Filtri solari senza filtri chimici

Utilizziamo la protezione solare sempre più frequentemente. Questo perché, dopo anni di ricerca, sono stati generati allarmi riguardo ai pericoli dell'esposizione solare elevata, in particolare i raggi UVA, che sono le principali cause di malattie della pelle, come l'invecchiamento precoce, comparsa di melanomi e cancro della pelle.

Non tutti i filtri solari sono raccomandati poiché, la maggior parte di quelli venduti in farmacia e nei supermercati, sono formulati da sostanze chimiche che sono una vera pompa di tossina per il nostro corpo. Inoltre, finiscono anche nell'ambiente contaminandolo. Tuttavia, abbiamo una semplice alternativa per proteggerci dal sole ed evitare l'uso di queste creme fotoprotettive chimiche, che sono creme solari senza filtri chimici o ecologici . Funzionano in modo diverso da quelli tradizionali ma sono molto più sani e completamente rispettosi dell'ambiente. Continua a leggere e ti raccontiamo tutto di loro.

Cos'è una crema solare?

Quando parliamo di creme solari ci riferiamo a qualsiasi prodotto che si diffonde sulla pelle con l'obiettivo di proteggerci dai raggi del sole e dalle ustioni che provocano. Queste protezioni possono essere presentate in crema, olio, topo, ecc. Ma, in tutti i casi, la sua funzione è la stessa: impedire ai raggi del sole di bruciare la nostra pelle quando siamo esposti ai raggi UVA e UVB (i due tipi di radiazioni responsabili della maggior parte dei problemi della pelle).

Tuttavia, nonostante il fatto che tutte le creme solari siano destinate a evitare le radiazioni solari, non tutte funzionano allo stesso modo. Ed è qui che dobbiamo stare attenti con le protezioni vendute nei negozi convenzionali. In linea di massima, possiamo dire che esistono due tipi di filtri solari, quelli che trasportano sostanze chimiche e quelli che non lo fanno.

I filtri solari con sostanze chimiche trasportano tutta una serie di prodotti tossici che, sebbene soddisfino l'obiettivo di evitare la maggior parte dei problemi derivati ​​dalle radiazioni solari, comportano anche una serie di problemi di salute, soprattutto se utilizzati in eccesso, e l'ambiente altrettanto preoccupante dei problemi che evitano. Al contrario, i filtri solari senza sostanze chimiche o senza nanoparticelle evitano anche problemi derivati ​​dalle radiazioni solari ma, in questo caso, sono prodotti naturali che non influiscono sulla nostra salute quando li utilizziamo e che non inquinano l'ambiente quando Li eliminiamo.

Come funziona una protezione solare chimica e quali problemi comporta

I filtri solari chimici sono formulati con molte sostanze diverse ma, in ogni caso, sono sostanze che, quando le mettiamo sulla nostra pelle, la penetrano e portano reazioni chimiche per svolgere il loro effetto. In effetti, questo è il motivo per cui si consiglia di applicarli mezz'ora prima dell'esposizione al sole, poiché è necessario lasciare il tempo alla pelle di reagire con i prodotti chimici per la protezione solare .

Il problema deriva dal fatto che queste reazioni chimiche che si verificano all'interno della nostra pelle, oltre a proteggerci dal sole, comportano anche una serie di danni collaterali alla nostra salute e all'ambiente :

Agiscono come interferenti endocrini

Il problema principale posto da queste sostanze chimiche presenti negli schermi solari è che agiscono come interferenti endocrini. Cioè, alterano il normale funzionamento degli ormoni del nostro corpo. Gli ormoni sono sostanze che il nostro corpo secerne e che agiscono come messaggeri all'interno del corpo. Ce ne sono molti tipi e con funzioni molto varie ma, in ogni caso, si tratta di sostanze fondamentali quando si tratta di godere di una buona salute.

Gli interferenti endocrini sono sostanze che interferiscono con questo normale funzionamento degli ormoni che, di conseguenza, non possono funzionare bene. Ciò che comporta malattie molto varie, che possono variare dal non essere in grado di sintetizzare vitamine, infertilità in entrambi i sessi, disturbi del sonno, ritenzione di liquidi e persino cancro.

Prevenire la sudorazione

Un altro elemento importante e molto negativo che comporta l'uso di filtri solari chimici è che evitano il normale processo di sudorazione. Questo a priori può sembrare irrilevante. Nonostante ciò, dobbiamo tenere conto del fatto che il sudore è uno dei modi principali in cui il corpo deve eliminare le tossine, quindi prevenendo la sudorazione naturale impediamo al nostro corpo di pulire l'interno, con tutto questo Può condurre.

Colpiscono la sintesi di vitamina D

La vitamina D è una delle vitamine più importanti nel corpo umano e la fonte principale per ottenerla è attraverso l'esposizione alla luce solare (che dovrebbe essere moderata, con dieci minuti al giorno sarebbe sufficiente). Quando utilizziamo creme solari di qualsiasi tipo, questa sintesi di vitamina D non viene eseguita. Tuttavia, il problema sorge davvero con i filtri solari che trasportano sostanze chimiche, poiché questi, quando penetrano nella pelle, rimangono lì per molto tempo, fino a quando il corpo riesce a eliminarli attraverso l'urina. In questo modo si evita la normale produzione di vitamina D, che può portare a malattie legate al suo deficit.

Inquinano l'ambiente

Oltre a tutti gli aspetti che incidono direttamente sulla nostra salute, i filtri solari chimici influiscono sull'ambiente. Dopo che queste sostanze tossiche danneggiano il nostro corpo, il nostro corpo le elimina e finiscono per diffondersi nell'ambiente, specialmente nei mari. Ciò che comporta la contaminazione chimica dell'acqua, che influenza direttamente la loro qualità, nonché le specie vegetali e animali che vivono in essa.

Come funzionano i filtri solari senza sostanze chimiche e perché sono migliori

La soluzione ai problemi posti dai filtri solari con prodotti chimici non smette di usare la protezione solare. In effetti, è essenziale proteggersi dall'eccessiva radiazione solare per evitare le malattie sopra menzionate. Tuttavia, al fine di evitare i danni derivanti dall'uso di creme solari con prodotti chimici, sarà sufficiente selezionare una crema solare senza prodotti chimici o ecologici, che dovrebbe essere riflessa nella confezione mediante la corrispondente certificazione e sigillo di "prodotto ecologico" o "prodotto privo di tossico " .

Questi filtri solari non sono fabbricati con prodotti chimici artificiali, ma con sostanze naturali estratte da fonti diverse, sia minerali che vegetali. Questi tipi di sostanze non danneggiano la nostra salute o l'ambiente. In effetti, il suo funzionamento è diverso da quello dei filtri solari chimici.

Nel caso di creme solari ecologiche o prive di sostanze chimiche, quando diffondiamo la crema sulla pelle, non penetra all'interno della pelle, ma ciò che fa è coprire la superficie esterna della pelle, che rende il i raggi solari non penetrano ma, allo stesso tempo, nemmeno le sostanze che ci proteggono dal sole. Pertanto, sono anche spesso chiamati creme solari naturali .

Pertanto, stiamo affrontando un tipo di prodotto che funge da barriera contro le radiazioni solari dall'esterno, allo stesso modo in cui lo farebbe il tessuto. In effetti, questo è uno dei motivi per cui questi filtri solari lasciano un colore più bianco sulla pelle dopo l'applicazione poiché, in realtà, copre la pelle lasciando uno strato che riflette la luce solare, quindi non penetra nel derma

In questo modo, abbiamo a portata di mano un tipo di protezione solare che agisce dal primo momento in cui viene applicato senza attendere mezz'ora, non danneggia la nostra salute, non interferisce con la sintesi di vitamina D perché il lavaggio non altera il La natura della pelle non danneggia l'ambiente, poiché non contiene sostanze chimiche e, soprattutto, quando acquistiamo una crema solare, ci protegge perfettamente dalle radiazioni solari .

Se desideri leggere altri articoli simili a filtri solari senza filtri chimici, ti consigliamo di accedere alla nostra categoria Salute e scienza.

Raccomandato

Quando è il giorno dei cani?
2019
L'impatto ambientale dei sacchetti di plastica è enorme
2019
Educare un Akita americano
2019