bulldog serrano siano stati determinati anche da alcuni incroci con lo spagnolo Alano e la " terza fila " (una razza di origine portoghese che è stata anche inserita).

Storicamente, il bulldog di montagna è stato utilizzato per proteggere i campi produttivi del sud del Brasile e per pascolare il bestiame. Attualmente, la razza è riconosciuta dalla Confederazione Cinologica brasiliana, ma non dalle società canine internazionali.

Dogue Brasileiro o Dogo dal Brasile

Il dogue brasiliano (o Dogo dal Brasile ) proviene da un incrocio tra un bull terrier maschio e un pugile femmina . La sua creazione è attribuita a Pedro Pessoa Ribeiro Danta, un famoso creatore brasiliano della razza bull terrier tra gli anni '60 e '80. Tuttavia, la storia popolare ci dice che, in effetti, era un vicino di Danta che gli chiese di attraversarne uno del suo maschio bull terrier con un pugile femminile del quartiere. Fu così, nel 1978 incazzato, che nacquero le prime copie di Dogue Brasiliro, la prima razza di cani dal Brasile creata in un contesto urbano .

Per curiosità, Danta rimase con uno dei cuccioli nati da questa traversata. Comprendendo che il bambino è cresciuto molto in salute, ha acquisito un corpo forte, agile ed elegante allo stesso tempo, ed è stato anche obbediente e predisposto all'allenamento, Danta ha deciso di continuare questa nuova gara brasiliana. Inizialmente, l'allevatore battezzò la razza con il nome " Bull Boxer ", in omaggio ai suoi genitori.

Nel corso del XX secolo, il Bulldog brasiliano è stato riconosciuto dalla Confederazione brasiliana Cinofilia (CBKC). Attualmente, la razza si sta avvicinando al riconoscimento da parte della FCI, mancando solo per verificare l'esistenza di 8 lignaggi omogenei che non condividono genitori, nonni o bisnonni e che sono stati originati da almeno 2 maschi e 6 femmine.

Ovelheiro Gaúcho (il cane pastore gaucho del Brasile)

Il cane pastore gaucho è un'altra razza di cani brasiliani che è stata registrata dalla Confederazione brasiliana Cinofilia, ma continua ad attendere il riconoscimento delle società canine internazionali. È un cane di taglia media, con grande intelligenza, notevole agilità e un temperamento attivo, attento e molto leale . A prima vista, possiamo riconoscere la loro somiglianza con i cani border collie, ma non è ancora noto quante razze siano intervenute per la nascita della pecora gaucho. Come ogni cane da pastore, questa razza è stata utilizzata principalmente per allevare il bestiame e proteggere le terre dei loro guardiani.

Immagine: //www.cinobras.com.br

Il verdee pampeano

I pampeanos sono vecchi cani di taglia media, corpo rettangolare e aspetto rustico . Come un buon cane da caccia, il Veadeiro ha sensi molto acuti ed è sempre attento agli stimoli dei suoi dintorni. Il suo carattere è equilibrato e obbediente, il che facilita il suo allenamento. Nel loro nucleo familiare, i fautori della verità sono estremamente fedeli ai loro tutor e sono molto pazienti con i bambini. Tuttavia, possono essere diffidenti o ostili in presenza di estranei. Pertanto, è una razza che richiede un'attenzione speciale per la sua socializzazione precoce .

Secondo la Confederazione Cinofilia brasiliana, i Veeiros erano già presenti nella regione meridionale del Brasile dal XIX secolo, ma la razza non ha ancora vinto il riconoscimento della FCI.

Immagine: viralatasecoracoes.blogspot.com.es

Razze di cani non riconosciute dal Brasile

Oltre ai suddetti cani, il Brasile ha altre razze che non sono state ancora riconosciute né dalla Confederazione Cinofilia brasiliana né da società canine internazionali. Oltre a non avere un riconoscimento ufficiale, questi cani hanno accompagnato il popolo brasiliano per secoli e sono considerati patrimonio storico-culturale di alcune regioni del Brasile .

Pertanto, non vogliamo menzionare le seguenti razze:

  • "Boca-Preta Sertanejo" o "Cão-sertanejo"
  • Grifone Barbuto
  • Pastore Mantiqueira

Se vuoi leggere altri articoli simili a Le razze di cani del Brasile, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

Raccomandato

Elenco completo di frutta e verdura raccomandato per cavie
2019
Il mio gatto è molto spaventoso
2019
Filiali della geografia e ciò che ciascuno studia
2019