Greenwashing: cos'è, come funziona ed esempi

Fortunatamente, la società è sempre più consapevole quando si tratta di un consumo responsabile e rispettoso dell'ambiente. Questo è il motivo per cui la domanda di prodotti ecologici continua a crescere, riflettendo così una chiara preoccupazione per le questioni ambientali. Tuttavia, alcune aziende ed entità traggono vantaggio da questa vocazione a vendere prodotti non rispettosi dell'ambiente. Se sei interessato a verificare che i prodotti e i servizi che acquisti siano quelli che dichiarano di essere, ti consigliamo di leggere cos'è il greenwashing, come funziona e vedere alcuni esempi di ciò.

Che cos'è il greenwashing?

La parola "greenwashing" è composta da due radici inglesi, "green-", che è verde, e "-washing", che significa lavare. Potrebbe quindi essere tradotto come un "green wash", una forma di marketing che alcune aziende adottano in cui dichiarano di aver acquisito un impegno ambientale, sia nel funzionamento proprio della società, nei rapporti che instaura con terzi o nel prodotti o servizi che fornisce, senza aver introdotto cambiamenti significativi nelle sue politiche ambientali.

Pertanto, la società beneficia delle buone intenzioni dei suoi clienti, che preferiranno queste aziende ad altre meno "verdi", accettando persino i sovraccarichi di costi, senza svolgere un'attività che promuovono.

Ciò ha diverse conseguenze gravi:

  • Problemi ambientali: non si ottiene alcun miglioramento rispetto a questi problemi o, se lo si fa, la proporzione che diventa praticamente impercettibile nei risultati è così piccola.
  • Inganno al consumatore: le organizzazioni dei consumatori di solito tengono d'occhio i fenomeni del greenwashing, poiché vendendo proprietà che in realtà non hanno una controparte in realtà, sono modellate come un vero inganno del consumatore.
  • Disabilità del pubblico: è stato dimostrato che i clienti di un determinato settore perdono fiducia nei prodotti "verdi" quando emergono casi di lavaggio del verde. Quindi, non solo viene penalizzata la società concreta che ha perpetrato il greenwashing, ma è anche dannosa per il resto delle società in quel settore, poiché la fiducia in generale si perde per questi tipi di entità, prodotti o servizi. Pertanto, le organizzazioni che si impegnano davvero a ridurre la propria impronta ecologica vengono messe in discussione dai loro clienti.

Il fenomeno del greenwashing è in atto dagli anni '80 ed è parte di una tendenza generale a "mascherare" le buone intenzioni per le organizzazioni che sicuramente non tengono conto della responsabilità sociale delle imprese (o CSR). . Questi fenomeni sono chiamati "imbiancatura" e sono suddivisi in "imbiancatura", "imbiancatura", "imbiancatura ", ecc.

Come funziona il greenwashing

Il greenwashing include diverse strategie per ingannare il consumatore o, per dirla in altro modo, non dire tutta la verità o dire una mezza bugia. In questa sezione elencheremo alcuni dei più comuni, che verranno illustrati con esempi nella sezione seguente.

  • Marketing "verde": le aziende e le organizzazioni usano colori verdi e immagini di ambienti o elementi naturali per far capire al consumatore che sono rispettosi dell'ambiente, anche se non hanno introdotto cambiamenti nelle loro politiche. Questa è la strategia più comune e se ti guardi intorno troverai sicuramente diversi prodotti che seguono questo schema.
  • Conformità ai requisiti legali: ci sono alcuni marchi che pubblicizzano un prodotto come "verde", quando tutto ciò che fa è rispettare la normativa ambientale in vigore.
  • Parzialmente verde: ci sono aziende che introducono piccoli piccoli miglioramenti e li vendono come uno sforzo titanico per l'ambiente, sebbene il resto delle loro attività (di solito quelle principali) continui a causare un impatto ambientale molto elevato. Qui includiamo prodotti di per sé dannosi, che vendono come "salutari" introducendo un leggero miglioramento.
  • Vaghezza: ci sono aziende che forniscono indizi come "lavoriamo per ridurre la nostra impronta di carbonio" o "vogliamo il nostro pianeta". Questi sarebbero esempi di vaghi slogan, che non informano il cliente dell'impegno effettivo.
  • Non-prova: in questo caso si parla di risultati concreti, ma non ci sono prove affidabili che la società lo stia effettivamente realizzando. I miglioramenti ambientali dovrebbero sempre essere accompagnati da trasparenza.
  • Distorcere risultati e mentire: ci sono alcune aziende che mentono o travisano i loro risultati in termini di politica ambientale, anche usando timbri per i quali non sono realmente certificati.

Esempi di greenwashing

Diamo un'occhiata ad alcuni esempi di greenwashing che sono significativi:

  • Aziende di fast food o fast food : alcune aziende di fast food utilizzano strategie di marketing "verdi" quando cambiano il colore originale del loro marchio in un colore verde che indica una relazione con il naturale. In molti casi è stato visto come apportano questo cambiamento nel marchio, ma poi ci sono miglioramenti molto parziali in termini di separazione nell'origine dei rifiuti che generano. Tuttavia, l'allevamento e l'agricoltura intensiva, l'uso di sostanze chimiche nei loro prodotti e le lunghissime catene di trasporto che queste aziende utilizzano rendono le organizzazioni verdi scarse o assenti.
  • Società energetiche: in alcuni casi di questo tipo di società, il greenwashing si estende al nome delle società. Normalmente, collegano le parole legate alla natura e all'ecologia a parole come "energia", spingendo chiaramente a pensare alla generazione di energie verdi. Tuttavia, ci sono aziende di questo tipo che non si impegnano in energie pulite o ecologiche o non lo fanno completamente e continuano a lavorare con energie sporche o altamente inquinanti.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Greenwashing: cos'è, come funziona ed esempi, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Altre ecologie.

Raccomandato

Centri di Natale verdi facili da realizzare
2019
Omeopatia per gatti
2019
I più grandi cani del mondo
2019