I gatti possono mangiare il cioccolato?

Vedi file Cats

Il cioccolato è uno dei dolci più consumati e apprezzati in tutto il mondo, anche quelli che si dichiarano dipendenti da esso. Essendo così deliziosi, alcuni tutor potrebbero voler condividere questa prelibatezza con i loro compagni felini e chiedersi se i gatti possano mangiare il cioccolato.

Mentre ci sono alcuni alimenti umani che i gatti possono consumare, il cioccolato è uno degli alimenti proibiti per loro e può danneggiare seriamente la loro salute e il loro benessere. Per questo motivo, non dovremmo mai offrire o mettere a disposizione dei nostri felini cibi o bevande che contengono cioccolato e / o suoi derivati.

In questo articolo di milanospettacoli.com, spiegheremo perché i gatti non possono mangiare il cioccolato, così potrai conoscere meglio il tuo compagno felino e fornire un'alimentazione ottimale. Continua a leggere! P

Perché il cioccolato fa male ai gatti?

Il motivo principale per cui i gatti non possono mangiare il cioccolato è che questo alimento contiene due sostanze che il tuo corpo non è preparato a digerire, che sono la caffeina e la teobromina .

La prima sostanza, la caffeina, è ben nota per essere presente in numerosi alimenti e bevande che consumiamo quotidianamente, specialmente nel caffè e nei suoi derivati. La teobromina, a sua volta, è un composto meno popolare che è naturalmente presente nelle fave di cacao e può anche essere aggiunto artificialmente al cioccolato e ai suoi prodotti derivati ​​durante la produzione industriale.

Perché la teobromina viene aggiunta al cioccolato? Fondamentalmente perché, insieme alla caffeina, questa sostanza è responsabile della produzione di questa sensazione di felicità, piacere, rilassamento o stimolazione che proviamo quando consumiamo questo cibo. Sebbene sia meno potente della caffeina, la teobromina ha un effetto più lungo e agisce direttamente sul sistema nervoso, influenzando ulteriormente le funzioni cardiache, respiratorie e muscolari.

Nelle persone, un moderato consumo di cioccolato può offrire un'azione stimolante, antidepressiva o energizzante. Ma cani e gatti non hanno enzimi per digerire il cioccolato o metabolizzare queste due sostanze già menzionate. Per questo motivo, bevande e cibi che contengono cioccolato o cacao possono diventare inebrianti per il corpo dei nostri compagni felini.

Dobbiamo anche ricordare che il cioccolato contiene zuccheri e grassi nella sua preparazione, risultando in un alto valore energetico. Pertanto, il suo consumo può anche portare a un rapido aumento di peso, nonché a possibili aumenti dei livelli di glucosio e colesterolo nel sangue.

Inoltre, i cioccolatini commerciali di solito includono il latte nella loro formula nutrizionale, quindi possono anche causare allergie nei gatti. Ricorda che, contrariamente a quanto affermano le leggende, il latte non è un alimento adatto per i gatti, poiché la stragrande maggioranza dei gatti adulti è intollerante al lattosio.

Effetto del cioccolato sui gatti

A causa della loro difficoltà nel metabolizzare caffeina e teobromina, i gatti mostrano spesso problemi digestivi dopo aver mangiato cioccolato, come vomito e diarrea. È anche possibile osservare alterazioni nel loro comportamento abituale e sintomi di iperattività, ansia o nervosismo, grazie all'effetto stimolante delle due sostanze.

Sintomi di avvelenamento da cioccolato nei gatti

In genere, questi sintomi compaiono entro 24 o 48 ore dopo il consumo, ovvero il tempo medio impiegato dall'organismo per eliminare la caffeina e la teobromina dall'organismo. Nel caso in cui il felino abbia ingerito grandi quantità di cioccolato, possono apparire altre conseguenze più gravi, come convulsioni, tremori, letargia, difficoltà a respirare o muoversi e persino insufficienza respiratoria . Quando si osserva uno di questi sintomi, non esitare ad andare immediatamente alla clinica veterinaria.

Cosa fare se il mio gatto ha mangiato cioccolato?

Poiché i gatti non percepiscono il sapore dolce e hanno sviluppato un rifiuto naturale verso questo tipo di cibo, è molto probabile che il tuo gatto non consumi questo cibo in tua assenza, anche se lo lasci a portata di mano. Tuttavia, i gatti sono particolarmente curiosi, quindi ti consigliamo di evitare di lasciare a portata di mano cioccolato o qualsiasi tipo di prodotto, cibo, bevanda o sostanza potenzialmente tossica o allergica.

Ma se per qualche motivo sospetti che il tuo gatto abbia ingerito cibo o bevande contenenti cioccolato, la cosa migliore che puoi fare è portarlo immediatamente dal veterinario . Nella clinica veterinaria, il professionista può esaminare lo stato di salute del tuo gatto, rilevare possibili sintomi correlati a questa assunzione e stabilire un trattamento adeguato.

Logicamente, il trattamento dipenderà dallo stato di salute di ciascun gatto e dalla quantità di cioccolato consumata. Se si tratta di una dose piccola e innocua, potrebbe essere necessaria solo l'osservazione clinica per verificare che la figa non presenti sintomi più gravi e mantenga una buona salute.

Ma il tuo gatto ha ingerito alte dosi, il veterinario analizzerà la fattibilità di un lavaggio gastrico, nonché la possibilità di somministrare farmaci per controllare i sintomi che possono verificarsi, come convulsioni o aritmie cardiorespiratorie.

Il mio gatto ha mangiato cioccolato, dovrei farlo vomitare?

Quando si accorgono che i loro gatti hanno consumato una sostanza potenzialmente tossica, come il cioccolato, molti tutor pensano immediatamente di farli vomitare. Tuttavia, l'induzione del vomito è solo una misura raccomandata quando sono trascorse solo 1 o 2 ore dall'ingestione e considereremo anche quale sostanza o cibo ha consumato il gatto. Dopo questo periodo, indurre il vomito nei gatti non è efficace nell'eliminazione delle sostanze tossiche e può danneggiare il tratto digestivo.

Logicamente, è essenziale conoscere il pronto soccorso in caso di avvelenamento per agire in modo sicuro ed efficace nel caso in cui le nostre miniere consumino cibo o sostanze tossiche. Tuttavia, poiché non siamo certi di quanto tempo sia trascorso dall'ingestione di una sostanza, il meglio che possiamo fare è portare immediatamente il nostro gatto alla clinica veterinaria .

Nel caso di un cucciolo di gatto, le cure veterinarie saranno indispensabili, indipendentemente dal tempo trascorso dal consumo e dalla quantità di cioccolato ingerita.

Se vuoi leggere altri articoli simili a I gatti possono mangiare il cioccolato?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione sui problemi di alimentazione.

Raccomandato

Conseguenze dei cambiamenti climatici in Spagna
2019
I gatti possono mangiare cibo per cani?
2019
I pipistrelli sono ciechi?
2019