I 5 animali marini più pericolosi al mondo

Se ti sei mai chiesto quali sono i 5 animali marini più pericolosi al mondo, in questo articolo di milanospettacoli.com ti mostreremo. Molti di loro sono pericolosi a causa della tossicità del loro veleno, ma alcuni sono anche pericolosi a causa della capacità di strappare le mascelle, come nel caso dello squalo bianco .

Potresti non vederli mai, e quasi meglio, perché nella maggior parte dei casi, una semplice puntura o una puntura possono essere fatali. In questo articolo ne mostriamo solo 5, ma ce ne sono molti altri che sono anche molto pericolosi. Se sei interessato a questo argomento e desideri maggiori informazioni, non esitare a leggere gli animali pericolosi del Mediterraneo o i 10 animali più velenosi al mondo.

Vespa marina

I cubozoani, o più comunemente chiamati "vespe marine" o "vespe marine", sono un tipo di medusa la cui puntura è mortale se il suo veleno viene a contatto diretto con la nostra pelle. Si chiamano così perché hanno una forma cubica (dal greco kybos : cubo e zoon : animale). Non raggiungono 40 specie e sono classificate in 2 famiglie: chirodropidae e carybdeidae. Vivono nelle acque dell'Australia, delle Filippine e di altre aree tropicali del sud-est asiatico e si nutrono di piccoli pesci e crostacei. Ogni anno, la vespa marina uccide più persone della somma di tutti i decessi causati da tutti gli animali marini insieme.

Sebbene non siano animali aggressivi, hanno il veleno più mortale del pianeta, poiché con solo 1, 4 mg del veleno dei loro tentacoli, possono causare la morte di un essere umano. L'attrito minimo con la nostra pelle fa sì che il suo veleno agisca rapidamente nel nostro sistema nervoso e dopo una reazione iniziale con ulcerazione e necrosi della pelle, accompagnata da un dolore terribile simile a quello prodotto da un acido corrosivo, si verifica una fermata nella persona interessata e tutto ciò accade solo in 3 minuti. Ecco perché si raccomanda ai sub di nuotare in una qualsiasi delle acque in cui si trovano questi animali, indossare una muta integrale su tutto il corpo per evitare il contatto diretto con queste meduse, che non sono solo mortali, ma anche molto velocemente, poiché raggiungono i 2 metri in un secondo grazie ai loro lunghi tentacoli.

Serpente di mare

I serpenti marini, o "cobra di mare" ( hydrophiinae ), sono serpenti che possiedono il veleno più potente nel mondo animale, ancor più dei serpenti taipan, i loro omonimi terrestri. Sebbene siano un'evoluzione dei loro antenati terrestri, questi rettili sono completamente adattati all'ambiente acquatico, ma mantengono comunque alcune caratteristiche fisiche. Tutti hanno organi compressi lateralmente, quindi sembrano simili alle anguille e hanno anche una coda a remi, che li aiuta ad andare nella direzione desiderata quando nuotano. Vivono nelle acque degli oceani Indiano e Pacifico e si nutrono principalmente di pesci, molluschi e crostacei.

Nonostante non siano animali aggressivi, poiché attaccano solo quando provocati o si sentono minacciati, questi serpenti hanno un veleno da 2 a 10 volte più potente di quello di un cobra terrestre . La sua puntura produce dolore muscolare, spasmi nella mascella, sonnolenza, visione offuscata o persino paralisi respiratoria. La buona notizia è che poiché i denti sono così piccoli, con una muta leggermente spessa, le neurotossine non sarebbero in grado di attraversare e raggiungere la nostra pelle.

Pesce pietra

Il pesce pietra ( synanceia horrida ), insieme al pesce palla, è uno dei pesci più velenosi nel mondo marino. Appartiene alle specie di pesci actinopterigios Scorpeniform, poiché ha estensioni spinose simili a quelle degli scorpioni. Questi animali si fondono perfettamente con l'ambiente, in particolare con le aree rocciose dell'ambiente acquatico (da cui il loro nome), quindi è molto facile calpestarli se si sta facendo un'immersione. Vivono nelle acque degli oceani Indiano e Pacifico e si nutrono di piccoli pesci e crostacei.

Il veleno di questi animali si trova nelle spine delle pinne dorsale, anale e pelvica e contiene neurotossine e citotossine, più letali del veleno di un cobra. La sua puntura produce gonfiore, mal di testa, spasmi intestinali, vomito e ipertensione e, se non trattata nel tempo, paralisi muscolare, convulsioni, aritmie cardiache o persino arresti cardiorespiratori, causati dal forte dolore prodotto dal nostro veleno nel nostro corpo. Se ci pungiamo con una delle sue punte, ci aspetta una lenta e dolorosa guarigione delle ferite ...

Polpo di anelli blu

I polpi ad anello blu ( apalochlaena ) sono molluschi cefalopodi che non raggiungono più di 20 centimetri, ma hanno uno dei veleni più mortali nel mondo animale. Sono di colore marrone giallastro scuro e sono caratterizzati da anelli blu e neri sulla pelle che si illuminano intensamente se si sentono minacciati. Vivono nelle acque dell'Oceano Pacifico e si nutrono di piccoli granchi e gamberi.

Il veleno neurotossico del suo morso produce inizialmente prurito e, gradualmente, una paralisi respiratoria e motoria, che porta alla morte della persona in soli 15 minuti. Non esiste un antidoto per il suo morso, perché grazie ai batteri secreti nelle ghiandole salivari del polpo, questi animali hanno abbastanza veleno per uccidere 26 umani in pochi minuti.

Squalo bianco

Lo squalo bianco ( carcharodon carcharias ) è uno dei più grandi pesci marini del mondo e il più grande pesce predatore del pianeta. Appartiene alle specie di pesci cartilaginei lamniformi, può pesare più di 2000 chili e misurare tra 4, 5 e 6 metri di lunghezza. Questi squali hanno circa 300 denti grandi e affilati e una mascella potente in grado di strappare gli arti umani. Vivono nelle acque calde e calde di quasi tutti gli oceani e sostanzialmente si nutrono di mammiferi marini .

Nonostante la cattiva reputazione che hanno, non sono animali che di solito attaccano gli umani . In effetti, più persone muoiono per punture di insetti rispetto agli squali e, inoltre, il 75% di questi attacchi non è fatale ma causa gravi conseguenze per i feriti. Sì, è vero che la vittima potrebbe morire di sanguinamento, ma oggi è molto improbabile. Gli squali non attaccano le persone a causa della fame, ma perché sono considerati una minaccia, perché si sentono confusi o accidentali.

Se vuoi leggere altri articoli simili a I 5 animali marini più pericolosi al mondo, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

Raccomandato

I conigli bevono acqua?
2019
La leggenda dei colibrì Maya
2019
Cosa devo fare se il mio cane prova ad attaccare un altro cane?
2019