Il biocarburante è un'energia rinnovabile?

A causa del costante aumento delle emissioni di gas a effetto serra, vengono studiate e sviluppate energie alternative e rinnovabili, con l'obiettivo di sostituire gradualmente l'uso di combustibili fossili. Tra queste "nuove" energie ci sono l'energia solare, eolica, idraulica, geotermica o ottenuta da biocarburanti.

In questo articolo, ci concentriamo su quest'ultimo e ci chiediamo se il biocarburante è un'energia rinnovabile o se non lo è davvero. Continua a leggere e scopri tutto su di lui!

Cosa sono i biocarburanti e la loro origine

L'origine dei biocarburanti è più antica di quanto pensiamo ed è quasi contemporaneamente a quella dei combustibili fossili e dei motori a combustione, sebbene il loro sviluppo sia stato più lento. Sono passati più di 100 anni da quando Rudolf Diesel ha sviluppato un motore che funzionava con olio di arachidi o di arachidi, in quella che era l'origine del diesel. Tuttavia, poiché l'olio era più facile ed economico da ottenere, molto di più cominciò ad essere usato.

Nel 1908, Henry Ford sviluppò un modello che utilizzava l'etanolo come principio. Successivamente, negli anni 1920 e 1924 fu venduta una benzina che conteneva il 25% di etanolo, sebbene gli alti costi del mais all'epoca rendessero impossibile commercializzare questo prodotto. Questo progetto fu ripreso negli anni '30, quando Ford e altri ripresero la produzione di biocarburanti con un impianto di biocarburanti situato in Kansas che produceva circa 38.000 litri di etanolo al giorno usando mais come materia prima . Questo prodotto è stato venduto fino a 2.000 stazioni di servizio. Tuttavia, poiché non era possibile competere con i prezzi del petrolio, l'impianto fu chiuso negli anni '40.

Fu durante il decennio degli anni '70 e, a causa della crisi petrolifera, negli Stati Uniti, la benzina e l'etanolo iniziarono a combinarsi, in quello che sarebbe stato l'inizio del boom dei biocarburanti negli Stati Uniti e in Europa e da allora il suo sviluppo ha continuato a crescere . Fino alla metà degli anni '80, venivano utilizzati i biocarburanti di prima e seconda generazione, che utilizzavano prodotti alimentari come materia prima, ma ben presto vari settori avvertirono del pericolo di utilizzare il cibo per sviluppare carburanti e passarono ai biocarburanti di terza generazione, che utilizzavano alghe e altre verdure non commestibili come materia prima.

Biocarburanti come energia rinnovabile

Dalla rivoluzione industriale, è stato promosso l'uso di energia basata sull'uso di combustibili fossili, che sono petrolio, carbone e gas naturale. Questi carburanti hanno grandi prestazioni e potenza energetica, ma sono limitati e si stanno esaurendo. Inoltre, generano grandi emissioni di gas a effetto serra, il che contribuisce al riscaldamento globale e ai cambiamenti climatici.

In alternativa a questi carburanti, nascono biocarburanti . Questi sono un tipo di energia rinnovabile, poiché sono prodotti da biomassa vegetale e più puliti dei combustibili fossili. A differenza del petrolio e di altri combustibili fossili, la produzione di biomassa vegetale non richiede milioni di anni ed è possibile ripiantarla.

Biocarburanti: etanolo e biodiesel

Il biocarburante più conosciuto al mondo è l' etanolo . Questo biocarburante è prodotto dal mais. Più comunemente, l'etanolo è combinato con la benzina per produrre un combustibile efficiente e più pulito rispetto ai veicoli usati oggi. Pertanto, abbiamo carburanti E-10, che contengono il 10% di etanolo e il 90% di benzina e sono i più utilizzati. Esistono anche E-85, con 85% di etanolo e 15% di benzina e viene utilizzato per veicoli a carburante più flessibile.

Poiché questo etanolo è prodotto dal mais, è un'energia rinnovabile, quindi non si esaurisce come il petrolio o il carbone. Inoltre, con l'uso dell'etanolo, le emissioni di gas serra si riducono, poiché il mais, quando viene eseguita la fotosintesi, riesce ad assorbire CO2 dall'atmosfera.

Invece, il biodiesel è prodotto da oli vegetali, sia nuovi che usati, e da alcuni grassi animali. Il biodiesel è un noto biocarburante e ha registrato una forte crescita, perché alcune persone hanno iniziato a produrre biodiesel a casa .

Inoltre, un vantaggio del biodiesel è che può essere utilizzato nei motori diesel senza dover apportare molte modifiche, specialmente nei nuovi motori diesel. Attualmente, una piccola industria del biodiesel si è già sviluppata, quindi è già disponibile in alcune stazioni di servizio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Il biocarburante è un'energia rinnovabile?, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di energie rinnovabili.

Raccomandato

Come evitare l'inquinamento delle acque
2019
Innesto di cactus: come farlo e prendersi cura
2019
Come fare il bagno per la prima volta un gatto adulto?
2019