Gli oceani della Terra sono sempre esistiti?

L'acqua sul nostro pianeta risulta essere vitale per la vita di tutti gli organismi che lo abitano. Pertanto, la presenza di mari, oceani e acque interne ha portato all'evoluzione di tutti gli esseri sulla Terra, condizionando il loro modo di vivere, il loro habitat e persino la loro dieta.

Ma da quando c'è acqua sul nostro pianeta? Gli oceani della Terra sono sempre esistiti come li conosciamo oggi? Per scoprirlo, continua a leggere questo articolo, te lo spiegheremo!

L'origine dell'acqua sul pianeta Terra

Il pianeta Terra ha molti anni di storia e ha subito una grande varietà di cambiamenti ambientali durante la sua traiettoria come pianeta abitabile. Ma prima che ci fosse il minimo squarcio di vita e acqua, la Terra non era altro che una massa di rocce di conglomerato.

Quindi, secondo la teoria più accettata al momento, possiamo dire che l' origine dell'acqua è iniziata circa quattro miliardi di anni fa, quando questa congregazione rocciosa che ha formato il nostro pianeta ha iniziato a riscaldarsi all'interno, e propiziata dalle alte temperature, hanno iniziato a si formano piccole reazioni tra ossigeno e atomi di idrogeno (che sono i componenti dell'acqua). Le molecole formate da queste reazioni, furono lentamente espulse in superficie sotto forma di vapore per milioni di anni formando una nuova atmosfera. Successivamente, la temperatura della Terra iniziò a diminuire, così che i composti gassosi che erano stati rilasciati negli ultimi milioni di anni iniziarono a precipitare in uno stato liquido, formando l'acqua che conosciamo oggi.

Anche così, c'è un'altra teoria che, sebbene sia stata criticata all'inizio, recenti studi stanno iniziando a supportare. Questo, attribuisce l' origine dell'acqua al di fuori del pianeta Terra, vale a dire, che supporta l'approccio che numerosi meteoriti, chiamati condriti carbonacei, che hanno avuto un impatto sul nostro pianeta, avevano nella loro acqua interna allo stato solido, cioè ghiaccio.

Anche se ci sono discrepanze sull'origine dell'acqua sulla Terra, si stima che si sia verificata circa tremilanovecento milioni di anni fa, ed è stato grazie a questo elemento e ai precedenti e conseguenti cambiamenti atmosferici che la vita ha iniziato gradualmente a formarsi in il nostro pianeta Se non fosse stato per la presenza di acqua, la Terra avrebbe continuato ad essere un pianeta roccioso come Venere, Marte e Mercurio.

Evoluzione degli oceani sul pianeta Terra

Per questo motivo, possiamo considerare che circa nel mezzo dell'era arcaica, i primi oceani, che a causa delle formazioni di crosta continentale, iniziano a circondare i primi supercontinenti che si stabilirono sulla Terra, come Vaalbará, Ur o Kenorlandia. Quindi, possiamo dire che c'era un grande e unico oceano che circondava le placche tettoniche in piena formazione e sviluppo.

Lungo l'Eone proterozoico, in cui vi furono grandi glaciazioni, il grande e unico continente inizia a frammentarsi sempre di più, diventando Columbia e in seguito Rodinia. Durante questo processo, il grande oceano che circonda questa grande formazione di continenti raggruppati, si chiama Mirovia superoceanic, che in russo significa "globale".

Dal Paleozoico, forma il grande continente Pannotia, che ha una forma simile a una "V". È dalla formazione di questo continente che abbiamo iniziato a differenziare il grande oceano che lo circondava in due, nella parte superiore dell'oceano Panthalassa (l'attuale Oceano Pacifico) e nella parte inferiore il grande antico oceano panafricano.

La Pannotia era un continente con una durata molto breve, poiché subito dopo si è formato il supercontinente Pangea, circondato dall'oceano Panthalassa a nord e ad est, ma anche da nuovi come l'oceano di Jápeto, Janty, Reico o Ural.

La Pangea era un continente che attraversò tre fasi distinte durante il Mesozoico, in cui parti del continente erano frammentate che consentivano l'apertura di nuovi mari e oceani. Pertanto, con questo tipo di movimenti tettonici, i continenti, i mari e gli oceani si stavano formando, modificando, differenziando e restringendo e gradualmente allargandosi fino a raggiungere le formazioni che conosciamo oggi.

Nel seguente articolo spieghiamo qual è la differenza tra oceani e mari.

L'importanza della formazione degli oceani: il grande passo verso la vita

L'acqua è un elemento che si ottiene dalla natura, oltre a uno dei componenti principali di molti ecosistemi naturali del pianeta. È una molecola assolutamente fondamentale per il supporto e lo sviluppo della vita sulla Terra poiché è indispensabile per un'ampia varietà di processi biologici di base degli esseri viventi.

Come abbiamo visto prima, l'accumulo di acqua nel corso di diverse migliaia di anni ha portato alla formazione degli oceani, ma la cosa davvero incredibile è che si rivela essere il luogo in cui la maggior parte degli esperti postula l'inizio della vita. Pertanto, l'apparizione dell'acqua implicava molto più dello sviluppo di un nuovo pianeta con condizioni completamente diverse, poiché era anche la culla dell'origine della vita .

Si stima che questo fenomeno si sia verificato circa duemilasettecento milioni di anni fa, sul fondo di alcuni spazi oceanici o marini con le condizioni ideali. Questa teoria, comunemente nota come teoria dell'endosimbiosi, è stata postulata dal biologo evoluzionista Lynn Margulis nel 1967 e si basa sulla fusione di varie cellule per ottenere caratteristiche più complesse. Vale a dire che quasi tre milioni di anni fa, nelle profondità del fondo marino, in precise condizioni di calore e con la presenza di elementi come lo zolfo, si è verificato un momento in cui due celle singolari e distinte una alla volta. un'altra si unì, ottenendo una nuova cellula che soddisfaceva le caratteristiche dei predecessori. Da lì, ha iniziato a esserci un grande boom nelle unificazioni con cellule più complesse, con caratteristiche diverse e con organelli che potrebbero essere utili per loro. In sintesi, si può dire che gli oceani sono diventati la casa di molti batteri anaerobici, archaea e alghe che si sono formati grazie alle condizioni ideali del momento. Da lì, molti di questi organismi hanno iniziato a eseguire la fotosintesi, cioè si sono nutriti della luce solare e l'hanno trasformata in ossigeno. Ciò ha portato a molti cambiamenti nell'atmosfera del pianeta e ha portato all'evoluzione di questi esseri nel corso di molti milioni di anni alla fine raggiungendo lo sviluppo di specie complesse come noi.

Se vuoi leggere altri articoli simili agli oceani della Terra sono sempre esistiti?, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Curiosità della Terra e dell'universo.

Raccomandato

Come piantare una palma e la sua cura
2019
Perché il mio cane odora di bocca di pesce?
2019
Il mio cane non può defecare, cosa posso fare?
2019